Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Ecologia e Fai da Te

W la cosmesi etica e sostenibile!

Ecologia e Fai da Te

W la cosmesi etica e sostenibile!

Ecologia e Fai da Te

W la cosmesi etica e sostenibile!

Il desiderio di bellezza è umano, ma sempre che ciò significhi usare prodotti di alta qualità, autoprodotti nel rispetto dell’ambiente e degli animali.


Giuliana Lomazzi

La cosmesi, cioè l’arte di curare la bellezza del volto e del corpo, ha origini antichissime: tatuaggi, buchi nelle orecchie, makeup, trattamenti della pelle e massaggi esistono da 5000 anni. Insomma, i nostri progenitori erano vanitosi quanto noi ma, a differenza nostra, ricorrevano maggiormente a quanto la natura offriva.

La dermoabrasione si effettuava con sale, pomice e semi macinati, il peeling con estratti vegetali. La nascita di società più complesse portò poi a una crescente domanda di barbieri, profumieri, cosmetologi. Ancora all’inizio del ‘900 i cosmetici erano soprattutto di produzione casalinga, a base di erbe aromatiche, frutta e quant’altro offriva la natura.

Ma con i progressi della scienza la cosmesi si evolvette. Anche se in ambito cosmetico non si può sempre parlare di progresso...

Prodotti economici, ingredienti dubbi

Esistono naturalmente delle leggi che regolamentano il settore e che impongono, per esempio, il divieto di effettuare test sugli animali. Ma in molti cosmetici in commercio si trovano comunque ingredienti non propriamente ottimali.

Per cominciare, ci possono essere additivi come conservanti e coloranti, oltre a metalli pesanti e nickel.

Parecchi ingredienti sono di origine sintetica: è il caso dei parabeni, dei siliconi e dei glicoli, ma pure del profumo. Anche se questo è di origine naturale, come nel bio, non va dimenticato che queste sostanze possono rivelarsi allergeniche per i soggetti predisposti. Nei cosmetici in commercio ci può anche essere l’alcol, che ha per effetto di asciugare la cute.

Insomma, prima di mettersi addosso certi prodotti bisogna pensarci su…Ecco allora che i cosmetici casalinghi, prodotti con vegetali freschi e bio (se non coltivati da sé), con metodi semplici e naturali, possono rivelarsi un vero asso nella manica.

 

 

L’avventura dell’autoproduzione

L’autoproduzione di cosmetici è semplice e gratificante. Consente di preparare prodotti di elevata qualità ricorrendo a ingredienti di base ottimi. L’unico limite è la conservabilità, che è limitata, soprattutto per quanto riguarda le creme. Perciò è bene preparare cosmetici solo in quantità moderata.

Naturalmente questo non vale sempre; se per esempio si prepara un sapone in polvere il problema di conservabilità non c’è. Grazie a strumenti comunemente presenti in molte cucine, come frullatore a immersione, mixer, tritatutto, la preparazione è davvero semplice e alla portata di tutti.

E gli ingredienti di base? Si può semplicemente aprire il frigo o la dispensa, per prelevare cioccolato, farine, frutta fresca, ortaggi, olio extravergine, burro di cocco, sale, profumatissime spezie; attingere alle erbe aromatiche sul balcone o battere la campagna alla ricerca di menta, rosmarino, salvia, timo.

Di grande aiuto sono pure gli oli essenziali. L’importante è saperli scegliere: devono essere bio e puri al 100%. Diffidare di quelle essenze che hanno tutte lo stesso prezzo! Alcune devono costare moltissimo, perché hanno una resa scarsa (è il caso per esempio del gelsomino o della rosa damascena); altre, come la menta o l’eucalipto, hanno costi decisamente più abbordabili. In ogni caso, considerando che vengono usate letteralmente a gocce, una boccettina dura a lungo.

 

Vediamo ora alcuni ingredienti vegetali che possono essere utili per la produzione casalinga di cosmetici.

Alcuni cibi amici della pelle

  • Camomilla: per la presenza di azulene, è impiegata per alleviare le infiammazioni della pelle e delle mucose.



  • Frutta secca: in particolare prugne e albicocche (rigorosamente bio, non sbiancate e prive di conservanti) sono utili per realizzare maschere e lozioni detergenti.

  • Mandorle: leviganti, emollienti, antirughe.

  • Noce del Brasile: particolarmente ricca di antiossidanti (tra cui selenio, vitamina A e zinco), questo seme oleoso contenente anche amminoacidi e acidi grassi essenziali è ideale per reidratare la pelle.

  • Olio di girasole di prima spremitura: antiossidante, antiaging, idratante, emolliente.

  • Olio di sesamo di prima spremitura: ricco di grassi polinsaturi e antiossidanti, già sfruttato dalla medicina ayurvedica e da quella cinese per massaggi sulla cute fragile e delicata.

  • Timo: viene sfruttato per le proprietà cosmetiche fin dall’antichità, grazie alla sua azione defatigante sulla pelle del viso e alle proprietà antisettiche.

 

Scopri LA MIA COSMESI FAI DA TE!
La guida all'autoproduzione fresca e naturale


Giuliana Lomazzi
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso... Leggi la biografia
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso l'Università di Milano, dopo un'esperienza di insegnamento nelle scuole superiori, ha iniziato nel 1990 a lavorare nell'editoria, prima come traduttrice e poi come autrice e giornalista.I suoi interessi... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto