Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Attenti al fruttosio!

Alimentazione e Diete

Attenti al fruttosio!

Alimentazione e Diete

Attenti al fruttosio!
11 condivisioni

Il fruttosio viene spesso presentato come un'alternativa sana allo zucchero bianco, tanto da essere sempre più impiegato per dolcificare vari prodotti. Purtroppo le cose non stanno esattamente così: il fruttosio è un dolcificante da non assumere alla leggera.


Giuliana Lomazzi

Il fruttosio viene spesso presentato come un'alternativa sana allo zucchero bianco, tanto da essere sempre più impiegato per dolcificare vari prodotti.

Purtroppo le cose non stanno esattamente così: il fruttosio è un dolcificante da non assumere alla leggera.

Cos'è il fruttosio

Il fruttosio è uno zucchero semplice. È una componente del comune zucchero di barbabietola, o saccarosio, che da parte sua è un disaccaride (contiene infatti anche glucosio); si trova poi nella frutta, tanto da essere definito “zucchero della frutta”, benché questa non ne contenga grandi quantità e abbia anche altri zuccheri.

Il fruttosio e il saccarosio hanno le stesse calorie, ma il primo ha un potere dolcificante superiore, quindi se ne può usare meno. Inoltre ha un indice glicemico contenuto e non causa un picco glicemico. Parrebbe dunque la soluzione ideale per chi è in sovrappeso o soffre di diabete. Ma il rovescio della medaglia è piuttosto sgradevole…

"IO NON MI AMMALO" 9 FACILE REGOLE CHE ALLUNGANO LA VITA

 

I pericoli del fruttosio

Sono ormai numerosi gli studi che mettono in rilievo i danni derivati da un eccessivo consumo di fruttosio per tempi prolungati, cosa che può rivelarsi anche peggiore del consumo di glucosio.

Intendiamoci, sotto accusa non è il fruttosio contenuto in modo naturale nella frutta, insieme a molti altri nutrienti (fibre, vitamine, minerali, antiossidanti) che formano un armonico equilibrio. Sul banco degli imputati è il fruttosio in scatola, che viene proposto come uno zucchero. Non è un caso che l'American Diabetes Association ne sconsigli l'impiego come dolcificante.

SCARICA UN ESTRATTO GRATUITO DEL LIBRO "IO NON MI AMMALO"

 

7 fattori negativi del fruttosio

 

1. Sovrappeso

Il fruttosio ha un brutto difetto: non sazia, addirittura stimola l'appetito. Questo perché ostacola l'azione della leptina, l'ormone che riduce l'appetito, ma non quello della grelina, l'ormone che ha un effetto contrario ma che dopo mangiato normalmente si placa. Così, in assenza del segnale di sazietà, si continua a mangiare. 

2. Steatosi epatica

La steatosi epatica è il così detto fegato grasso. Mentre il glucosio può essere utilizzato da qualsiasi cellula dell'organismo, il fruttosio può essere metabolizzato solo dal fegato.

Se è troppo si accumula sotto forma di grasso: a livello viscerale, cioè intorno agli organi addominali (il più pericoloso per la salute, in particolare per le malattie cardiache) ma anche nel fegato, con una conseguente degradazione di quest'organo.

3. Aumento dei trigliceridi

Ovvero di lipidi che si accumulano nel sangue e che, quando in eccesso, sono all'origine delle malattie cardiovascolari e dell'ictus.

4. Insulino-resistenza

Il fruttosio non agisce direttamente sulla produzione di insulina, ma in modo indiretto. Il risultato non è molto diverso: le cellule risultano meno sensibili all'azione dell'insulina, spianando di fatto la strada al diabete di tipo 2.

Diabete di tipo 2: che cosa mangiare per abbassarlo

 

5. Produzione di AGE

Gli AGE sono i così detti prodotti della glicazione avanzata. Sono dei composti chimici derivati dalla combinazione dello zucchero con grassi e proteine. Aumentano il rischio di complicanze del diabete e di contrarre varie patologie.

6. Ipertensione

Il fruttosio può alzare la pressione, portando a un maggior rischio di ictus.

7. Gotta

Dal momento che favorisce l'accumulo di acido urico, il fruttosio può causare la gotta, malattia che comporta frequenti attacchi di artrite.

Dove si trova il fruttosio

Il futtosio lo contengono in particolare il miele (circa 50%) e lo sciroppo di agave, che può contenerne il 70-97%. Benché si tratti di dolcificanti naturali che, oltre al fruttosio, hanno dei nutrienti interessanti, chiaramente è bene consumarli con moderazione.

Zucchero: l'alternativa dei dolcificanti naturali, i pro e contro

 

L'ideale è consumare questo zucchero soltanto nella frutta, limitando al massimo altre fonti, particolarmente le bibite: basti pensare che una lattina da 330 ml ha 40 grammi di zucchero, di cui almeno la metà è fruttosio.

SCARICA UN ESTRATTO GRATUITO DEL LIBRO "IO NON MI AMMALO"

 


Giuliana Lomazzi
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso... Leggi la biografia
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso l'Università di Milano, dopo un'esperienza di insegnamento nelle scuole superiori, ha iniziato nel 1990 a lavorare nell'editoria, prima come traduttrice e poi come autrice e giornalista.I suoi interessi... Leggi la biografia

11 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto