Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Magnesio, perché e come non farselo mancare

Alimentazione e Diete

Magnesio, perché e come non farselo mancare

Alimentazione e Diete

Magnesio, perché e come non farselo mancare
14 condivisioni

Non è un caso che si senta parlare tanto del magnesio: le sue proprietà sono davvero numerose. È quindi fondamentale stare attenti che non venga a mancare nell'organismo. Il magnesio è indispensabile per quasi tutti i processi fisiologici e per il funzionamento corretto di quasi tutte le cellule, soprattutto di cuore, reni e muscoli. È utile per ricavare l'energia dal cibo, costruire nuove cellule e proteine, attivare gli enzimi, alleviare le mestruazioni dolorose, favorire la trasmissione degli impulsi nervosi e il rilassamento muscolare.


Giuliana Lomazzi

Non è un caso che si senta parlare tanto del magnesio: le sue proprietà sono davvero numerose.

È quindi fondamentale stare attenti che non venga a mancare nell'organismo.

Importanza del magnesio

Il magnesio è un macroelemento (cioè un elemento di cui l'organismo ha bisogno in maggiori quantità); nel corpo di un adulto se ne trovano circa 24 g, la maggior parte nelle ossa, in minor misura nei tessuti molli e in piccole dosi nel sangue.

È il quarto minerale per abbondanza nell'organismo e ha tutta una serie di funzioni indispensabili per il suo funzionamento. Ciò nonostante, la sua carenza è piuttosto diffusa nella popolazione generale: a livello mondiale, si parla del 2,5-15% delle persone.

MAGNESIO SUPREMO: BENEFICI E CONTROINDICAZIONI

  

A cosa serve questo prezioso elemento?

Il magnesio è indispensabile per quasi tutti i processi fisiologici e per il funzionamento corretto di quasi tutte le cellule, soprattutto di cuore, reni e muscoli. È utile per ricavare l'energia dal cibo, costruire nuove cellule e proteine, attivare gli enzimi, alleviare le mestruazioni dolorose, favorire la trasmissione degli impulsi nervosi e il rilassamento muscolare.

Ma le sue funzioni più importanti riguardano l'apparato cardiovascolare e quello scheletrico. Una review cinese del dicembre 2016, che ha analizzato numerose ricerche, ha concluso che il magnesio può proteggere dal rischio di diabete, ictus e malattie cardiovascolari. Di fatto, questo minerale favorisce la salute del cuore e regola la pressione sanguigna.

Quanto all'apparato scheletrico, la densità dell'osso viene appunto collegata alla presenza di magnesio. Una sua carenza può predisporre alle fratture e all'osteoporosi, probabilmente perché comporta un'alterazione del metabolismo del calcio.

La brutta notizia è che bastano anche carenze subcliniche (non conclamate) per avere effetti negativi. Ma perché si può restare senza?

CLORURO DI MAGNESIO O MAGNESIO SUPREMO: QUALE USARE?

  

Perché si è carenti di magnesio

Ci possono essere vari motivi: condizioni come gravidanza, allattamento e menopausa, situazioni di stress cronico, uso di antibiotici e chemioterapici, abuso di certi farmaci (soprattutto diuretici), droghe e alcol, malassorbimento dovuto a malattie croniche intestinali, attività sportiva intensa, età avanzata, diete dimagranti troppo rigide.

Si rischia di avere riduzioni di magnesio anche in caso di diarrea e mestruazioni abbondanti. Ma la responsabilità spetta anche al terreno su cui si coltivano gli ortaggi, spesso mancante di nutrienti (magnesio compreso) a causa delle piogge acide e dell'uso di fertilizzanti chimici.

La causa principale è comunque la dieta basata su alimenti industriali e junk food – cosa che deve farci preferire cibi bio e più naturali possibile. Ostacolano l'assorbimento l'eccesso di grassi, di sale, acido fosforico (presente in certe bevande dolci) e l'abuso di caffeina.

Il magnesio è presente in molti vegetali, dai cereali integrali ai legumi, a vari ortaggi e frutti; ecco quelli più utili.

SCOPRI 9 FACILI REGOLE CHE ALLUNGANO LA VITA!

  

6 cibi per non restare senza magnesio

1. Vegetali a foglia verde

Tutti gli ortaggi che contengono clorofilla sono ottimi, perché al centro della sua molecola si trova appunto il magnesio. Via libera dunque a bietole, spinaci, cavoli, lattuga romana; ottimi anche i cavolini di Bruxelles, le foglie di rape e barbabietole, i broccoli e i carciofi.

          

 

Attenzione: la bollitura causa la perdita di magnesio nell'acqua, che va quindi utilizzata (meglio, però, cuocere a vapore o stufare brevemente, e consumare crudo quello che si può).

Scopri i cibi ricchi di clorofilla

 

2. Semi oleosi

Zucca, sesamo e girasole sono i più forniti, ma sono ben posizionati anche anacardi, mandorle e noci del Brasile. Sempre che siano interi o macinati al momento: sotto forma di farina tendono a perdere questo nutriente (e non solo).

Semi oleosi: 10 motivi per metterli a tavola

 

3. Avocado

Oltre al magnesio contiene potassio, che aiuta a tenere sotto controllo la pressione sanguigna.

4. Cioccolato fondente e cacao

Naturalmente il cioccolato deve avere un'elevata percentuale di cacao (minimo 85%). Se propendete per il cacao in polvere, questo non deve essere zuccherato.

Sapevi che il cacao è ritenuto un "superfood"?

 

5. Frutta

Si può puntare su fichi e albicocche secchi, papaia, anguria e banane.

6. Erbe e spezie

Anche se danno un contributo minimo alla dieta, sono pur sempre importanti. Per il tenore di magnesio spiccano coriandolo fresco, chiodo di garofano, semi di cumino, di senape e di finocchio, prezzemolo e basilico.

            

  

SCARICA UN ESTRATTO GRATUITO DEL LIBRO "IO NON MI AMMALO"

 

Io non mi Ammalo - LIBRO

9 FACILE REGOLE CHE ALLUNGANO LA VITA.

 


Giuliana Lomazzi
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso... Leggi la biografia
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso l'Università di Milano, dopo un'esperienza di insegnamento nelle scuole superiori, ha iniziato nel 1990 a lavorare nell'editoria, prima come traduttrice e poi come autrice e giornalista.I suoi interessi... Leggi la biografia

14 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto