Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza

Cannella: proprietà, ricette e controindicazioni

Scritto da: Giuliana Lomazzi | Alimentazione e Diete, Salute e Benessere

Cannella: proprietà, ricette e controindicazioni

Irresistibile per il gusto allo stesso tempo dolce e lievemente piccante, la cannella ha proprietà che riservano interessanti sorprese.

Profumo di storia

Se pensiamo a una spezia intramontabile, questa è sicuramente la cannella. Originaria dello Sri Lanka, era già usata dagli egizi nel 1600 a. C.

Nel I secolo d. C. lo studioso latino Plinio il Vecchio annotò con disappunto che una libbra (350 g circa) di cannella costava 1000 denari, cioè la bellezza di 5 kg d'argento! Del resto gli arabi, che la portavano sui mercati occidentali, avevano ammantato di mistero la provenienza di questa spezia per mantenere alto il prezzo.

Ancora oggi la cannella non è certo economica: del resto vale la pena acquistarla perché in cucina è più versatile di quanto non si creda e ha poi risvolti positivi sulla salute. Non è un caso che sia sempre stata usata come rimedio naturale per varie affezioni.

Acquistare la cannella

Può sembrare la cosa più facile del mondo, basta andare in negozio! Ma attenzione, in vendita si trovano due tipi in polvere facilmente confondibili, entrambi denominati cannella. Saperli distinguere è importante.

Cannella di Ceylon o regina. Proviene dallo Sri Lanka ed è la più pregiata. Di colore nocciola chiaro, ha un sapore più delicato dell'altra. Per essere certi di quello che si compra, è bene puntare sul prodotto equosolidale e biologico. In fitoterapia si usa solo questa (ed è su questa che ci incentreremo).

Cannella cinese o cassia. Di colore bruno-rossastro, ha gusto più intenso e pungente; sulla lingua lascia un lieve pizzicore. Si può impiegare solo in cucina e a bassi dosaggi. Infatti contiene proporzioni variabili di cumarina, sostanza che ha effetti medicinali e che, con l'accumulo, può causare danni epatici.

Cannella: polvere o bastoncino?

Entrambi sono utili. Chiaramente la polvere si conserva meno, però ha una macinazione ottimale per l'impiego su cibi e bevande. Può essere aggiunta a bevande, torte e biscotti, budini, smoothies, macedonie e frutta cotta.

Ma si può anche prendere ispirazione dai piatti orientali per proporre la cannella in versione salata. Per esempio è stuzzicante sul riso, deliziosa nei curry e sugli ortaggi stufati. Non a caso fa parte di vari mix orientali di spezie, come l'indiano garam masala o il magrebino ras el hanout.

I bastoncini sono ottimi per la preparazione di infusi e vin brulé; qualche pezzetto può anche essere aggiunto alle salse per i cuscus o ai curry indiani.

      

Versatile rimedio

Tradizionalmente, gli usi principali della cannella sono quelli stimolanti e antisettici; questi ultimi sono particolarmente apprezzati nei Paesi caldi, dove questa spezia è molto usata.

Tuttavia possono essere sfruttati anche alle nostre latitudini per contrastare mal di gola e raffreddamenti in genere: in effetti la cannella è in grado di stimolare le difese immunitarie.

Il suo potere antisettico può essere sfruttato poi per la preparazione di semplici collutori casalinghi; basta un pezzetto di cannella, un chiodo di garofano e una manciata di menta per ottenere uno sciacquo che dona anche un alito fresco.

Oltre a ciò, la cannella è digestiva e antiossidante. Ma la ciliegina deve ancora arrivare. La cannella agisce sul grasso adiposo (sopratutto quello addominale), rendendolo più facile da eliminare.

Molti studi la indicano poi come una spezia capace di regolare la glicemia. Nei malati di diabete 2 la cannella è in grado di migliorare il glucosio ematico e abbassare i livelli di trigliceridi e colesterolo totale.

Non è comunque un buon motivo per consumarla a dismisura!

Controindicazioni

A dosi elevate la cannella causa convulsioni, irritazioni alla mucosa intestinale, allergie; da evitare in gravidanza e durante l'allattamento. Chi vuole usare la cannella a scopo curativo deve chiedere consiglio al farmacista o all'erborista.

Ricetta con la cannella: Berberé eritreo

  • 10 peperoncini tagliuzzati (eventualmente privati dei semi)
  • ½ cucchiaio di semi di fieno greco
  • 5 chiodi di garofano
  • ½ cucchiaino di zenzero in polvere
  • 1 cm di cannella
  • 8 chicchi di pimento
  • ½ cucchiaio di pepe nero in grani
  • 30 semini di cardamomo
  • un pizzico di ajowan
  • olio di sesamo non raffinato

Prima di tutto vanno tostate le spezie. Ungi una padella dal fondo spesso con poco olio di sesamo e mettila sul fuoco. Unisci gli ingredienti nell'ordine indicato, tostandoli per pochi minuti e facendo attenzione che non brucino.

Non appena le spezie si saranno intiepidite macinale finemente e trasferiscile in uno o più vasetti.

Letture consigliate:



Potrebbero interessarti