Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Dal dessert al medicamento: il kuzu è una radice polivalente, ideale per la tavola e il bruciore di stomaco (e non solo)

Alimentazione e Diete

Dal dessert al medicamento: il kuzu è una radice polivalente, ideale per la tavola e il bruciore di stomaco (e non solo)

Alimentazione e Diete

Dal dessert al medicamento: il kuzu è una radice polivalente, ideale per la tavola e il bruciore di stomaco (e non solo)
51 condivisioni

L’originale kuzu (Pueraria lobasta) è una radice giapponese che cresce a circa un metro di profondità. È originaria dell’isola vulcanica di Hokkaido che si trova in Giappone. La pianta è assai longeva, vive perfino sulle rocce e dura fino a 100 anni, ha dei bei fiori violetti e azzurri.


Teresa Tranfaglia

L’originale kuzu (Pueraria lobasta) è una radice giapponese che cresce a circa un metro di profondità. È originaria dell’isola vulcanica di Hokkaido che si trova in Giappone. La pianta è assai longeva, vive perfino sulle rocce e dura fino a 100 anni, ha dei bei fiori violetti e azzurri.
In erboristeria si usa solo la radice del kuzu, dalla quale si estrae un amido con cui si prepara una specie di fecola molto solubile e digeribile che si aggrega in piccole zolle bianche: così si presenta il kuzu.
Il kuzu è usato dai medici orientali, ma anche da molti naturopati occidentali come alcalinizzante, per curare influenze, intestino debole, muchi, ernia iatale, bruciori di stomaco e come coadiuvante per recuperare le forze.
Il kuzu è ottimo per neutralizzare l’acidità, rilassare i muscoli troppo tesi e combatte febbre e raffreddore. È un gastro-protettore naturale. Aiuta a risolvere la diarrea, ma regola anche la stitichezza. Essendo ricco di isoflavoni ha pure proprietà anti infiammatorie, antimicotiche e anti tumorali. Non contiene glutine.
È usato in cucina come addensante nelle zuppe, nelle vellutate, nelle salse, nei dolci, per preparare gelatine, gelati e creme. Se volete usare il kuzu come medicamento, eseguite la seguente ricetta del maestro Muramoto:

Ricetta del kuzu come medicamento
Ingredienti:
1 cucchiaino da the di kuzu
mezza tazza d’acqua
qualche goccia di tamari

Sciogliete il kuzu nell’acqua fredda, versandola un po’ per volta. Ponete sul fuoco e mescolate fino a che la miscela diventa trasparente. Aggiungete il tamari, mescolate per qualche secondo e spegnete. Il kuzu va assunto 10 minuti prima dei pasti; è molto efficace se preso al mattino.

Ricetta del kuzu con la mela come dessert
Ingredienti:
1 mela golden o renetta 1/2 cucchiaio di kuzu
1 pizzico di sale
100ml di acqua fredda

Lavate, mondate e tagliate a fettine la mela. Ponetela in una pentola con un poco di acqua e il sale. Fate cuocere per 5 minuti. Nel frattempo, sciogliete in poca acqua fredda il kuzu, versando poco alla volta la restante acqua.
Unite la miscela di kuzu alla mela che è in cottura. Mescolate di continuo fino a quando il composto diventa trasparente. Spegnete e servite tiepido.

Vedi le altre ricette (senza glutine e latticini) proposte da Teresa Tranfaglia:
- Umeboshi e foglie di shiso: nostre alleate contro l’acidità dello stomaco e molto altro ancora
- Il Kefir d’acqua: la soluzione ideale per una buona flora intestinale
- Gustoso e salutare: l’avocado, nostro alleato a tavola, si fa… gelato!
- Il latte di mandorle, bevanda perfetta per l’estate
- Il gomasio: l’alternativa perfetta al sale senza togliere gusto agli alimenti


Teresa Tranfaglia
Teresa Tranfaglia (biografia e libri), laureata in Pedagogia e Vigilanza Scolastica, è autrice di testi che suggeriscono come affrontare le... Leggi la biografia
Teresa Tranfaglia (biografia e libri), laureata in Pedagogia e Vigilanza Scolastica, è autrice di testi che suggeriscono come affrontare le intolleranze alimentari. Esperta di macrobiotica e alimentazione naturale, da circa trent’anni si occupa di intolleranze, in particolare, al glutine e alla caseina. Con Macro Edizioni ha scritto:... Leggi la biografia

51 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto