Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Equilibrio acido-base, alleato del benessere

Alimentazione e Diete

Equilibrio acido-base, alleato del benessere

Alimentazione e Diete

Equilibrio acido-base, alleato del benessere
8 condivisioni

Le nostre scelte alimentari, ma anche le abitudini di vita, influiscono sul delicato equilibrio acido-base dell'organismo, con una serie di conseguenze negative.


Giuliana Lomazzi

“Essere acidi” dal punto di vista del carattere non suscita simpatie, tutt'altro! Ma nemmeno essere acidi fisicamente è positivo. Ma come si diventa “acidi”?

Succede quando si altera l'equilibrio acido-base dell'organismo a favore dell'acidità e a scapito della basicità (o alcalinità). Si accumulano così troppe scorie acide che l'organismo fatica a eliminare, e si instaura, a livello dei tessuti, una condizione nota come acidosi metabolica.

Le cause dell'acidità

Al primo posto c'è la dieta scorretta: eccesso di proteine animali, carni rosse in particolare; preferenza per il junk food e gli alimenti industriali; scelta di grassi cattivi, cereali e alimenti raffinati in genere.

Al secondo posto troviamo lo stile di vita: l'esercizio fisico insufficiente o del tutto trascurato, il sovraffaticamento fisico e/o psichico (in particolare una cattiva gestione dello stress, ma anche i sentimenti negativi come la rabbia e il rancore).

Cibi acidi, cibi alcalini: le scelte da fare

 

Gli effetti dell'acidità

Nell'immediato non si hanno effetti visibili, ma a lungo andare ecco comparire numerosi problemi di diversa entità: stanchezza, aumento dei radicali liberi, alitosi, cattiva digestione, mal di testa, infiammazione dei tessuti e soprattutto demineralizzazione, che è causata dalla perdita di minerali e ha come conseguenza l'indebolimento di unghie, capelli e ossa – con un aumento del rischio di osteoporosi.

Con il tempo si arriva anche a un calo delle difese immunitarie, che porta a una maggiore probabilità di contrarre patologie e infezioni. In agguato ci possono essere anche tumori, che secondo gli studi prosperano maggiormente in ambiente acido.

Eliminare l'acidità in cinque semplici mosse

1. Misura l'acidità

Per sapere se sei un tipo acido, fai un semplice test con la cartina tornasole (si trova in farmacia o nei negozi bio). A digiuno, bagna un pezzetto di cartina con una goccia di urina, per tre volte al giorno (la seconda urina del mattino, prima di pranzo e di cena) e paragona il colore con quello riportato sulla scala cromatica della confezione. Il valore ottimale è 7,3.

 

 

2. Disintossicati

Se le scorie acide sono troppe, bisogna aiutare l'organismo a espellerle con estratti realizzati con verdura a foglia verde (molto basica), di stagione, addolcita con un po' di frutta.

Succhi detox: 5 ricette di estratti depurativi

 

Per un migliore effetto si possono aggiungere succo di limone ed erba d'orzo, entrambi molto alcalinizzanti.

ACQUA CALDA E LIMONE AL MATTINO: IL FRUTTO DEL BENESSERE

 

3. Mangia naturale e moderato

Apri la cucina a verdure e frutta fresche di stagione, ai cibi naturali conditi con olio extravergine, a cereali integrali, legumi e semi oleosi. La dieta deve essere composta per il 70 per cento da alimenti basici e per il 30 da quelli acidificanti, ma di qualità: così non rischiamo di restare senza cibi importanti come noci o riso integrale – ma anche cioccolato fondente, ricco di antiossidanti!

Equilibrio dietetico significa anche non mangiare troppo in generale; concedere degno spazio alle verdure crude (che devono aprire il pasto); evitare di cenare troppo tardi la sera.

4. Fai movimento

La sedentarietà ostacola il drenaggio linfatico; al contrario l'attività fisica, anche moderata, mette in movimento i fluidi e favorisce l'ossigenazione, soprattutto se condotta all'aria aperta. L'ideale sarebbe ovviamente passeggiare nei boschi, ma in settimana ci si può accontentare del parco cittadino.

Passeggiare nel bosco: i benefici

 

5. Rilassati

Il cattivo umore e le arrabbiature rendono acidi! Perciò è importante trovare una forma di rilassamento che faccia al proprio caso, utile anche per favorire il sonno. Prima della nanna, possono servire anche bagni caldi con miscele alcalinizzanti, in vendita in erboristerie e farmacie.

RILASSAMENTO PROFONDO: MEDITAZIONE GUIDATA DA 13 MINUTI

 

Due bevande basiche

Acqua e limone

Spremi 3 limoni in un litro di acqua e sorseggia durante il giorno. È una bevanda dissetante, rimineralizzante e vitaminizzante, ricca di sali minerali.

Erba d'orzo

Diluiscila in acqua e bevila 15 minuti prima dei pasti. Parti con dosi minime, da aumentare gradualmente in base alle istruzioni riportate sulla confezione.


Giuliana Lomazzi
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso... Leggi la biografia
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso l'Università di Milano, dopo un'esperienza di insegnamento nelle scuole superiori, ha iniziato nel 1990 a lavorare nell'editoria, prima come traduttrice e poi come autrice e giornalista.I suoi interessi... Leggi la biografia

8 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto