Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Salute e Benessere

Yoga e Salute: le cinque chiavi del benessere

Salute e Benessere

Yoga e Salute: le cinque chiavi del benessere

Salute e Benessere

Yoga e Salute: le cinque chiavi del benessere
12 condivisioni

Scopri come il kundalini yoga fornisca in maniera chiara ed precisa 5 chiavi del benessere che ti aiuteranno ad avere una salute più stabile, uno stile di vita più sano e rilassato ed una mente più aperta. Le chiavi per trovare il benessere praticando il Kundalini Yoga sono in realtà passi che probabilmente abbiamo già compiuto in modo spontaneo nelle sfide che abbiamo affrontato per la nostra salute fisica o psichica.


Redazione Le Vie del Dharma

Lo yoga vanta una tradizione molto antica, addirittura millenaria. Nel corso di questa lunga storia di pratica e d’insegnamento dello yoga, i praticanti e i maestri di questa disciplina (chiamati yogi) hanno individuato cinque componenti indispensabili per coltivare un benessere sempre più stabile e per rafforzare o recuperare la salute.

Abbiamo visto come ancora oggi lo yoga e la meditazione siano un aiuto prezioso per la salute e il benessere del corpo, della mente e dello spirito. Il pensiero meditativo è un sostegno importante nei processi di guarigione e negli scorsi mesi vi abbiamo dato consigli su come rendere più efficacia la pratica dello yoga e come fare meditazione.

Oggi vogliamo concentrarci sulle cinque chiavi del benessere scoperte dagli yogi: studiare e conoscere questi cinque passi ci fornisce un vero e proprio modello di riferimento a cui attingere nel momento del bisogno, quando vogliamo essere più forti e vitali, stare bene e risolvere i nostri problemi. Le conoscenze tramandateci dagli antichi maestri della tradizione yoga disegnano una mappa chiara e semplice, da seguire per raggiungere risultati evidenti e chiari.

Immaginate l’impatto che questa conoscenza può avere sulla nostra vita: essere consapevoli di poter creare con le nostre mani la salute e il benessere che desideriamo, oltre a essere una benedizione in sé, ci fa anche sviluppare, sperimentare e vivere una sicurezza in noi stessi e una forza creativa straordinarie.

Ram Rattan Singh, medico e insegnante di Kundalini Yoga di grande esperienza, nel suo progetto Yoga e Salute ha descritto questi passi, definendoli “le cinque chiavi del benessere”.

Le chiavi per trovare il benessere praticando il Kundalini Yoga sono in realtà passi che probabilmente abbiamo già compiuto in modo spontaneo nelle sfide che abbiamo affrontato per la nostra salute fisica o psichica: “ogni qual volta abbiate concluso positivamente queste esperienze,” dice Ram Rattan Singh, “ogni qual volta siate guariti, avrete sicuramente sviluppato una maggiore e positiva proiezione mentale: credevate di potercela fare e questo vi ha portato al successo”.

La prima chiave: la proiezione mentale

Una pratica efficace di yoga e meditazione (ma anche, in senso più ampio, il successo in ogni impresa che intraprendiamo) si fonda sulla forza di una intenzione chiara e “proiettata”. Quanto più siamo in grado di produrre una visione chiara, appassionata e vivida della salute che vogliamo avere, del benessere che vogliamo recuperare, tanto più avremo la possibilità di manifestare nella realtà il nostro obiettivo.

Molte delle tecniche di yoga praticate dai maestri nei secoli rinforzano proprio questa nostra facoltà proiettiva di realizzare ciò che vogliamo in maniera visuale.

La seconda chiave: l’equilibrio energetico

La seconda componente basilare individuata dagli antichi yogi è l’equilibrio energetico. Nello yoga ci sono parametri molto precisi per definire l’equilibrio energetico. Secondo la visione yogica, siamo costantemente nutriti e tenuti in viti da un flusso di energia vitale chiamato prana, governato da leggi precise.

Nel nostro organismo scorrono diverse correnti di prana, due delle quali, molto importanti, governano tutte le altre:

  • la corrente del prana in entrata, che ci nutre e che, per antonomasia, chiamiamo proprio “prana”;
  • la corrente di energia vitale chiamata apana, che aiuta a depurarci e a eliminare ciò che non è indispensabile nel nostro organismo.

Lo yoga insegna numerose tecniche che si concentrano sulla creazione e il mantenimento dell’equilibrio di prana e apana per mantenerci vitali, puliti e in buona salute.

La terza chiave: la capacità di depurarsi

Nella visione delle medicine di tutti i tempi, la malattia insorge nel momento in cui accumuliamo tossine a livello cellulare. Possono essere tossine di natura endogena, cioè il prodotto di scarto del nostro metabolismo e della fisiologica morte cellulare che non viene adeguatamente rimosso. Oppure può trattarsi di tossine introdotte dall’esterno che non riusciamo a processare.

Nella vita che oggi conduciamo, soprattutto se viviamo in grandi centri urbani, queste ultime possono provenire da ogni direzione: sono atmosferiche, elettromagnetiche, alimentari (per esempio, il prodotto di una digestione non completa fa sì che ciò che resta indigerito si accumuli nei tessuti). Dall’accumulo di tossine deriva lo stress ossidativo, che si traduce poi in malattia organica.

Gli yogi misero appunto tecniche specifiche per stimolare la capacità delle cellule e del sistema immunitario di eliminare le tossine dai tre organi preposti: i reni, il fegato e l’intestino, i polmoni e l’apparato respiratorio.

La quarta chiave: il rilassamento

Se guardate alla vostra storia personale noterete di certo che, quando siete guariti da qualche problema di salute, in un modo o nell’altro vi siete rilassati - anche se si tratta “banalmente” di restare a letto qualche giorno per una brutta influenza, il rilassamento è stato un evento centrale del processo di guarigione. Sono molte le implicazioni energetiche e biologiche del rilassamento; nella tradizione yogica il rilassamento viene associato a un’altra forma di depurazione, quella dall’intossicazione mentale, che per gli yogi è reale tanto quanto quella fisica e a volte persino più importante.

La nostra vita mentale funziona esattamente come la nostra vita digestiva: assorbiamo di continuo informazioni e percezioni sensoriali, processiamo queste sensazioni, le digeriamo e tendiamo a scartare quelle inutili. Quando questo processo della nostra vita mentale non viene espletato con una “capacità digestiva” sufficiente dai nostri meccanismi psichici, si accumuleranno dei residui “indigesti”, sotto forma di pensieri, idee, emozioni, ricordi, esperienze non processate che si accumulano. Potete immaginarlo come un hard disc che si riempie sempre più fino a che, una volta pieno al massimo della sua capacità, il computer si blocca. La nostra mente e il nostro sistema emotivo funzionano nella stessa maniera.

Con lo yoga e la meditazione ci depuriamo da queste scorie magnetiche e la conseguenza è il rilassamento.

La quinta chiave: lo stile di vita

“Stile di vita” è un’espressione molto generica. Parlando di benessere psicofisico, con “stile di vita” intendiamo la corretta esecuzione di alcune funzioni fisiologiche di base.

Il respiro

Se non respiriamo correttamente, non importa cosa facciamo e cosa pensiamo, siamo destinati a perdere il nostro benessere. Lo yoga ci fornisce modelli e standard per respirare in maniera corretta.

L'alimentazione

Non solo cosa mangiamo, ma il vero e proprio modo in cui ci alimentiamo, processiamo e mastichiamo il cibo. Può sembrare una considerazione scontata e in effetti non è altro che il frutto del buon senso! Spesso possiamo trovare grandi verità e grandi benefici recuperando una saggezza semplice e antica che è già dentro di noi.

Il sonno

Ovvero come e quanto dormiamo. Anche in questo caso lo yoga insegna una serie di metodologie che favoriscono l’induzione del sonno e una maggior qualità del riposo.

Come ci esprimiamo

La scienza moderna in tempi recenti sta studiando con crescente interesse l’effetto del nostro modo di esprimersi sulla neurochimica cerebrale. Questo è forse l’insegnamento più antico che ci viene dalle scienze spirituali e dallo yoga in particolare. Quanto più io parlo in maniera negativa e critica, tanto più evoco e creo una neurochimica cerebrale velenosa per le cellule del cervello e per il metabolismo cellulare in generale; quanto più mi esprimo in maniera positiva, creativa e costruttiva tanto più evocherò una neurochimica che nutre le cellule del cervello e rinforza il flusso di energia vitale e il sistema endocrino nel nostro organismo. Mai sentito parlare di Legge di Attrazione?

Per comprendere meglio e per avere un’esperienza tangibile di questi cinque punti così importanti, Ram Rattan Singh ha concepito un percorso formativo di Yoga e Salute interamente dedicato alle cinque chiavi del benessere.

Il corso è articolato in cinque seminari, fruibili anche singolarmente, e racchiude più di dieci anni di esperienza maturata in 150 seminari di Yoga e Salute, trent’anni di studio di materia medica e quattordici anni di militanza in sale operatorie e pronto soccorso.

Yoga e Salute: le 5 chiavi del Benessere

5 seminari per una vita sana e felice grazie allo yoga Kundalini e alla meditazione.
Con il dott. Ram Rattan Singh


Redazione Le Vie del Dharma
La Redazione Le Vie del Dharma ha ideato e sta facendo crescere leviedeldharma.it, la guida online ai sentieri dello yoga.Le Vie del Dharma è un... Leggi la biografia
La Redazione Le Vie del Dharma ha ideato e sta facendo crescere leviedeldharma.it, la guida online ai sentieri dello yoga.Le Vie del Dharma è un portale dedicato a diffondere la cultura yogica, spiegandola a curiosi e principianti e fornendo approfondimenti e formazione per i più esperti.  Forti delle rispettive esperienze, la Redazione e i... Leggi la biografia

12 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto