Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Alcalinizzare il corpo per vivere meglio e prevenire le malattie

Alimentazione e Diete

Alcalinizzare il corpo per vivere meglio e prevenire le malattie

Alimentazione e Diete

Alcalinizzare il corpo per vivere meglio e prevenire le malattie
621 condivisioni

Oggi tendiamo tutti, chi più chi meno, ad una condizione del sangue acida rispetto a quella alcalina, creando un terreno fertile per lo sviluppo di malattie.

Come possiamo fare per alcalinizzare il nostro corpo? La natura come sempre ci viene in aiuto con tanti cibi salutari e gustosi per riequilibrare l'alcalinità.


Dealma Franceschetti

Lo stile di vita stressante, il cibo processato, l’abuso di cibo animale e di zuccheri raffinati, creano una condizione di acidosi cronica che ci fa sentire stanchi e ci predispone alle malattie.

I batteri e i virus prosperano su un terreno acido, quindi diventiamo più sensibili alle infezioni. Persino i tumori preferisco un terreno acido!

Quindi è imperativo prestare attenzione all’alimentazione ogni giorno, per non acidificare il sangue, perché ogni cosa che mangiamo o beviamo influenza il pH del nostro sangue.

Ma cos’è il pH?

È un valore di riferimento misurato attraverso una scala che va da 1 (molto acido) a 14 (molto alcalino), dove 7 è pH neutro. Il nostro sangue deve rimanere all’interno di un range molto ristretto: da 7,3 a 7,45.

Cosa significa alcalinizzare?

Significa introdurre nel corpo dei cibi con effetto alcalinizzante, che aiutano il corpo a mantenere il pH del sangue all’interno dei valori corretti tra 7,3 a 7,45, valori leggermente alcalini.

Quali sono i principali effetti negativi di un sangue “acido”?

  • stanchezza cronica
  • riduzione dell’eliminazione delle tossine
  • riduzione dell’assorbimento dei nutrienti
  • creazione di terreno fertile per sviluppo di batteri, virus e tumori
  • mal di testa
  • artrite e artrosi
  • osteoporosi (il corpo tampona l’acidità prelevando calcio dalle ossa)

Attenzione a non fare confusione

È importante non fare confusione tra cibi acidificanti e cibi acidi, oppure tra cibi alcalinizzanti e alcalini. Il limone è acido (pH molto basso), ma ha effetto alcalinizzante. I latticini sono alcalini, ma hanno effetto acidificante.

Cibi molto acidificanti:

  • Salumi
  • Carni di ogni tipo
  • Latte e derivati
  • Uova
  • Alcool
  • Zucchero
  • Caffè
  • Cibi fritti
  • Cibi molto processati
  • Cibi da fast food

Cibi alcalinizzanti:

 

            

 

Un’alimentazione a base vegetale e integrale, che preveda molta verdura, soprattutto abbinata ai cereali e ai legumi, della frutta e per chi non è vegano, ad un po’ di pesce, è già di per sé equilibrante del pH.

Prestando attenzione ad introdurre anche un po' di alghe, del succo di limone, delle verdure fermentate e dei semi oleosi, possiamo mantenere il nostro corpo sano, in una condizione alcalina.

Tanti consiglie e ricette macrobiotiche nel libro di Dealma


Dealma Franceschetti
Dealma Franceschetti è una autrice, cuoca, consulente macrobiotica e foodblogger.Diplomata a La Sana Gola di Milano, ha creato il progetto “La... Leggi la biografia
Dealma Franceschetti è una autrice, cuoca, consulente macrobiotica e foodblogger.Diplomata a La Sana Gola di Milano, ha creato il progetto “La via macrobiotica” attraverso un sito e un blog: quest'ultimo è diventato il più importante punto di riferimento sul web per la macrobiotica.Oggi Dealma Franceschetti tiene corsi di cucina... Leggi la biografia

621 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto