Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Cure Alternative

Niente paura... con i fiori di Bach

Cure Alternative

Niente paura... con i fiori di Bach

Cure Alternative

Niente paura... con i fiori di Bach
7 condivisioni

La paura è sentimento ancestrale e istintivo che ci aiuta a tenerci lontani dai guai o da situazioni pericolose. Ci sono situazioni però in cui la paura ha il sopravvento e impedisce di vivere serenamente la vita quotidiana e, peggio ancora, di rovinare quella degli altri. Un valido aiuto viene dalla dispensa della Natura e dai fiori che Edward Bach ha scoperto per i diversi tipi di paure. Vediamo quali sono…


Romina Rossi

La paura è un sentimento ancestrale molto utile alla sopravvivenza dell’uomo. Si tratta di un istinto che si attiva ogni qual volta ci troviamo in una situazione di pericolo. Ad esempio, se volessimo attraversare una strada molto trafficata senza strisce pedonali il nostro istinto attiverebbe la paura, come segnale di un pericolo reale che stiamo correndo e nel quale stiamo rischiando la vita.

Quando però diventa troppa e si attiva anche in situazioni in cui il pericolo non c’è, rischia di diventare un handicap che ci blocca e ci impedisce di proseguire il nostro cammino verso la realizzazione di noi stessi e del nostro scopo. Avere paura che domani possa succedere chissà cosa, oppure che succeda qualcosa di brutto a un famigliare in discreta salute, o semplicemente avere paura senza motivo non fa bene: è come vivere in una prigione soffocante e senza via d'uscita.

Un aiuto dalla Natura

Un aiuto per sconfiggere questa situazione ci viene dai fiori di Bach, ideati dal medico inglese Edward Bach (1886-1936), che aveva messo a punto una serie di rimedi floreali in grado di curare la persona e i suoi stati d'animo. Lavorando presso l’ospedale omeopatico di Londra, Bach si era infatti reso conto che lo stato d’animo era alla base delle reazioni dei pazienti di fronte alla malattia: perché qualcuno guariva in fretta e qualcuno invece no? Proprio perchè lo stato d’animo era decisivo. E lo era così tanto da essere in grado di determinare la malattia o la salute.

Lasciata la brillante carriera di medico omeopata, Bach si rifugiò nella campagna gallese dove osservando la Natura riuscì a individuare 38 fiori dalle proprietà curative, suddividendoli in base a 7 stati d'animo prevalenti: la paura, l'incertezza, l'insufficiente interesse per il presente, la solitudine, l'ipersensibilità alle influenze e alle idee, lo scoraggiamento o la disperazione, l'eccessiva preoccupazione per il benessere degli altri.  

Vediamo quelli utili per combattere la paura.

  • Rock Rose: il fiore per il terror panico

È il rimedio per il terrore, quella paura paralizzante che impedisce di muovere un solo muscolo e di ragionare in modo razionale. Il terrore si può scatenare sia per cose note (una brutta notizia, un incidente, un evento imprevisto e scioccante) sia per cose sconosciute e non concrete. In questi casi la soluzione trovata dall'inconscio è la fuga verso l’interno, poiché la persona si chiude in se stessa. È il rimedio di emergenza che va bene anche in caso di attacchi di panico o in caso di incubi notturni, soprattutto laddove il risveglio sia traumatico e ci sia difficoltà a parlare o a muoversi. Rock Rose è anche il rimedio elettivo per l’ansia, soprattutto quella causata dallo stress di eventi traumatici esterni o interni. Aiuta a ritrovare il coraggio e la lucidità, riattivando l’energia profonda.

  • Mimulus: il fiore per le paure causate dalle cose del mondo

È il fiore indicato per le paure delle cose note: una malattia, un incidente, la solitudine, i ladri in casa, essere morsi da un cane o degli animali in generale. Sono cioè paure concrete legate alla vita quotidiana. La formula preferita di Mimulus è: “Non vengo… vai tu, ho paura”, proprio perché è una persona timida che arrossisce e non osa addentrarsi in un mondo che sente come freddo e minaccioso. Se protratte e taciute queste paure si cristallizzano fino a diventare fobie verso le cose del mondo. Ecco quindi che il rimedio aiuta i paurosi e gli insicuri: fornisce il coraggio per affrontare la vita di tutti i giorni. È il fiore adatto alle situazioni in cui si deve affrontare qualcosa di nuovo, come una nuova scuola o un ciclo scolastico per i bambini o un discorso da fare in pubblico per gli adulti.

  • Aspen: il fiore per le paure delle cose indefinite

Al contrario di Mimulus che ha paura di cose concrete, Aspen ha paura delle cose indefinite e sconosciute. Pur non essendoci un motivo reale per queste paure, la persona vive in costante allarme, ossessionata da continue angosce. È per chi ha un “presentimento” che succederà qualcosa di brutto. È un sensazione talmente reale che chi ne soffre ha sintomi fisici, come sudorazione fredda, tremori o palpitazioni. Oppure può soffrire di incubi notturni, in questo caso Aspen si può associare a Rock Rose. Lo stesso rimedio è utile anche per quei bambini che hanno paura del buio. Dominati da ansia e paura, le persone in preda a queste paure immotivate rischiano di isolarsi dal resto del mondo. Il rimedio invece dona loro la serenità e, frenando l’immaginazione, fa sì che si possano superare angosce e paure.

  • Red Chestnut: il fiore per chi ha paura per la salute dei propri cari

È il rimedio adatto alle persone fragili e apprensive che sono costantemente preoccupate che possa accadere qualcosa di brutto alle persone a cui tengono. Temono incidenti, malattie, sfortuna e ciò li porta a essere iperprotettivi, possessivi e soffocanti, arrivando a minare la libertà altrui. È la paura tipica della madre che chiama il figlio o il marito se ritarda di soli 5 minuti. O la mamma che dice al figlio / marito in trasferta: "Chiama quando arrivi". Al contrario di Mimulus, che ha paura per se stesso, Red Chestnut ha così paura per gli altri che si dimentica di preoccuparsi per se stesso. Queste persone soffrono spesso di stati d’ansia, nella costante preoccupazione dei propri cari. Il rimedio aiuta a liberarsi dell’ansia e a limitare la propria iperprotettività.

  • Cherry Plum: il fiore per la paura di perdere il controllo

Cherry Plum è per coloro che hanno paura di perdere il controllo, arrivando a fare del male a se stessi o agli altri. Possono manifestare scatti d’ira incontrollati, oppure la necessità di trattenersi per non scoppiare e perdere il controllo, in entrambi i casi c’è la paura di fare qualcosa di male o di impazzire. La mente di queste persone è occupata da fobie di commettere cose terribili e spaventose pur non volendo farle, e quindi arrivano ad avere paura anche dei propri pensieri e di se stesse. Il rimedio aiuta a riportare la pace interiore e la quiete nei pensieri e a riprendere contatto con la parte più profonda e inconscia del Sé.

Scopri come combattare l'ansia e lo stress con i fiori di bach.

I fiori di bach per i bambini.


Romina Rossi
Giornalista freelance e web writer, collabora con la rivista “Vivi Consapevole” e diversi siti web, occupandosi prevalentemente di medicina... Leggi la biografia
Giornalista freelance e web writer, collabora con la rivista “Vivi Consapevole” e diversi siti web, occupandosi prevalentemente di medicina naturale, benessere olistico e tecniche naturali di guargione.L’amore per la Natura e la curiosità di capire i complicati e delicati meccanismi di funzionamento dell’uomo, la portano a intraprendere... Leggi la biografia

7 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto