Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Insalata di cavolo cappuccio rosso

Alimentazione e Diete

Insalata di cavolo cappuccio rosso

Alimentazione e Diete

Insalata di cavolo cappuccio rosso
5 condivisioni

Il cavolo appartiene alla famiglia delle crucifere: la denominazione nasce per la forma del suo fiore che presenta quattro petali e somiglia a una croce. Il colore rosso-violaceo è dovuto alla presenza di antocianine, sostanze benefiche appartenenti alla famiglia dei flavonoidi. In acqua, il cavolo rosso diventa idrosolubile. Il cavolo cappuccio rosso e quello verde, (detto anche cavolo bianco), si presentano compatti, come una palla, con foglie lisce, mentre il cavolo verza è di colore verde scuro con foglie arricciate e più aperte. Come tutte le crucifere, il cavolo ha enormi proprietà benefiche per la nostra salute tanto che si è meritato l’appellativo di cibo “nutraceutico”, perché mentre nutre ci sana. È ricco di carotenoidi, di vitamine, quali la vitamina C, le vitamine del gruppo B, la vitamina A, vitamina k, ricco di potassio, di acido folico, di calcio e omega 3.


Teresa Tranfaglia

Il cavolo appartiene alla famiglia delle crucifere: la denominazione nasce per la forma del suo fiore che presenta quattro petali e somiglia a una croce.

Il colore rosso-violaceo è dovuto alla presenza di antocianine, sostanze benefiche appartenenti alla famiglia dei flavonoidi.

In acqua, il cavolo rosso diventa idrosolubile.

Il cavolo cappuccio rosso e quello verde, (detto anche cavolo bianco), si presentano compatti, come una palla, con foglie lisce, mentre il cavolo verza è di colore verde scuro con foglie arricciate e più aperte.

Come tutte le crucifere, il cavolo ha enormi proprietà benefiche per la nostra salute tanto che si è meritato l’appellativo di cibo “nutraceutico”, perché mentre nutre ci sana. È ricco di carotenoidi, di vitamine, quali la vitamina C, le vitamine del gruppo B, la vitamina A, vitamina k, ricco di potassio, di acido folico, di calcio e omega 3.

Cavolfiore: 9 buoni motivi per mangiarlo

Ha poche calorie ed è ricchissimo di fibre. Oltre ad avere potere antiossidante, esercita anche un’azione protettiva, anti-tumorale e anti infiammatoria grazie ai glucosinolati.

E’ consigliabile cuocere a vapore le crucifere o, dove possibile, utilizzarle crude, perché le cotture violente, come le fritture, le cotture grigliate o alla piastra fanno scemare di molto le loro benefiche proprietà.

Le persone affette da ipotiroidismo non possono abusare di tale dono della natura, perché in esso è presente un elemento goitrogeno, che può interferire negativamente con il metabolismo dello iodio e degli ormoni tiroidei. Cosa si può fare per limitare i danni? I cibi ricchi di goitrogeno (come cavolo, broccoli, cavoletti di bruxelles) , per chi è affetto da tiroidite, vanno bilanciati con sufficiente iodio nella dieta. Un semplice modo, per garantire tale equilibrio, è di usare il sale marino integrale.

Insalata di cavolo cappuccio rosso - la ricetta

La ricetta che vi presento è di tipo vegano e non contiene glutine. Può diventare una grande idea per una serata speciale, perfino per la cena natalizia!

TANTISSIME RICETTE PER UN CENONE VEGAN!
SCARICALE GRATIS ORA

 

L’esecuzione è assai semplice e il risultato è spettacolare. Servite questa insalata accompagnata da polenta grigliata, temphè fritto e un buon vino rosso. Il sapore, i colori e il profumo vi conquisteranno!

Ingredienti per 5 persone:

  • ½ cavolo rosso tagliato molto sottile
  • 2 mele renette
  • 1 avocado maturo
  • 1 cipollotto
  • 1 melograno sgranato (facoltativo)
  • 20 gherigli di noci spezzettati
  • 20 mandorle spellate, tostate e spezzettate
  • 20 olive verdi
  • 20 olive nere
  • 1 arancia, lavata, mondata e fatta a spicchi
  • 3 cucchiai di uvetta sultanina rinvenuta
  • 3-4 cucchiai di acidulato di riso
  • Il succo di un limone
  • Olio evo q.b.
  • Sale marino integrale q.b.
  • Pepe nero q. b. (facoltativo)

Esecuzione

Lavate le mele, mondatele e tagliatele a fettine. Lavate, mondate e tagliate a rondelle sottili il cipollotto Lavate anche l’avocado, mondatelo, tagliatelo a pezzettini e copritelo con il succo del limone e il sale.

Prendete una grande insalatiera e sistemate il cavolo tagliato, le mele, i grani di melograno, il cipollotto a rondelle, gli spicchi di arancia, l’uvetta, le noci e le mandorle. In un’altra ciotola versate l’olio, l’aceto, il sale e il pepe. Siate generosi con il condimento, affinchè l’insalata possa bene insaporirsi. Miscelate molto bene gli ingredienti con una frusta.

Versate la miscela sui vegetali che sono nell’insalatiera, unite le olive e mescolate molto, molto bene. Infine, poggiate sull’insalata i pezzetti di avocado e servite.

Questa insalata si accompagna molto bene a polenta grigliata e temhpè fritto. Buon appetito!

Ricette per un Cenone Vegan:

antipasti - primi - secondi - dolci


Il nuovo numero di Vivere Macro, la rivista digitale gratuita
riservata a tutti gli iscritti alla nostra newsletter.

Iscriviti e ricevilo subito anche tu!

Vivere Macro n.6

Teresa Tranfaglia
Teresa Tranfaglia (biografia e libri), laureata in Pedagogia e Vigilanza Scolastica, è autrice di testi che suggeriscono come affrontare le... Leggi la biografia
Teresa Tranfaglia (biografia e libri), laureata in Pedagogia e Vigilanza Scolastica, è autrice di testi che suggeriscono come affrontare le intolleranze alimentari. Esperta di macrobiotica e alimentazione naturale, da circa trent’anni si occupa di intolleranze, in particolare, al glutine e alla caseina. Con Macro Edizioni ha scritto:... Leggi la biografia

5 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto