Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Salute e Benessere

The China Study tour: come prevenire e guarire grazie al cibo

Salute e Benessere

The China Study tour: come prevenire e guarire grazie al cibo

Salute e Benessere

The China Study tour: come prevenire e guarire grazie al cibo

Un anno segnato da The China Study: è stato questo il 2015 per il Gruppo Macro che da maggio a novembre ha fatto del suo best seller il centro di un lungo, faticoso ed entusiasmante tour. Rimini, Torino, Bari, Milano, Bologna, Roma, Abano Terme e Modena sono state le città toccate dal The China Study Tour


Redazione Web Macro

Un anno segnato da The China Study: è stato questo il 2015 per il Gruppo Macro che da maggio a novembre ha fatto del suo best seller il centro di un lungo, faticoso ed entusiasmante tour. Rimini, Torino, Bari, Milano, Bologna, Roma, Abano Terme e Modena sono state le città toccate dal The China Study Tour, ovvero un ciclo di conferenze in stile talk-show durante le quali nutrizionisti, medici, pediatri, igienisti, atleti hanno parlato del rapporto stretto tra salute e alimentazione partendo proprio dalle teorie descritte dal prof T. Colin Campbell nel suo libro, diventato un vero e proprio “caso letterario” in Italia per il numero di copie vendute e soprattutto per le discussioni avviate.

Tante testimonianze di guarigioni grazie all'alimentazione a base vegetale

Oltre a queste persone professionalmente coinvolte, ci sono state, anche e soprattutto, tante testimonianze di semplici persone che hanno applicato su se stesse le indicazioni di Campbell, ovvero l'adozione di un regime alimentare a base di prodotti vegetali ed integrali, e ne hanno tratto un grande beneficio, arrestando molte patologie che, in molti casi, sono regredite fino a scomparire del tutto, spesso nell'incredulità dei medici.
The China Study tour è stato anche, nel suo “piccolo”, un fenomeno di massa, vista la sempre calorosissima accoglienza di pubblico, città per città. Come casa editrice abbiamo sì promosso il tour soprattutto utilizzando i canali social ma la vera forza trainante è stato il passa-parola, la stessa che ha portato il libro ad essere quello che è diventato, ovvero il confine tra prima e dopo.
Senza rischio di esagerare, infatti, possiamo dire che in Italia c'è ormai un modo di vedere il rapporto tra cibo e salute prima e dopo The China Study. Questo è stato percepito dai lettori, che di commento in commento, di anno in anno, hanno poi mosso, dal 2011 (data di pubblicazione del libro in Italia) un'enorme attenzione sull'importanza di riconsiderare la propria alimentazione per farne uno strumento fondamentale di prevenzione e guarigione da molte patologie, anche gravi.

Prima e dopo The China Study: cosa è cambiato

Prima di The China Study si poteva anche eludere questo rapporto tra cibo e salute, dopo The China Study non è più possibile. Prima di The China Study la classe medica poteva anche permettersi di escludere un legame diretto tra cibo e malattia, dopo The China Study ogni medico deve/dovrebbe indagare in modo diretto su cosa e come mangia il paziente che ha davanti.
Il The China Study Tour è stato il fedele testimone di questo fenomeno di conoscenza e coscienza: l'analisi dei medici e degli esperti che vi hanno partecipato e le tante altre testimonianze ne sono stati i più immediati segni tangibili accompagnati dall'interesse di “saperne di più” mostrato dai tantissimi partecipanti del pubblico.
La stessa carica di critiche “contro” quanto sostiene Campbell nel suo libro può essere interpretata come un'inevitabile conseguenza di questo fenomeno.
L'intenzione di smontare pezzo per pezzo The China Study è venuta fuori da molte parti, compresa da associazioni che dicono di voler combattere il cancro ma hanno in realtà, pur con gran giro di parole, confermato quanto sostiene in pratica il libro, ovvero la necessità di ridurre al minimo l'alimentazione a base di proteine animali fino, possibilmente, a toglierle del tutto a favore di prodotti di origine vegetale.

La transizione da fare caso per caso

Un passaggio da fare ognuno con il suo passo, con la necessaria gradualità e il giusto equilibrio perché non venga visto come un'azione da subire ma, al contrario, un'azione compresa e portata avanti per il proprio bene e, anche, del mondo che ci circonda, viste le tante implicazioni etiche e ambientali che un'alimentazione a base vegetale, inevitabilmente, si trascina dietro. Un ragionamento quest'ultimo che ha avuto anche la “benedizione” di un organismo importante (anche se a volte discutibile) com l'OMS, l'Organizzazione Mondiale della Sanità che ha puntato l'attenzione sulla nocività di carni rosse e insaccate.

La maggiore coscienza anche da parte dei medici

The China Study tour ha cercato di raggruppare tutti questi “fili”, di dare indicazioni, di portare esempi e testimonianze, di sollecitare a cercare la risposta adatta per sé, di non scoraggiarsi, di allargare la mente in maniera olistica senza fissarsi solo su un particolare. Il rapporto tra cibo e salute è tutto questo.
I lettori di The China Study lo sanno, quanti hanno partecipato al The China Study pure e, per fortuna, anche grazie a quel “prima e dopo” citato prima, sempre più medici e professionisti della salute lo stanno capendo e stanno mettendo la loro esperienza al servizio di questo positivo modo di prevenire e tornare in salute.

Nella foto: la platea del The China Study tour a Milano


Redazione Web Macro
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli... Leggi la biografia
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli spaziano su tutti i principali argomenti che Macro divulga con passione dal 1987. Il meglio per il benessere di Corpo, Mente e Spirito raccontato da coloro che vedono nascere quotidianamente i... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto