Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Abete di castagnaccio al cioccolato fondente e panna di soia

Alimentazione e Diete

Abete di castagnaccio al cioccolato fondente e panna di soia

Alimentazione e Diete

Abete di castagnaccio al cioccolato fondente e panna di soia
44 condivisioni

Un dolce delizioso a base di farina di castagne e cioccolato: la squisita ricetta di Teresa Tranfaglia che non contiene glutine, né proteine del latte animale, né uova.


Teresa Tranfaglia

Questa volta vi propongo un dolce delizioso a base di farina di castagne e cioccolato.

Una volta decorato, il risultato è scenico, perfetto per le grandi occasioni. Viene preparato nei mesi freddi con la farina fresca, ricavata dalle castagne che l’autunno ci dona. Le castagne sono un frutto dolce e molto saporito, per questo motivo, queste preparazioni richiedono poco zucchero.

La ricetta originale è molto semplice; è composta da pochi ingredienti e proviene dalla tradizione culinaria contadina. La versione che vi propongo non contiene glutine, proteine del latte animale, uova.

Risulta di facile esecuzione anche alle persone che non sono degli assi in cucina. Questa ricetta è arricchita con cioccolato fondente, uvetta, mandorle, poi decorata con la panna di soia.

Potrebbe diventare il vostro squisito dessert natalizio, apprezzato da grandi e dai piccoli.  

 

Ingredienti per il castagnaccio

  • 500 gr di farina di castagne 
  • 70 gr di zucchero di canna 
  • 70 gr di cacao amaro in polvere 
  • 60 gr di cioccolato fondente sbriciolato 
  • 20 gr di pinoli 
  • 100 gr di mandorle tritate 
  • 60 gr di uvetta sultanina rinvenuta in acqua 
  • 4 tazzine di marsala 
  • 350 ml di acqua tiepida 
  • 4 cucchiai di olio di mais per l’impasto
  • olio di mais per ungere la teglia 
  • un pizzico di sale 
  • buccia di arancia grattugiata.

Ingredienti per la decorazione

  • una confezione di panna di soia spray
  • stelline di cioccolato fondente o altre decorazioni colorate a piacere.  

Preparazione del dolce 

In una ciotola versate la farina di castagne, il sale, il cacao, lo zucchero e amalgamate gli ingredienti con una forchetta. Inserite, poco alla volta, l'acqua e mescolate di continuo finché il composto diventa liscio e uniforme.  Poi versate il marsala, l’olio di mais, la buccia dell’arancia grattugiata, le mandorle e l’uvetta rinvenuta. 

Mescolate ancora per alcuni minuti, per rendere omogeneo il composto. Ungete una tortiera a forma di abete e versate il castagnaccio.

Se optate per la forma di abete di carta, non è necessario ungere lo stampo. Cospargete la superficie con i pinoli e il cioccolato fondente sbriciolato.

Trasferite la teglia nel forno preriscaldato a 185°C e lasciate cuocere per un'ora circa. Appena è pronto fate sbollentare e poi trasferite il castagnaccio su un bel piatto da portata. Quando l’abete sarà ben freddo, divertitevi a spruzzare i rami con la panna di soia e aggiungete le decorazioni scelte.

L’effetto finale è straordinario, il sapore è unico.  

Avrete un bellissimo abete ricolmo di neve fresca che soddisferà anche i palati più golosi!

Capodanno

Scopri gli altri dolci senza glutine e latte di Teresa Tranfaglia

biscotti vegani  torta senza glutine e latticini  dolci vegani  roccocò

LEGGETE tutte e altre ricette di Teresa Tranfaglia senza glutine e latte di origine animale.

Il Natale per i più piccoli

giochi e favole a natale colora il benessere colora natale


Teresa Tranfaglia
Teresa Tranfaglia (biografia e libri), laureata in Pedagogia e Vigilanza Scolastica, è autrice di testi che suggeriscono come affrontare le... Leggi la biografia
Teresa Tranfaglia (biografia e libri), laureata in Pedagogia e Vigilanza Scolastica, è autrice di testi che suggeriscono come affrontare le intolleranze alimentari. Esperta di macrobiotica e alimentazione naturale, da circa trent’anni si occupa di intolleranze, in particolare, al glutine e alla caseina. Con Macro Edizioni ha scritto:... Leggi la biografia

44 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto