Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Sushi vegan: ecco come prepararlo

Alimentazione e Diete

Sushi vegan: ecco come prepararlo

Alimentazione e Diete

Sushi vegan: ecco come prepararlo
137 condivisioni

Il termine sushi, in Giappone, indica il cibo dal sapore “acre” a cui si unisce il riso. Oggi il sushi è diventato un cibo alla moda, conosciuto da tutti, apprezzato da molti. Nei ristoranti e nei bar più rinomati, troviamo sushi di ogni tipo, arricchito da vari e sofisticati condimenti e da svariati tipi di pesce crudo o marinato.


Teresa Tranfaglia

Il termine sushi, in Giappone, indica il cibo dal sapore acre a cui si unisce il riso. Oggi il sushi è diventato un cibo alla moda, conosciuto da tutti, apprezzato da molti. Nei ristoranti e nei bar più rinomati, troviamo sushi di ogni tipo, arricchito da vari e sofisticati condimenti e da svariati tipi di pesce crudo o marinato. Si potrebbe quasi definire un cibo per vip. Eppure, molto, molto tempo fa, in Giappone, l’antenato del sushi sfamava, soprattutto, la povera gente, e quasi mai conteneva pesce. I pescatori e i contadini giapponesi ponevano un poco di riso condito con umeboshi o altro prodotto fermentato in fogli di alga nori, e, solo qualche volta, univano anche del pesce.

In tal modo, riuscivano ad ottenere un cibo da poter trasportare facilmente per sfamarsi durante le dure giornate di lavoro. Questo antenato del sushi è la palla di riso, molto divulgata dalla cucina macrobiotica. È chiamata così, perché, diversamente dal sushi, viene avvolta in modo tale da formare una specie di sfera. Le palle di riso sono costituite da ingredienti semplici, poveri e di facile reperibilità:

  • alghe nori
  • riso
  • umeboshi. 

I fogli di alga nori si ottengono dalla raccolta di alghe rosse, della specie porfhyra.
Esse vengono lavate, ridotte in poltiglia e fatte essiccare al sole, in riquadri di legno sistemati sul bambù. In Giappone si trovano copiose distese di alga nori che essiccano al sole.

Anche oggi, i sushi rappresentano un’ottima opportunità per nutrirsi in modo sano, durante il tempo che si trascorre fuori casa. La ricetta che vi presento è una particolare versione, del tutto vegana, del sushi.
Attenzione: potrebbe stupirvi!

 

Ingredienti per 4 persone

  • 8 fogli quadrati di alga nori 
  • 400g di riso integrale già cotto e intiepidito 
  • 130g. di crauti strizzati 
  • ¼ di tazza di rucola mondata, lavata e tritata 
  • 4 cucchiai di semi di chia 
  • 4 cucchiai di acidulato di riso 
  • 2 cucchiai di succo d’agave 
  • 100g. di zenzero sbucciato e tagliato a pezzetti

 

Come si prepara il sushi vegan

Tostate sul fornello l’alga nori, esponendo verso il fuoco il lato lucido. Mantenete l’alga a 20 cm. dal fornello; sarà pronta quando cambierà colore e diventerà verde splendente.

Versate il riso in una ciotola, unite l’acidulato di riso, i semi di chia e i crauti strizzati e tritati, la rucola e mescolate bene. In un’altra ciotola inserite lo zenzero a pezzetti e il succo d’agave.

Lasciate addolcire lo zenzero nell’agave per circa mezz’ora mescolando ogni tanto. Poggiate l’alga su una stuoia per sushi. Stendete 2 cucchiai abbondanti di riso sull’alga, lasciando un margine di 2 centimetri sopra e sotto i bordi dell’alga. Aggiungete 2 cucchiaini di zenzero addolcito nell’agave e stendetelo sul riso. Cominciate ad avvolgere il sushi partendo dal basso verso l’alto, fino ad ottenere un cannolo ben chiuso. Tagliate il sushi in 3 parti, prima di mangiarlo bagnatelo nel restante intingolo di zenzero e agave.

Buon appetito!

LEGGI le altre ricette di Teresa Tranfaglia adatte per chi è intollerante al glutine e al lattosio.


Teresa Tranfaglia
Teresa Tranfaglia (biografia e libri), laureata in Pedagogia e Vigilanza Scolastica, è autrice di testi che suggeriscono come affrontare le... Leggi la biografia
Teresa Tranfaglia (biografia e libri), laureata in Pedagogia e Vigilanza Scolastica, è autrice di testi che suggeriscono come affrontare le intolleranze alimentari. Esperta di macrobiotica e alimentazione naturale, da circa trent’anni si occupa di intolleranze, in particolare, al glutine e alla caseina. Con Macro Edizioni ha scritto:... Leggi la biografia

137 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto