Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Barbabietola: 10 motivi per metterla a tavola

Alimentazione e Diete

Barbabietola: 10 motivi per metterla a tavola

Alimentazione e Diete

Barbabietola: 10 motivi per metterla a tavola

La barbabietola è una pianta che dovrebbe trovarsi più spesso nelle nostre tavole: Giuliana Lomazzi ci indica 10 importanti motivi per mangiare la rapa rossa.


Giuliana Lomazzi

La barbabietola (Beta Vulgaris), nota anche come barbabietola rossa, è una pianta appartenente alla famiglia Chenopodiaceae.

Conosciuta anche come rapa rossa, viene anche impiegata come colorante naturale: ne sono un esempio i rossetti fai da te. Buona e decorativa: già per questo, la barbabietola merita di essere mangiata.

Ma ci sono tanti altri motivi per mangiarla: qui ne scopriremo ben 10

 

Dieci motivi per mangiare le barbabietole

  1. Antiossidanti. È l'ortaggio con il più elevato tenore di antiossidanti, in particolare polifenoli ma anche flavonoidi e antociani.
  2. Minerali. Sono tanti e abbondanti; tra questi ferro, potassio, magnesio, fosforo, zolfo, manganese. Le nostre radici sono quindi utilissime in caso di demineralizzazione e anemia. 
  3. Fibre. Le barbabietole ne sono ben provviste. Contengono anche i preziosi FOS, o frutto-oligosaccaridi, fibre alimentari solubili che forniscono il nutrimento ai batteri probiotici intestinali e favoriscono il deperimento della flora cattiva. Il vantaggio è per tutto l'organismo, perché si rafforza il sistema immunitario.
  4. Vitamine. Sono presenti quelle del gruppo B, la colina e i folati, oltre a buoni quantitativi di C e a un po' di betacarotene, entrambi antiossidanti. 
  5. Betaina. Questo composto ha numerose proprietà. Si prende cura del benessere del fegato, stimola la produzione di serotonina (il così detto ormone del buon umore), contribuisce a rafforzare i capillari, prevenendo così le malattie cardiovascolari. 
  6. Effetto energetico. Gli zuccheri rappresentano infatti il 5-6% del loro contenuto.
  7. Azione depurativa. Le barbabietole sono in grado di assorbire le tossine dalle cellule e di facilitarne l'eliminazione. Gran parte del merito è dovuto alle saponine e ai folati presenti nella radice. 
  8. Stimolazione del sistema immunitario. Grazie ai loro diversi componenti, le barbabietole sono in grado di mantenere alte le difese immunitarie e di tenere alla larga l'influenza
  9. Effetto antinfiammatorio. Si ha soprattutto sull'apparato digerente. Le rape rosse sono anche in grado di stimolare i succhi gastrici, favorendo la digestione.
  10. Parola di studiosi. Vari studi indicano la barbabietola come un ortaggio capace di abbassare la pressione arteriosa, il declino cognitivo (e quindi l'Alzheimer) e di sostenere la resistenza e le prestazioni degli atleti (gli zuccheri vengono infatti rilasciati lentamente nell'organismo). Quanto alla capacità di prevenire i tumori, gli studi non sono ancora conclusivi.

barbabietole

Barbabietola: ricette 

Crude. hanno vari vantaggi: un gusto meno dolciastro (per chi non ama tanto questa radice cotta), il bel colore che regalano alle insalate, la possibilità di mantenere meglio la vitamina C. È sufficiente sbucciarle e grattugiarle con la grattugia a fori grossi, quindi accompagnarle con insalate invernali, come la scarola, ma anche carciofi e carote.

Oppure si possono gustare sotto forma di carpaccio: si sbucciano, si affettano sottili, si cospargono di gomasio, succo di limone, capperi, maggiorana, pezzetti di pomodoro secco, olive verdi. Una spruzzata di olio extravergine, un'attesa di 30 minuti e sono pronte.

Cotte. Possono essere cucinate nelle zuppe (come nel borsch, ovviamente vegano). Se sono già state acquistate cotte possono essere gustate in insalata, calde o fredde, con senape, olive ed erbe aromatiche; oppure affettate e saltate in padella con aglio e rosmarino.

Attenzione! Non possono mangiare le barbabietole i diabetici, per la presenza di zuccheri; le deve consumare con moderazione chi soffre di calcolosi renale ossalica e di osteoporosi, per il forte tenore di acido ossalico, e chi ha acidità di stomaco (aumentano infatti i succhi gastrici).

Articolo scritto da Giuliana Lomazzi.

barbabietole ricette


Giuliana Lomazzi
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso... Leggi la biografia
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso l'Università di Milano, dopo un'esperienza di insegnamento nelle scuole superiori, ha iniziato nel 1990 a lavorare nell'editoria, prima come traduttrice e poi come autrice e giornalista.I suoi interessi... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



ASPETTANDO NATALE - Sconto 5€ per tutti i nuovi iscritti
Omaggio ASPETTANDO NATALE - Sconto 5€ per tutti i nuovi iscritti

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere ASPETTANDO NATALE - Sconto 5€ per tutti i nuovi iscritti