Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Prepariamoci all’autunno con borragine, amaranto, bietola e molti altri vegetali mineralizzanti

Alimentazione e Diete

Prepariamoci all’autunno con borragine, amaranto, bietola e molti altri vegetali mineralizzanti

Alimentazione e Diete

Prepariamoci all’autunno con borragine, amaranto, bietola e molti altri vegetali mineralizzanti
2 condivisioni

Con l’autunno in arrivo, nasce il desiderio di pietanze calde che rallegrano le nostre serate e la nostra tavola. In questo menù (sempre attento alle esigenze degli intolleranti al glutine e ai latticini) risaltano alcuni vegetali che ci rafforzano e ci mineralizzano per affrontare al meglio i mesi freddi: la borragine, l’amaranto, la bietola e altri preziosi alimenti. Buon appetito!


Teresa Tranfaglia

Con l’autunno in arrivo, nasce il desiderio di pietanze calde che rallegrano le nostre serate e la nostra tavola. In questo menù (sempre attento alle esigenze degli intolleranti al glutine e ai latticini) risaltano alcuni vegetali che ci rafforzano e ci mineralizzano per affrontare al meglio i mesi freddi: la borragine, l’amaranto, la bietola e altri preziosi alimenti. Buon appetito!

Ecco le mie proposte:
Antipasto: borragine fritta
Primo piatto: zuppa di amaranto con fagioli e finocchi
Secondo piatto: polpette di fave
Contorno: bietole in besciamella con nocciole
Dessert: mele farcite al forno

Dosi per 5 persone

Antipasto: Borragine fritta

Ingredienti:
10 foglie di borragine di grandezza media
pastella per frittura
olio per friggere
pepe o zenzero in polvere.

Per la pastella:
1 tazza e mezza di farina di riso semi-integrale
2 tazze di acqua tiepida
1 cucchiaino di kuzu
2 cucchiaini di sale

Ponete la farina, il kuzu e il sale in una terrina, unite poco per volta l’acqua lavorando gli ingredienti con una forchetta fino ad ottenere una pastella omogenea. Continuate la ricetta della borragine così: Lavate mondate e asciugate le foglie di borragine.
Passatele nella pastella e subito nella padella con abbondante olio caldo. Fate cuocere la borragine da ambo i lati, poggiate su carta assorbente e pepate. La borragine deve risultare molto croccante.

Primo piatto: Zuppa di amaranto con fagioli e finocchi

L’amaranto è un seme che viene utilizzato come un cereale, non contiene glutine. Arriva dal centro America ed è tra i più ricchi vegetali esistenti con circa il 16% di proteine. E’ ricco di fibre e contiene elevate quantità di lisina, calcio, fosforo, magnesio e ferro.

Ingredienti:
250g. di amaranto già cotto
2 bicchieri di fagioli cannellini tenuti a bagno per 3 ore
1 striscia di alga kombu
6 finocchi con le code
olio extravergine di oliva q.b.
1 spicchio d’aglio sale q.b.
prezzemolo lavato e tritato
1 peperone piccante.

Cottura dell’amaranto
Ingredienti:
1 tazza di amaranto
3 tazze di acqua
1 cucchiaino di sale

Lavate e colate l’amaranto. Ponetelo in una pentola con l’acqua e il sale. Fate bollire, con il coperchio un poco scostato, per 30 minuti (20 minuti se la pentola è a pressione). Il sapore è gradevole, dolciastro, ricorda quello della nocciola.
Continuate la ricetta della zuppa in questo modo: Lavate i fagioli e metteteli nella pentola con circa 800 ml di acqua e l’alga kombu. Portate ad ebollizione, moderate la fiamma e fate cuocere per circa un’ora con il coperchio appena scostato. Pulite, lavate e lessate i finocchi, (utilizzate anche le code) in acqua bollente salata.
In una pentola versate l’olio, uno spicchio d’aglio e fate soffriggere per 2 minuti. Unite i fagioli e i finocchi cotti e poco per volta anche tutta l’acqua di cottura dei fagioli, versate anche l’amaranto cotto e lasciate sobbollire per 10 minuti. Aggiungete il peperone, amalgamate gli ingredienti e servite con un trito di prezzemolo crudo.

Secondo piatto: Polpette di fave

Ingredienti:
300g. di fave secche ammollate in acqua per una notte
1 pezzo di alga kombu di 10 cm
1 carota tritata
2 gambi di sedano tritati
1 scalogno tritato
1 tazza di gallette di riso tostate e macinate
2 cucchiai di gomasio
1 pugno di farina di riso integrale per infarinare le polpette
sale q.b.
pepe olio evo q.b.
olio per friggere.

Cuocete le fave con l’alga kombu e 400ml di acqua per 30 - 40 minuti. Dopo la cottura passatele al passaverdura. Aggiungete le carote, il sedano, lo scalogno. Saltate il tutto in una padella con un poco di olio evo. Il composto dovrà appassire e asciugare bene.
A fuoco spento unite alla purea di fave il sale, il pepe, il gomasio e le gallette macinate. Lasciate intiepidire l’impasto che dovrà risultare denso, poi formate delle polpette schiacciate. Passatele nella farina di riso, poi doratele in padella con un poco d’olio. Poggiatele su carta assorbente e servite.

Contorno: Bietole in besciamella con le nocciole

Ingredienti:
500g. di bietole lessate e colate
300ml di besciamella
80g. di nocciole tritate
½ cucchiaino di zenzero in polvere
sale, q.b.
olio extravergine di oliva q.b.

Besciamella
Ingredienti
per 500g. di besciamella:
1 spicchio di aglio
3 cucchiai colmi di farina di riso semi integrale
5 cucchiai di olio extra vergine biologico
500 ml di latte di soia
1 grattugiata di noce moscata,
1 cucchiaino di sale.

Ponete l’olio nella pentola, unite la farina e il sale. Mettete sul fornello e mescolate fino a quando si forma una crema omogenea. Versate un poco per volta il latte già bollente, poi la noce moscata.
Portate a bollore mescolando sempre. Lasciate sobbollire per qualche minuto fino a ottenere una crema morbida. Continuate la ricetta in questo modo: Saltate le bietole nell’olio e l’aglio per alcuni minuti. Unite le nocciole tritate finemente, il sale e la besciamella. Mescolate finché il tutto sarà ben amalgamato. Servite con lo zenzero.

Dessert: Mele farcite al forno

Ingredienti:
5 mele golden
3 cucchiai di uvetta rinvenuta in acqua
5 cucchiaini di tahin (burro di sesamo)
1 pizzico di sale per ogni mela
5 cucchiaini di zucchero di canna

Lavate le mele, formate con il coltello una cavità centrale e togliete il torsolo. Inserite nel vuoto l’uvetta, il tahin, il sale e lo zucchero. Ricoprite con il torsolo e ponete le mele su una piccola teglia da forno.
Infornate a 180°C per circa 30 minuti. Sfornate, lasciate intiepidire e servite.

Vedi gli altri Menù consigliati da Teresa Tranfaglia, senza glutine e latticini:
- Alghe, quinoa, semi e frutti di bosco per un menù ricco di minerali e adatto a chi è intollerante a glutine e latticini
- Pesche, albicocche e fiori di zucca per un menù gustoso e colorato
- Menù vegetariano biologico senza glutine e caseina: freschi sapori a base di avocado
- Peperoni, melanzane, zucchine: un menù arcobaleno con i protagonisti dell’estate
- Dai peperoni alle fragole, passando per il mallone


Teresa Tranfaglia
Teresa Tranfaglia (biografia e libri), laureata in Pedagogia e Vigilanza Scolastica, è autrice di testi che suggeriscono come affrontare le... Leggi la biografia
Teresa Tranfaglia (biografia e libri), laureata in Pedagogia e Vigilanza Scolastica, è autrice di testi che suggeriscono come affrontare le intolleranze alimentari. Esperta di macrobiotica e alimentazione naturale, da circa trent’anni si occupa di intolleranze, in particolare, al glutine e alla caseina. Con Macro Edizioni ha scritto:... Leggi la biografia

2 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto