Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Crescita Personale

Genogramma familiare: significato e come realizzarlo

Crescita Personale

Genogramma familiare: significato e come realizzarlo

Crescita Personale

Genogramma familiare: significato e come realizzarlo
3 condivisioni

La psicologia, negli ultimi anni, ha iniziato ad interessarsi al genogramma familiare. Ritenuto importante per capire meglio la situazione e il comportamento dell'individuo, è ormai considerato un valido aiuto per qualsiasi terapia. Inoltre, può essere uno strumento di autoconoscenza e consapevolezza per tutti noi.


Tatiana Berlaffa

Il genogramma è una rappresentazione visiva bidimensionale di un albero genealogico.

Negli ultimi anni, il genogramma è stato sempre più spesso utilizzato in psicologia come valido aiuto per comprendere la situazione emotiva e psicologica di un paziente.

Può essere utilizzato, però, anche da ciascuno di noi come strumento di autoconoscenza e consapevolezza.

Il Dr. Mark Wolynn è uno dei maggiori esperti di traumi familiari ereditari. All'interno del suo libro 'Non È Colpa Tua' ci permette di conoscere più da vicino il genogramma familiare e ci insegna a realizzare il nostro. Inoltre, ci fornisce qualche esempio di genogramma per comprendere meglio questa tecnica.

SCOPRI IL LIBRO DEL DR. WOLYNN "NON È COLPA TUA"

 

Prima di addentrarci nella creazione di uno schema di genogramma, capiamo perché potrebbe essere utile nella nostra vita.

Così, avrai un modello di genogramma familiare da compilare.

Genogramma familiare: perchè?

La scienza, in particolare l'epigenetica, ha ormai dimostrato che alcuni traumi vissuti da genitori e addirittura da nonni o bisnonni, vengono trasmessi ai figli attraverso il DNA. Alcune micromodificazioni genetiche, infatti, si tramandano di generazione in generazione.

L'epigenetica e i suoi meccanismi

 

In uno studio pubblicato nel 2015 all'interno di 'Biological Psichiatry', in relazione allo stress, è stata fatta un'interessante scoperta. Gli ebrei che avevano vissuto il dramma dell'Olocausto e i loro figli condividevano un modello genetico simile.

Pertanto, se all'interno della nostra famiglia di origine, qualche membro ha vissuto traumi di guerra, malattie, carestie, abbandoni, questo potrebbe essere presente geneticamente anche in noi. Ciò può far sì che adottiamo comportamenti o pensieri non funzionali al nostro benessere perfino oggi. 

In questa luce, il significato del genogramma all'interno della nostra vita, assume grande valore. Potrebbe permetterci di capire meglio le nostre paure e le nostre modalità di agire e aiutarci a cambiarle grazie alla consapevolezza.

SCARICA ORA 4 ESTRATTI GRATUITI DEL LIBRO!

 

Alla scoperta della nostra frase focale

Se hai qualche ansia o paura, sai quanto questa può procurarti sofferenza e impedirti di agire come vorresti. Alla base di questa tua preoccupazione può esserci, come abbiamo detto, qualcosa di molto antico e il genogramma familiare può aiutarti a risolverlo.

Ma qual è la tua più grande paura? Spesso si tratta di un timore che abbiamo avuto per tutta la vita. Se non ti è immediatamente chiaro quale sia la tua paura più profonda, prova a rispondere alla seguente domanda.

Se la tua vita dovesse crollare, se le cose andassero incredibilmente male, cosa ti succederebbe? 

Non accontentarti della tua prima risposta, vai più a fondo continuando a chiederti: 'e allora cosa succederebbe?'. Ad un certo punto, quando la frase focale sarà quella giusta, sentirai che qualcosa 'risuona' dentro di te, sarà familiare, saprai che è proprio la tua.

Esempi di frasi focali

Le frasi focali, di solito, suonano più o meno così.

  • 'Sono completamente solo'
  • 'Io perderò tutto'
  • 'Impazzirò'
  • 'Farò del male a mio figlio'
  • 'Mi odieranno'
  • 'Mi ucciderò'

E via dicendo.

Non spaventarti se ti sembra di aver 'evocato' il tuo peggior nemico. Anzi, sii contento di averlo identificato e abbi la certezza che il genogramma può aiutarti a conoscere meglio la tua paura e ad affrontarla.

 

 

Come realizzare il genogramma

1. La famiglia

Risali di 3 o 4 generazioni indietro nella tua famiglia. Costruisci un diagramma che includa genitori, nonni, bisnonni, fratelli, sorelle, zii e zie. Non è necessario che tu risalga più indietro dei bisnonni. Utilizza dei quadrati per rappresentare gli uomini e dei cerchi per le femmine.

Crea delle linee che rappresentino i rami dell'albero genealogico e che uniscano tra loro i componenti della famiglia, in orizzontale quelli che appartengono alla stessa generazione, in verticale i 'discendenti'. Elenca i figli dei tuoi genitori, dei tuoi nonni e dei tuoi bisnonni. Non è necessario scrivere i nomi dei figli avuti da zii e zie. Il tuo genogramma sarà comunque efficace.

 

2. Eventuali traumi

Accanto ad ogni familiare scrivi gli eventuali traumi o il destino difficile che hanno vissuto. Se i tuoi genitori e nonni sono ancora vivi puoi chiedere a loro alcune informazioni. Ma non preoccuparti se non riesci ad ottenere tutto ciò che vuoi sapere. Puoi agire con quello che sai. Sarà più che sufficiente.

Gli eventi traumatici avvenuti nella tua famiglia di origine possono essere: 'morti premature', allontanamenti da casa (volontari o meno), abbandoni, esclusioni dalla famiglia, adozioni, morti di parto, figli nati morti, aborti spontanei o meno, suicidi, crimini.

O, ancora, possono essere eventi catastrofici, perdite di beni economici, ad esempio la casa, episodi in guerra, uccisioni ecc. Se qualcuno della tua famiglia ha fatto del male o ucciso qualcuno, inserisci la persona danneggiata all'interno dell'albero genealogico poiché anch'essa ne è entrata a far parte e tu potresti esserti 'identificato' inconsciamente con la vittima o con l'aggressore. Allo stesso modo, se qualcuno ha imbrogliato o ferito qualcuno merita un'indagine a parte. Così come è importante inserire se qualcuno è stato rinchiuso in prigione (più o meno giustamente), disabilità fisiche o mentali, rapporti amorosi prima del matrimonio con altre persone e come e perché sono finiti. 

3. La frase focale

In cima al genogramma, inserisci la tua 'frase focale', cioè la tua peggiore paura che avrai individuato nel modo indicato precedentemente. Prendi poi in esame tutti i componenti del tuo genogramma. Chi pensi potrebbe essersi sentito come te? Potrebbe trattarsi di uno dei tuoi genitori, della sorella di tua nonna che è stata rinchiusa in un ospedale psichiatrico o di tuo fratello maggiore che tua madre ha perso in un aborto spontaneo prima di averti. Potrebbe essere qualcuno di cui non si parla molto in famiglia. 

SCOPRI IL LIBRO DEL DR. WOLYNN "NON È COLPA TUA"

 

Trasforma la tua paura in punto di forza

Ciò che emerge grazie all'utilizzo del genogramma può essere molto intenso e lasciare destabilizzati.

Grazie alla comprensione dell'origine di un proprio malessere, però, si può riuscire ad integrare queste nuove conoscenze e a cambiarle fino a farle diventare motivo di forza.

Il fatto di 'rendere visibile' ciò che prima non lo era può rilasciare molto spazio dentro di noi e attorno a noi. Può permetterci di essere più gentili nei confronti di noi stessi e aiutarci ad accettare ciò che prima non capivamo.

E' fondamentale 'fare pace' con la storia dei propri avi al fine di portare questa serenità nella propria storia personale.

Pratiche di accettazione

  1. Crea la tua frase guaritrice - trova una frase che rispecchi la tua situazione ma che 'ristabilisca un ordine'. Se l'emozione che provi non ti appartiene, 'restituiscila dolcemente a colui o colei a cui è appartenuta'.
    Un esempio di frase guaritrice da ripetere quando ti senti 'sopraffatto' è: 'Farò qualcosa di significativo e lo dedicherò a te' oppure: 'Farò scaturire qualcosa di buono da questa tragedia'.

  2. Crea la tua immagine di guarigione - cerca una foto o un simbolo che rappresenti per te la persona che ha vissuto il trauma con cui ti sei inconsciamente identificato. Ponila di fronte a te. Inspira e, quando espiri, restituisci le sensazioni che provi al legittimo proprietario sentendoti sempre più leggero.

  3. Senti il tuo corpo - qualsiasi emozione, oltre che provocare una reazione mentale, la produce anche nel nostro corpo. Quando ti senti a disagio e te ne accorgi, metti una mano nel punto in cui 'senti' questo malessere. Può essere l'addome, la gola, la testa, il cuore ecc. e pensa mentalmente 'Io sono qui, respirerò finché non ti sarai calmato'.

La scoperta del proprio genogramma può essere un'esperienza affascinante, produrre dei cambiamenti in noi e in chi ci circonda e aiutarci a crescere e migliorare.

SCARICA ORA 4 ESTRATTI GRATUITI DEL LIBRO!

 

Non È Colpa Tua - LIBRO

Supera i traumi familiari ereditati che ti rovinano la vita

Mark Wolynn


Tatiana Berlaffa
Il mondo della comunicazione è il mio lavoro e la mia passione.Scrivo come blogger, giornalista freelance e social media editor.Prima di scrivere... Leggi la biografia
Il mondo della comunicazione è il mio lavoro e la mia passione.Scrivo come blogger, giornalista freelance e social media editor.Prima di scrivere di qualsiasi cosa, la provo in prima persona.Sono appassionata di tematiche legate al benessere e alla crescita personale. Amo le novità, viaggiare da sola e imparare lingue straniere.Tra i miei... Leggi la biografia

3 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto