Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Salute e Benessere

Acqua alcalina, papaya fermentata...tutti i benefici della Terapia Antiacida

Salute e Benessere

Acqua alcalina, papaya fermentata...tutti i benefici della Terapia Antiacida

Salute e Benessere

Acqua alcalina, papaya fermentata...tutti i benefici della Terapia Antiacida

Il Dott. Stefano Fais, una delle più importanti e riconosciute autorità nella ricerca oncologica, spiega nel suo La Terapia Antiacida l'importanza dell'acqua per il nostro corpo. Noi siamo fatti di acqua, tutto il nostro corpo ha bisogno di acqua. L’ideale sarebbe berne almeno 2 libri di acqua al giorno, meglio se alcalina con un ph da 8,5 a 9,5. Sempre il dottor Fais ci indica, per la nostra salute, l'importanza dei cibi fermentati, tra questi in particolare l'assunzione della Papaya Fermentata.


Beatrice Piva

SCOPRI IL LIBRO E IL VIDEO CORSO DEL DR. FAIS

 

È oramai risaputo quanto sia importante per la nostra salute bere acqua nella quantità necessaria per il buon funzionamento del nostro organismo.

Ma quali caratteristiche deve avere l'acqua per offrirci il meglio delle sue proprietà benefiche?

Grande attenzione è sempre più rivolta all'importanza della percentuale di alcalinità contenuta nell'acqua. L'acqua deve essere alcalina cioè contenere tamponi antiacidi per neutralizzare o contrastare l’accumulo degli acidi metabolici ed alimentari.

Oltre alla caratteristica dell'alcalinità l’acqua potabile da bere e cucinare giornalmente, per avere effetto salutare, deve possedere le seguenti caratteristiche essenziali:

  1. deve essere pura (esente da veleni chimici o organici e non deve contenere microrganismi dannosi) e possibilmente ossigenata;
  2. deve avere un residuo fisso medio-basso, caratteristica necessaria per essere facilmente assorbita dalle membrane mucose dei villi intestinali, dalle pareti dei capillari e dai tessuti; in questo modo sarà più idratante e drenante (pulente) per tutti i tessuti;
  3. deve essere, possibilmente, ionizzata ed idrogenata.

Più nello specifico l’acqua alcalina è classificata tale se contiene, in un dato volume, una prevalenza di ioni OH- rispetto allo ione H+ che, invece, è segno di acidità. Gli ioni OH- derivano (naturalmente) dalla scissione degli idrossidi, dei bicarbonati di minerali alcalini (potassio, calcio, sodio, magnesio) o dalla trasformazione degli acidi organici ma anche tramite la tecnologia dell’elettrolisi la quale, utilizzando corrente elettrica, scinde la molecola d’acqua (H2O) in H+ e OH-.

L'acqua alcalina non era conosciuta in Italia fino a 14 anni fa cioè prima della pubblicazione del libro Invertire l’Invecchiamento di Sang Whang (Macro 2006). Le varie acque alcaline si distinguono per la presenza in esse di uno o più dei seguenti minerali: potassio, calcio, sodio e magnesio, e la loro efficacia non è uguale perché questi minerali hanno un potere alcalinizzante e tampone differente. Tra tutti, il potassio è quello che ha il potere alcalinizzante maggiore, poi viene il sodio, il calcio e, infine, il magnesio. Pertanto, le acque che contengono ioni potassio sono più alcalinizzanti di quelle che contengono ioni calcio e ioni magnesio.

Questo tipo d'acqua viva, presente naturalmente in molte parti del pianeta, oggi è possibile averla in tutte le case sia utilizzando degli apparecchi chiamati ionizzatori/idrogenatori d'acqua oppure aggiungendo all’acqua (pura e a basso residuo fisso) alcune gocce di speciali preparati in grado di alcalinizzarla, ionizzarla ed idrogenarla. L'acqua alcalina ionizzata ed idrogenata a basso residuo fisso è la più idonea per l’idratazione quotidiana anche per chi ha problemi renali.

Il Dott. Stefano Fais, una delle più importanti e riconosciute autorità nella ricerca oncologica, spiega nel suo La Terapia Antiacida l'importanza dell'acqua per il nostro corpo. Noi siamo fatti di acqua, tutto il nostro corpo ha bisogno di acqua. Bisogna bere almeno 2 libri di acqua al giorno, meglio se alcalina con un ph da 8,5 a 9,5.

Sempre il dottor Fais ci indica, per la nostra salute, l'importanza dei cibi fermentati, tra questi in particolare l'assunzione della Papaya fermentata. È ormai assodato che prodotti con potere anti-ossidante garantiscono una vita più lunga ed in buona salute e la Papaya fermentata, secondo recenti studi, si è dimostrata un eccellente anti-ossidante e si è altresì dimostrata un ottimo nutraceutico coadiuvante in varie terapie, da quelle oncologiche fino a quelle immunostimolanti.

 

  

 

 

Definito da molti naturisti “Elisir di lunga vita”, la presenza di enzimi e polifenoli permetterebbe di espletare azione antiossidante e anti-invecchiamento nelle persone sane e ben nutrite. Ciò consentirebbe di contrastare lo stress ossidativo, ossia quella condizione patologica causata dalla rottura dell’equilibrio fisiologico, in un organismo vivente, tra la sintesi e l’eliminazione di composti ossidanti.

Tra i vari fattori esterni di “stress” presenti nell’ambiente troviamo:

  • inquinamento fisico: radiazioni, raggi ultravioletti e UVB;
  • inquinamento atmosferico: fumo di tabacchi, ozono, solventi, piombo tetraetile, idrocarburi etc.;
  • inquinamento alimentare: conservanti, pesticidi;
  • inquinamento idrico: nitrati e metalli pesanti;
  • infezioni: batteri, virus e parassiti.

L'assunzione di acqua alcalina in quantità non inferiore ai due litri al giorno e l'uso della Papaya fermentata sono consigli che portano quindi ad importantissimi benefici per la salute nella sua totalità e in particolare nella cura dei tumori.

Stefano Fais ne riassume tutti i benefici, avvalendosi delle testimonianze dei suoi pazienti, creando una completa terapia di prevenzione e cura. Nella sua Terapia Antiacida per la Cura dei Tumori propone un vero e proprio percorso terapeutico alcalinizzante contro i tumori. Anche l'interpretazione dell'origine del cancro viene mutata: è l'ambiente organico e cellulare che predispone cellule già esistenti a mutare e proliferare e non la malignità di alcune cellule che si impongono su altre.

L'autore in maniera chiara e dettagliata spiega:

  • qual è l’attuale terapia dei tumori;
  • perché ogni paziente va considerato per la propria personale vita vissuta e non solo per lo stadio della sua malattia;
  • la correlazione che c’è tra tumori e acidità;
  • cos’è il trattamento antiacido e le evidenze scientifiche che provano che funziona;
  • perché i tumori sono malattie e non condanne a morte.


Beatrice Piva
Beatrice Piva, laurea in scienze politiche indirizzo politico sociale, giornalista pubblicista. Di temperamento curioso e creativo, ama comunicare... Leggi la biografia
Beatrice Piva, laurea in scienze politiche indirizzo politico sociale, giornalista pubblicista. Di temperamento curioso e creativo, ama comunicare “attraverso la scrittura” le “cose belle” che incontra nella vita. Si occupa di pubbliche relazioni, organizzazione di eventi e cura diversi uffici stampa. Sta per concludere il Master in... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto