Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Vivere Ecologico

Come fare un semenzaio

Vivere Ecologico

Come fare un semenzaio

Vivere Ecologico

Come fare un semenzaio

L'esperta di autoproduzione Lucia Cuffaro spiega come fare un semenzaio per piantare e far crescere piantine. Facile e pratico, Lucia ci spiega come autoprodurlo, la scelta ottimale di terriccio, dei semi, come prendersi cura del semenzaio, come e quanto annaffiare e come e quando trapiantare.


Redazione Web Macro

Tempo di primavera, di profumi e di natura: la nostra Lucia Cuffaro ci spiega come portare i colori e i profumi tipici di questa stagione anche nella nostra casa, con facilità e pochi centesimi spesi!

Un tutorial pratico e semplice per imparare ad autoprodurre un semenzaio per piantare le piantine.

Lucia Cuffaro è esperta di autoproduzione, risparmio ecologico e fai da te green. Vicepresidente del Movimento per la Decriscita Felice è appassionata di tutto ciò che è possibile fare con le proprie mani senza inquinare l'ambiente.

In sintesi

Scelta della terra e dei semi: terriccio soffice, senza parassiti, concimato. Un mix di semi per ortaggi, piante aromatiche o fiori, in base alla preferenza.
Semina: posizionamento dei semi sul terriccio, da ricoprire con un velo di terra dello stesso tipo.
Cura: semenzaio posto in un luogo protetto dal vento.
Innaffiatura: frequente e delicata, meglio se a pioggia.
Trapianto: raggiunti i 10-15 cm delle piantine, trapianto in vaso o in giardino.

 

SCARICA SUBITO 4 CONSIGLI DI LUCIA PER RISPARMIARE

 

Come fare un semenzaio fai da te

 

 

Il semenzaio è una struttura adatta a far germogliare dei delicati semi, trasformandoli in forti piantine. Si inizia prendendo e quindi riciclando delle confezioni per le uova. Vanno bene sia in cartone che in plastica, così come i vasetti dello yogurt. I semi, per la loro delicatezza e piccolezza, devono essere messi in contenitori di modeste dimensioni, in modo che possano essere spostati a seconda della crescita e del tempo.

Con un chiodo grande o una forbice facciamo 1 o 2 buchi al di sotto di ogni comparto della vaschetta, in modo che l’acqua in eccesso possa defluire. Con l’aiuto di un cucchiaio da cucina, riempiamo ogni comparto con del terriccio, meglio se da semina. Volendo, per risparmiare, possiamo prelevarlo direttamente da un terreno magari abbandonato, se vediamo che ha un bel colore intenso e una grana simile al terriccio che si acquista. La terra va poi compattata con il palmo della mano.

Mettiamo un semino da fiore, ortaggio o erba aromatica al centro del comparto e copriamo con un velo di terriccio. Lo spessore consigliato per la copertura è da 1 a 1,5 volte rispetto alla dimensione del seme. Premiamo leggermente la terra per evitare le “bolle” intorno ai semi. Una volta eseguita l’operazione della semina, possiamo innaffiare avendo ben cura di non far cadere l’acqua con forza: meglio farla scivolare dalle mani. La delicatezza in questa fase iniziale è necessaria.

 

 

Il semenzaio va posizionato in un luogo abbastanza ombreggiato e al riparo dal vento. Sotto possiamo disporre un grande sottovaso per lo scolo dell’acqua. Se dovessero esserci delle giornate particolarmente fredde, potremo coprire i comparti chiudendo la confezione delle uova. Se usati con il coperchio, i contenitori diventano, infatti, all’occasione, anche piccolissime serre!

Dobbiamo poi innaffiare regolarmente almeno due volte a settimana (per regioni più calde e secche, tre volte) con acqua né troppo fredda né troppo calda, ma alla temperatura dell’ambiente del substrato.

Se non abbiamo buona memoria, non dimentichiamoci i cartellini, che dovranno riportare giorno di semina e nome della varietà.

Dopo qualche settimana, quando le piantine saranno cresciute fino a circa 10-15 cm e avranno già alcune foglie, potremo trapiantarle nei vasi, prelevando con molta attenzione, con l’aiuto di un cucchiaio, tutto l’interno del comparto, ovvero terra e piantina, in modo che il passaggio sia meno traumatico.

Scopri come progettare un orto sul tuo balcone con la permacultura.

Guarda il video della rubrica “Chi fa da sé” di Unomattina in Famiglia dove Lucia spiega passo passo come realizzare il semenzaio. Troverete anche tanti consigli per avere un balcone fiorito con pochi centesimi! 

 

AUTOPRODUCI INSIEME A LUCIA! 

 

Lucia Cuffaro,  sarà in fiera a Cesena domenica 3 aprile alla Fiera del Libro alle 11.30 e presso il Wellness Food Festival alle 15.30. 
Lunedì 4 alle ore 20.00 non perdere il suo seminario di autoproduzione per la cura naturale di viso e corpo!

Invita le persone sul nostro evento su facebook!

 

SCARICA SUBITO 4 CONSIGLI DI LUCIA PER RISPARMIARE

 

Scopri come risparmiare con Lucia Risparmia 700 euro in 7 giorni

 

 

Scopri come autoprodurre con Fatto in Casa con Lucia

 

Ti potrebbero interessare:

Crema mani e burrocacao: una sola ricetta per due prodotti

Nutella Vegan fatta in casa

Risparmia con il pane fatto in casa

Shampoo e balsamo naturali fatti in casa

Come fare il latte di avena in casa

Scopri tutti gli articoli di Lucia nella sua rubrica Chiedilo a Lucia!

Se hai qualche dubbio, una curiosità, vorresti qualche dritta per rimedi ecologici ed autoprodotti #chiediloaLucia
Lasciaci un commento qui sotto o scrivici sulla nostra pagina facebook Lucia risponderà alle domande più belle e interessanti!

Segui Lucia Cuffaro:
sul suo blog www.autoproduciamo.it
sulla sua pagina facebook www.facebook.com/autoproduciamo
e su youtube con i video tutorial www.youtube.com/channel/UCZ3n2TH25PDMZH-4hujSuPA


Redazione Web Macro
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli... Leggi la biografia
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli spaziano su tutti i principali argomenti che Macro divulga con passione dal 1987. Il meglio per il benessere di Corpo, Mente e Spirito raccontato da coloro che vedono nascere quotidianamente i... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto