Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Risotto semi-integrale ai porri, timo e limone

Alimentazione e Diete

Risotto semi-integrale ai porri, timo e limone

Alimentazione e Diete

Risotto semi-integrale ai porri, timo e limone
161 condivisioni

Il riso semi-integrale si presta molto bene per il risotto, perchè ha un tempo di cottura non troppo differente rispetto a quello bianco. Il riso integrale è meno adatto per via dei tempi di cottura molto più lunghi. Scegliere il riso semi integrale al posto di quello brillato è un primo passo per migliorare l’alimentazione e diventare consapevoli dell’effetto del cibo sul nostro corpo.


Dealma Franceschetti

Il riso semi-integrale si presta molto bene per il risotto, perchè ha un tempo di cottura non troppo differente rispetto a quello bianco.

Il riso integrale è meno adatto per via dei tempi di cottura molto più lunghi.

Scegliere il riso semi integrale al posto di quello brillato è un primo passo per migliorare l’alimentazione e diventare consapevoli dell’effetto del cibo sul nostro corpo.

 

 

Perchè il riso brillato fa male?

  1. Alza velocemente la glicemia;
  2. favorisce la stitichezza;
  3. indebolisce lo stomaco;
  4. infiamma;
  5. è lavorato con talco e parffina, sostanze tossiche, sospettate di essere cancerogene.

CEREALI INTEGRALI: PRO E CONTRO
LEGGI L'ARTICOLO!

 

Ricetta con porri, timo e limone

Ingredienti per 3-4 persone:

  • 300 g di riso semi-integrale
  • 2 porri
  • ½ bicchiere di vino bianco (facoltativo)
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 2 strisce di buccia di limone
  • 4 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
  • ½ cucchiaino di sale marino integrale
  • 2 litri di brodo vegetale (cipolla, sedano, carota, kombu)
  • timo fresco

Prepara il brodo vegetale facendo bollire in due litri d'acqua una cipolla, una carota, un gambo di sedano e 5 cm di alga kombu, per 30 minuti senza sale.

Pulisci i porri, tagliali per il lungo a metà e affettali sottili. Io utilizzo anche la parte verde più morbida, tagliandola molto sottile. Falli rosolare in padella con l'olio e un pizzico di sale.

Quando sono ben rosolati aggiungi il riso e fallo tostare per 2-3 minuti mescolando continuamente. Sfuma con il vino bianco alzando un po' la fiamma per farlo evaporare.

Aggiungi mezzo cucchiaino scarso di sale e 2 mestoli di brodo caldo e quando inizia a bollire abbassa la fiamma e inizia a calcolare il tempo di cottura, che sarà di circa 20-25 minuti.

Il risotto va seguito da vicino, quindi resta nei paraggi per mescolare ogni tanto e appena si asciuga un pochino aggiungi altre 2 mestolate di brodo caldo.

Nel frattempo taglia con il pelapatate due strisce di buccia di limone. Se all'interno delle bucce è rimasta un po' di parte bianca, cerca di toglierla con un coltellino affilato. Taglia le bucce a julienne sottili e tienile da parte.

Spremi mezzo limone e tieni da parte il succo.

Negli ultimi 5 minuti di cottura aggiungi 2 cucchiai di succo di limone e la buccia a julienne. Assaggia per controllare la cottura del riso e la sapidità e se necessario aggiusta di sale.

All’ultimo aggiungi qualche fogliolina di timo. Cerca di lasciare il risotto piuttosto morbido, non asciutto.

Servi come preferisci in piatti fondi o come ho fatto io mettendo il riso in uno stampino. In questo caso lascialo riposare nello stampo per 1 minuto prima di rivoltarlo sul piatto. Decora con un rametto di timo e servi.

 

Come ritrovare l'equilibrio e un buon rapporto con il cibo

 

Leggi il libro di Dealma


Dealma Franceschetti
Dealma Franceschetti è una autrice, cuoca, consulente macrobiotica e foodblogger.Diplomata a La Sana Gola di Milano, ha creato il progetto “La... Leggi la biografia
Dealma Franceschetti è una autrice, cuoca, consulente macrobiotica e foodblogger.Diplomata a La Sana Gola di Milano, ha creato il progetto “La via macrobiotica” attraverso un sito e un blog: quest'ultimo è diventato il più importante punto di riferimento sul web per la macrobiotica.Oggi Dealma Franceschetti tiene corsi di cucina... Leggi la biografia

161 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto