Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Salute e Benessere

7 rimedi contro il colesterolo

Salute e Benessere

7 rimedi contro il colesterolo

Salute e Benessere

7 rimedi contro il colesterolo
210 condivisioni

Molti aspetti della nostra salute sono proporzionati ai valori di colesterolo che abbiamo nel sangue. I fattori che ne influenzano i livelli sono da attribuire spesso ad una alimentazione grassa ed abbondante, in parte allo stress e per ultimo anche alla famigliarità. Vediamo insieme 7 rimedi naturali per mantenere nei giusti range i valori del colesterolo grazie all'alimentazione sana e naturale.


Redazione ViverSano.net

Le variazioni della pressione sanguigna, le malattie cardiovascolari in genere e dunque la salute del cuore è proporzionata ai valori di colesterolo nel sangue. I fattori che ne influenzano i livelli sono da attribuire ad una alimentazione grassa ed abbondante.

Rientra purtroppo nella cultura occidentale moderna l’uso di grassi saturi di cattiva qualità soprattutto per la produzione di cibi industriali da forno e nei preparati in genere. I grassi di cui parliamo sono le margarine, gli oli vegetali idrogenati e non solo. Citiamo ad esempio l’olio di palma e l’olio di cocco che, durante la raffinazione, viene portato ad alte temperature e diventa nocivo.

Il mercato dell’olio di oliva extra comunitario inoltre non ne garantisce la qualità. Quasi sempre si tratta di olio di oliva al quale viene aggiunto ulteriore olio raffinato o di scarto la cui provenienza rimane dubbia. Ricordiamo che l’uso come condimento del buon olio extra vergine italiano è il primo passo utile per spazzare via il colesterolo cattivo LDL.

Anche lo stress è in grado di far salire il colesterolo cattivo a livelli di guardia. Si possono notare casi in cui il soggetto segue un’alimentazione corretta e naturale ma la vita stressante e i problemi incidono in modo significativo sul colesterolo.

Infine ricordiamo che anche la famigliarità è un altro fattore da non sottovalutare: in questa circostanza i valori alterati sono visibili anche negli individui più giovani.

Vediamo ora i rimedi naturali per mantenere nei giusti range i valori del colesterolo. Possiamo dire che i valori sotto i 200 mg/dl sono da considerarsi buoni. A rischio sono quei ,valori, sempre riferiti al colesterolo totale, che vanno dai 230 mg/dl a salire.

1. La lecitina di soia

La lecitina è un integratore alimentare in granuli ricavata dalla soia. Agisce eliminando nell’intestino il colesterolo accumulato. Essendo un fosfolipide, agisce come emulsionante dei grassi intrappolando e d espellendo i lipidi impedendo che questi vengano assorbiti nel tratto intestinale. La lecitina in generale si trova anche nel rosso dell’uovo, nella carne e nei legumi. La più usata è quella ricavata dalla soia e l’unica controindicazione è rappresentata da possibili reazioni allergiche o fenomeni di sensibilità verso quest’ultima e in caso di osteoporosi grave.

2. Le foglie di olivo

Le foglie di questa pianta mediterranea sono largamente usate per regolarizzare il colesterolo con il duplice vantaggio di agire anche positivamente sui livelli della pressione arteriosa. Esistono in commercio preparati estratti dalle foglie di olivo. La somministrazione per gli sciroppi è di circa tre cucchiai abbondanti a digiuno.
Controindicazioni: non sono note controindicazioni se non possibili sensibilità verso i suoi componenti.

3. Gli omega tre

Gli omega tre sono essenziali per il buon funzionamento del sistema cardiovascolare. Sono acidi grassi ricchi di sostanze benefiche per l’organismo (acido alfa linolenico, acido eicosapentaenoico e quello docosaesaenoico). I trigliceridi e il colesterolo si ridimensionano velocemente aggiungendo quotidianamente nell’alimentazione una buona quota di omega tre.

La fonte più conosciuta di questi acidi grassi è il pesce azzurro (sgombro, alici, sardine e salmone). I vegani e i vegetariani possono trovare gli omega tre mangiando la frutta secca a guscio (noci e mandorle), i semi di chia, oppure olio di oliva, olio di lino e nella canapa.

 

4. Riso rosso fermentato

Dal riso rosso fermentato (oryza sativa) si ricava un integratore utile per combattere il colesterolo. La sua efficacia è attivata dall’azione simile a quella delle statine utilizzate nella terapia farmacologica tradizionale. Il principio attivo anticolesterolo è la monacolina K, che viene trasformata dall’organismo in beta idrossiacido. Il riso rosso fermentato si assume preferibilmente la sera, nel dosaggio di una capsula.
Controindicazioni: non sono note. Tuttavia possono comparire effetti collaterali fra cui debolezza e problemi gastro intestinali.

 

5. Il tarassaco

Il taraxacum officinale o dente di leone è un’erba dalle proprietà anticoleretiche. L’assorbimento del colesterolo avviene tramite l’azione dei fitosteroli e delle fibre solubili di cui è ricco. La parte attiva utilizzata è la radice. L’insalata di tarassaco costituisce un piatto anticolesterolo naturale che non deve mancare sulla nostra tavola. Si può aggiungere una manciata di noci e un carciofo tagliato a fettine sottili. Il tutto condito con un cucchiaio di buon olio extra vergine e il succo di limone e poco sale.

Oppure per un trattamento d’urto la tisana o il macerato sono le forme terapeutiche più utilizzate. Per la tisana occorrono da uno a due cucchiaini da caffè di radice (5 – 10 gr.). La dose per il macerato è di circa 15- 20 gocce due volte durante il giorno.

È controindicato in presenza di calcoli, gravidanza e allattamento. Nei casi di diabete o insufficienza renale si consiglia di consultare il medico.

 

6. Il carciofo

Il carciofo è una pianta tipica mediterranea il cui “frutto” è apprezzato nella cucina italiana per la preparazione di piatti e come amaro dalle proprietà tonico-digestive. È uno dei rimedi erboristici più adatto per aiutare il fegato a espellere il colesterolo LDL in eccesso. Lavora infatti anche sull’assorbimento dei lipidi plasmatici con risultati anche in termini di dimagrimento oltre che salutisti.

Il sapore forte e amaro non lo rende una tisana particolarmente gradevole da bere. Meglio optare per le più comode compresse o per il macerato glicerico da assumere in gocce e diluite in acqua o con del succo di frutta.
Dosaggio: 15 – 30 gocce tre volta al giorno da assumere prima dei pasti principali. Per quanto riguarda le compresse il dosaggio varia in base alla concentrazione definita dalla casa produttrice dell’integratore scelto.

Controindicazioni: sconsigliato in caso di calcolosi.

 

7. Aglio

Nei soggetti in cui i livelli di colesterolo si presentano alti ma che rientrano ancora nei limiti, introdurre l’aglio nell’alimentazione quotidiana può essere di aiuto nel normalizzare la situazione. Alcuni studi hanno infatti dimostrato la sua efficacia nel ridurre in modo considerevole sia il colesterolo totale che i livelli di LDL (colesterolo cattivo). Uno o due spicchi di aglio al giorno sono sufficienti a garantire questi effetti.

Per contrastare gli effetti collaterali causati dal suo odore forte, possiamo optare per le più comode capsule a base di polvere di aglio inodore che garantiscono comunque tutta la sua efficacia. Il dosaggio è di circa 500 mg che corrisponde a una capsula di aglio polverizzato meglio se preso dopo i pasti principali.

Controindicazioni: se si superano le dosi consigliate può causare nausea e vomito ma anche dolori addominali e dissenteria. In caso di gastriti e ulcere è sensato astenersi dal suo utilizzo.

Scritto dalla redazione di ViverSano.net

Leggi anche:

Colesterolo: intervista alla Dott.ssa Debora Rasio


Redazione ViverSano.net
ViverSano.net è un sito dedicato al benessere naturale, alla sana alimentazione e alle cure naturali. Collaboriamo con esperti nutrizionisti,... Leggi la biografia
ViverSano.net è un sito dedicato al benessere naturale, alla sana alimentazione e alle cure naturali. Collaboriamo con esperti nutrizionisti, naturopati, erboristi e foodblogger, con lo scopo di diffondere anche nel nostro Paese la cultura del "Vivere-Sano", spesso sottovalutata e poco considerata. Semplici azioni quotidiane come una sana... Leggi la biografia

210 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto