Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Vivere Ecologico

Come autoprodurre detersivi con l'ecokit di Lucia Cuffaro

Vivere Ecologico

Come autoprodurre detersivi con l'ecokit di Lucia Cuffaro

Vivere Ecologico

Come autoprodurre detersivi con l'ecokit di Lucia Cuffaro
44 condivisioni

Produrre detersivi fatti in casa, con ingredienti naturali, economici ed ecologici è possibile, ed ora anche molto facile, grazie all’eco-kit di Lucia Cuffaro. Con questo kit, ho fatto alcuni esperimenti di autoproduzione e ve li racconto.


Sabrina Lorenzoni

Quanti prodotti per la cura della casa ci sono in commercio? Innumerevoli. Ma sono davvero tutti così indispensabili? E soprattutto, quanto sono ecologici?

Con l’Eco Kit di Lucia Cuffaro è possibile produrre in casa, con pochi ingredienti, diversi detersivi per le pulizie domestiche. Una vera e propria rivoluzione, che io ho voluto provare in prima persona.

Il mondo che ci circonda

Viviamo in un mondo dove regna il consumismo. Le pubblicità ci invitano a comprare mille diversi prodotti per la pulizia della casa. Se guardiamo nei nostri armadietti, ne possiamo trovare dieci o anche più. Ma saranno davvero tutti necessari?

Nelle grandi catene della distribuzione, ogni giorno compare un nuovo prodotto, migliore di quello precedente, assolutamente da provare e da tenere in casa. I prodotti sono testati, ma poi, solo col tempo, solo coll’uso, si potrà sapere se sono davvero sicuri, affidabili e sani.

Tanti prodotti, tanti rifiuti

Pensando anche dal punto di vista ecologico, ogni prodotto ha un suo imballaggio esterno e un contenitore in plastica. Tutti questi prodotti, dopo che sono stati utilizzati, generano nuovi rifiuti. Ma è davvero necessario? Anche il costo, poi, è un elemento da non sottovalutare.

La nostra salute, quella dei bambini e degli animali domestici

Una domanda che spesso ci poniamo: ma questi detersivi e detergenti chimici saranno dannosi per la nostra salute, per quella dei bambini e degli animali domestici? Molto spesso (capita anche a me), i prodotti che acquistiamo causano dermatiti, eritemi, infiammazioni, problemi respiratori.

I bambini sono i primi a soffrirne, essendo abituati a tastare tutto con le mani e a mettere tutto in bocca. Anche i cani e i gatti sono a contatto, attraverso le loro zampe, con i detergenti che utilizziamo per pulire il pavimento e le superfici lavabili della casa, per non parlare delle ciotole nelle quali mangiano e bevono.

SCOPRI L'ECO KIT

  

L’autoproduzione

Lucia Cuffaro ha definito l’autoproduzione come “una ribellione pacifica verso un modello di sviluppo consumistico ad alto impatto sull’ambiente e sulla salute umana. Siamo noi a decidere quello che ci serve davvero”.

Allora ho deciso di mettermi all’opera e provare a fare qualche detersivo in casa seguendo i consigli di Lucia.

Cosa trovi nell’Eco Kit

L'Eco Kit si presenta con una graziosa scatola in cartone, in cui dentro trovi:

  • il libretto di Lucia con le dosi e le istruzioni per ogni ricetta,
  • una confezione da 250 grammi di sapone di Marsiglia,
  • una confezione da 400 grammi di bicarbonato di sodio,
  • una confezione da 300 grammi di acido citrico,
  • una confezione da 300 grammi di percarbonato di sodio,
  • una confezione da 200 grammi di carbonato di sodio.

In tutto 5 ingredienti con i quali si possono produrre fino a 15 diversi detersivi.

 

Quali detersivi si possono produrre con l’eco-kit?

Utilizzando solamente i cinque ingredienti elencati sopra, si possono produrre detersivi per il bucato (detersivo da bucato in lavatrice, ammorbidente e brillantante, additivo sbiancante e igienizzante, sodio citrato, detersivo liquido delicato a mano e pretrattante), detersivi per la lavastoviglie (cura lavastoviglie e additivo), detersivo gel per piatti a mano, detersivi per la pulizia della casa (spray pulente, spray per vetri e specchi, spray anticalcare) e detersivi per il pavimento (per la pulizia ordinaria del pavimento, sgrassante per pavimenti, pasta pulente per piastrelle, pasta scrostante per forno).

Gli ingredienti utilizzati sono tutti naturali

Il sapone di Marsiglia che troviamo nella confezione è fatto con il metodo tradizionale: liquido e sostanza grassa. Questo prodotto sostituisce il tensioattivo dei normali detersivi perché ha la funzione di lavare e sgrassare.

Il bicarbonato di sodio è una sostanza che si trova naturalmente nel terreno. Ha una funzione pulente, disinfettante e deodorante.

Il percarbonato di sodio è un sale cristallino ecologico ed economico. È attivo già a 30° e libera ossigeno e anidride carbonica. Sostituisce gli sbiancanti ottici dei comuni detersivi da supermercato, additivi che hanno lo scopo di rendere bianco il nostro bucato.

La soda da bucato o carbonato di sodio è uno sgrassante senza schiuma, in grado anche di neutralizzare gli odori. Deterge il bucato e permette l’ammollo dei piatti.

L’acido citrico è un additivo alimentare. Serve a neutralizzare il calcare e si utilizza anche per preparare il brillantante da lavastoviglie e il disincrostante, per le superfici e per il bucato. Miscelato in acqua distillata o demineralizzata assume la sua capacità anticalcare naturale.

Vantaggi per l’uomo, l’economia e l’ambiente

Senza dubbio l’autoproduzione ha numerosi vantaggi. Per l’uomo, perché permette di lavare i nostri vestiti, i piatti, le superfici della casa con ingredienti del tutto naturali, utilizzati dai nostri nonni, comprovati da millenni di utilizzo e da molti studi scientifici. In poche parole: i cinque ingredienti sono sicuri.

Un vantaggio per l’economia domestica, perché con pochi euro di spesa per questi prodotti (una volta usati quelli del kit) si possono produrre tutti i detersivi necessari in una casa. Solo cinque prodotti base in tutto è un bel risparmio di soldi a fine mese.

I vantaggi per l’ambiente sono numerosi: prodotti naturali, niente imballaggi superflui e packaging (che poi paghiamo noi), meno rifiuti, meno inquinamento della casa e delle acque.

ACQUISTA L'ECO KIT

  

Cosa ho provato dell’eco-kit

Mi sono messa nei panni di chiunque voglia provare a autoprodurre in casa dei detersivi e sono partita da quelli più semplici, iniziando dai detersivi per la casa e per i piatti, quelli che ho utilizzato più a lungo, per passare poi ai pavimenti e al bucato.

Lo spray pulente

Lo spray per pulire le superfici lavabili della casa è davvero semplice da produrre. Bastano bicarbonato di sodio e acqua distillata o demineralizzata. Miscelando questi ingredienti, nelle dosi consigliate da Lucia, il prodotto è pronto all’uso.

Mi è servito per pulire le superfici della cucina, il tavolo, le mensole della casa, anche gli elettrodomestici e il risultato è stato più che buono. L’ho anche utilizzato, in caso di bisogno, più volte nella stessa giornata proprio perché fatto con ingredienti naturali. Avendo un gatto domestico, l’ho utilizzato per la tovaglietta e per la zona nella quale poggio le sue ciotole in tutta tranquillità.

Lo spray vetri e specchi

Allo stesso modo, lo spray per vetri e specchi è facilissimo da realizzare: bastano davvero pochi minuti. Con l’acido citrico e l’acqua distillata o demineralizzata si ottiene uno spray ottimo per i vetri e gli specchi del bagno, per i vetri della cucina e per le finestre.

Sia vetri che specchi sono davvero puliti, come se avessi usato un prodotto comprato nella normale distribuzione. Non ci sono differenze, anzi c'è più sicurezza sulla naturalità del prodotto.

Spray anticalcare

Con acido citrico e acqua demineralizzata o distillata, si crea subito un ottimo spray anticalcare. Questo prodotto mi ha davvero sorpreso. L’ho utilizzato per pulire il lavello e il piano gas della cucina con buoni risultati.

Ma la ciotola dell’acqua del gatto è quella che mi ha davvero stupito. La lavavo sempre con acqua e aceto con il dubbio che il gatto sentisse l’odore e mi ci voleva un bel po’ per togliere il calcare. Con questo spray, lasciandolo agire cinque minuti, e con una normale spugna è tornata subito a brillare e il risultato è durato nel tempo più che con l’aceto. E il gatto non ha avuto nessun problema nel bere.

Gel piatti

Altro detersivo molto interessante è il gel per lavare i piatti. Occorrono sapone di Marsiglia e soda da bucato, miscelati con acqua di rubinetto, e far bollire il tutto per circa 15 minuti. Dopo che si è raffreddato, il prodotto è pronto per l’uso.

Utilizzo sempre guanti nel pulire i piatti per una dermatite: ho fatto l’esperimento e con questo gel posso anche non utilizzarli. A dimostrazione che gli ingredienti naturali sono ben tollerati dalla nostra pelle. I piatti sono venuti puliti anche con poca schiuma. A noi spesso sembra che debba esserci tanta schiuma per avere un piatto pulito, invece non è affatto necessaria.

Prova anche questa ricetta di autoproduzione

Ricette flash per restare in cucina

Il diario dell'autoproduzione di Lucia propone anche delle ricette flash da usare per altre piccole pulizie della cucina. Ho provato la cura e l’additivo per lavastoviglie e la ricetta per sturare le tubazioni e mi hanno soddisfatto.

Prova a pulire il forno con il bicarbonato!

Il pavimento

Sono dunque passata alla pulizia del pavimento. Con percarbonato di sodio, acqua di rubinetto, secchio e spazzolone, seguendo dosi e consigli del diario di Lucia, è tutto pronto per la pulizia.

Sciacquando, infine, con acqua di rubinetto, il pavimento è davvero pulito. Sono rimasta soddisfatta perché, con il gatto in casa, mi sento più sicura nell’utilizzare questi prodotti naturali. Poi, se dovesse cadere qualcosa da tavola o in cucina, non esito a dare una ripassata, sapendo che non ci sarà nessun problema di abuso di sostanze chimiche, né di tossicità.

Il bucato in lavatrice

Ho lasciato per ultima questa parte volutamente. Di solito, per lavare in lavatrice, uso un detersivo liquido ecologico che compro in uno dei negozi che vendono prodotti alla spina. Con il kit di Lucia Cuffaro si produce un detersivo in polvere con sapone di Marsiglia, bicarbonato e soda da bucato.

C’è anche la possibilità di produrre un ammorbidente con acido citrico e acqua distillata e un additivo sbiancante e igienizzante con il percarbonato di sodio. Infine si può produrre del sodio citrato per addolcire l’acqua ed evitare residui di sapone nella lavatrice. A questo punto occorre procurarsi la pallina da bucato e miscelare polvere detergente, sodio citrato e additivo sbiancante secondo i consigli di Lucia e porre la pallina nel cestello. Aggiungendo poi l’ammorbidente si può far partire la lavatrice.

Anche in questo caso, il risultato è stato positivo: il bucato è pulito e non c’è differenza con quello che ottenevo prima. L’unica criticità, per me, è stata quella di dover tornare al detersivo in polvere dopo anni di utilizzo di quello liquido. Per chi usa abitualmente detersivi in polvere con la pallina per la lavatrice, non ci sarà sicuramente nessun problema.

Il bucato a mano

Nel caso si debba lavare qualche indumento a mano oppure per pretrattate delle macchie difficili, Lucia ci aiuta a creare un prodotto pretrattante a base di sapone di Marsiglia e soda da bucato, in acqua distillata.

Conclusioni

In conclusione, posso dire di essermi trovata bene con tutti i prodotti per la pulizia della casa consigliati nell’eco-kit di Lucia Cuffaro. Basta prendere un po’ la mano con l’autoproduzione è il gioco è fatto.

Mi hanno molto soddisfatto il detersivo per i piatti e i vari spray per la casa. Anche il detersivo per pavimenti è stato facile da produrre e da utilizzare. Unico mio problema, come dicevo, è stato passare dal detersivo liquido per lavatrice a quello in polvere con la pallina dosatrice, ma con un po’ di tempo e pazienza, penso che sia un fattore del tutto risolvibile.

Consiglio l’Eco Kit di Lucia Cuffaro a chi voglia provare ad autoprodurre detersivi per la pulizia della casa. Sono facili e veloci da preparare (tranne due che richiedono una bollitura di 15-20 minuti), si possono conservare in bottiglie di vetro riciclate o in spray dei detersivi terminati e utilizzare nell’arco di alcuni mesi.

Le dosi da preparare sono le minime in modo da poter essere impiegate nel tempo previsto, non far scadere il prodotto e non sprecare nulla.

ECO KIT PER LE PULIZIE ECOLOGICHE

Autoproduci in modo ecologico 15 detersivi naturali

 

 


Sabrina Lorenzoni
Sabrina Lorenzoni, laureata in Scienze Biologiche, Indirizzo Ecologico, autrice del blog curiosa di natura. Da sempre appassionata di ecologia,... Leggi la biografia
Sabrina Lorenzoni, laureata in Scienze Biologiche, Indirizzo Ecologico, autrice del blog curiosa di natura. Da sempre appassionata di ecologia, natura e ambiente, hounito le mie competenze scientifiche alla mia grande passione per la scrittura collaborando come blogger e web writer e scrivendo di eventi green legati alla città di Milano per... Leggi la biografia

44 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto