Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Amici Animali

Come addestrare e allenare un cane

Amici Animali

Come addestrare e allenare un cane

Amici Animali

Come addestrare e allenare un cane
2 condivisioni

Consigli e suggerimenti su come addestrare e allenare il vostro cane con un metodo semplice ed efficace, la Dog Fitness.

Un esclusivo metodo per mantenere in piena forma il tuo amico a quattro zampe, allenare in maniera mirata la sua muscolatura e rafforzare la vostra relazione.


Sabrina Lorenzoni

Errori da evitare

Molti veterinari e addestratori cinofili danno informazioni su come addestrare e allenare un cane adulto. Sono diversi i libri, le pubblicazioni, i video e i tutorial con gli esercizi da fare col nostro amico a quattro zampe. Ma, prima di tutto, sarebbe utile sapere cosa fare e cosa non fare, in modo da evitare quegli errori che potrebbero compromettere poi tutto l’addestramento e l’allenamento futuro del nostro cane.

I 4 principali errori da evitare

  1. Occorre molto tempo e molta pazienza. Non tutti i cani sono uguali: c’è chi è portato ad apprendere subito e chi ha bisogno di diversi esempi e ripetizioni.

  2. È importante fissare delle regole e seguirle. Chiamare sempre il cane con il suo nome e utilizzare sempre le stesse parole per gli stessi comandi principali, come: seduto, terra, in piedi, avanti. Il cane sarà certo di quello che volete da lui e non si confonderà.

  3. Non usare collari troppo stretti, né altri oggetti che facciano male o diano fastidio all’animale: sono inutili, dannosi e producono l’effetto contrario a quello desiderato.

  4. Mai gridare, urlare, né picchiare il nostro cane. La violenza verbale e quella fisica sono sempre da evitare e condannare.

Iniziare l’addestramento

Quando si decide di cominciare ad addestrare il nostro cane occorre tenere presente i tempi e i luoghi. Sono ritenute ideali tre sedute di addestramento a settimana, ciascuna delle quali deve durare da mezz’ora (tempo consigliato) a un’ora al massimo.

L’addestramento si può svolgere inizialmente in casa e poi proseguire all’aperto. Quando si è fuori casa è meglio scegliere un luogo conosciuto dal cane, un posto tranquillo all’interno di una zona verde, di un giardino o di un parco. Guardare sempre che non vi sia troppo affollamento o che non ci siano rumori molesti.

Se il cane svolge bene il suo esercizio premiarlo sia con carezze, parole e coccole che con qualche piccolo biscotto o bocconcino. Se l’esercizio non è eseguito correttamente, basterà dire un “no!” (con voce decisa, ma non alta), riportare il cane alle condizioni iniziali e ricominciare l’esercizio.

Altro aspetto importante è quello di concentrare un esercizio per sessione di lavoro. Se oggi vogliamo far imparare al nostro amico il comando “seduto”, faremo solo quello e non procederemo con altri esercizi che prevedano comandi differenti, come “in piedi” o “avanti”. Per rispettare il principio della chiarezza e di pochi esercizi, uno o due, ma fatti bene.

5 ESERCIZI PER ALLENARE UN CANE

 

Principali comandi ed esercizi da imparare

Come abbiamo visto, ci sono alcuni comandi che occorre sapere perché sono alla base dell’addestramento di un cane. Uno di questi comandi è il “seduto”.

Il comando “seduto”

Nel post precedente abbiamo imparato l’esercizio Terra-Seduto e Seduto-Terra, un esercizio alla base di molti altri. In questo caso è importante scegliere una parola e usare sempre quella: se scegliamo "seduto", non introduciamo poi la parola "sit" e viceversa. Sarà necessario lavorarci molti giorni prima che l’esercizio sia eseguito correttamente. Oltre alla sessione di lavoro di mezz’ora, possiamo richiamare il comando “seduto” anche mentre svolgiamo altre attività durante le giornate nelle quali non è previsto allenamento.

Nel libro Dog Fitness di Carmen Mayer molti esercizi sono dedicati a questo comando: la seduta raccolta, l’esercizio seduto-orsetto e quello seduto-in piedi sulle quattro zampe.

Il comando “sdraiarsi a terra”

Si tratta di un comando molto importante che prevede di partire dal precedente. Anche in questo caso bisogna essere decisi e scegliere fin da subito le giuste parole: “a terra” oppure “giù”. Sarà sempre buona cosa premiare il cane con carezze e biscottini quando arriverà alla giusta esecuzione.

Nel libro Dog Fitness possiamo trovare molte varianti divertenti a questo esercizio, come ad esempio Terra-inchino, scavare, strisciare e down.

I vari modi di camminare

Camminare sembrerebbe una cosa facile per un cane. Occorre però insegnarli a camminare di fianco a noi oppure davanti a noi a seconda delle occasioni.

Per addestrare il cane a camminare a fianco a noi potrebbe essere utile utilizzare un guinzaglio un po’ più corto del solito. Spesso il cane non ama da subito questo tipo di esercizio e di comando e potrebbero essere necessarie varie sedute di allenamento.

Dog Fitness ci propone molti esercizi sul camminare: compiere passi in consapevolezzapasso-trotto e viceversaguardare avanti in movimento.

Molto divertenti, oltre che utili, sono gli esercizi che insegnano a fare movimenti circolari tra le gambe del padrone oppure a stare sui piedi del proprietario. Una volta acquisita sicurezza, si può passare ad altri esercizi di addestramento quali lo slalom semplice e lo slalom a ritrosocamminare a ritroso in modo diritto e consapevole, salire le scale all’indietro.

Esercizi con le zampe

A questo punto dell’addestramento del nostro cane gli abbiamo insegnato i principali comandi relativi alle posizioni in piedi, seduto e a terra e a camminare al nostro fianco, davanti a noi e verso di noi. Possiamo passare ad altri divertenti esercizi.

Le zampe sono molto utilizzate dai nostri amici animali. Possiamo addestrare il nostro cane a stare in piedi sulle quattro zampe e a salire sopra dei rialzi. Un altro esercizio interessante prevede di stare in equilibrio su due zampe sullo stesso lato o in diagonale. Molto carino è l’esercizio che insegna al nostro amico a quattro zampe a fare tip-tap con zampa alternata per porgere la zampa al padrone in segno di saluto.

Si può migliorare il tutto imparando anche a sollevare una zampa e tenerla alzata per qualche minuto o a stare sdraiati sul dorso e spingere sulle zampe anteriori e poi su quelle posteriori.

Dopo gli esercizi dedicati alle zampe anteriori si possono allenare anche quelle posteriori con l’esercizio sulle zampe posteriori senza appoggio.

Dog Fitness: l'attività fisica con il tuo cane è la migliore ginnastica

 

Ancora qualche consiglio su come addestrare il cane

  • Se siamo all’aperto è importante prima di tutto far fare un giro al cane in libertà in modo che possa fare i propri bisogni, annusare, curiosare e giocare. Una volta fatto questo sarà più tranquillo e allora potrete iniziare con gli esercizi di allenamento e addestramento.

  • Valutare prima gli esercizi col veterinario. Se il cane è troppo giovane, troppo anziano o ha particolari problemi di salute, gli esercizi potrebbero fare più bene che male. Libro alla mano, consultiamo prima il veterinario e poi iniziamo con gli allenamenti. La stessa cosa è consigliata se insorgono problemi mentre si lavora.

  • Utilizzare le tecniche giuste: basta scandire bene i comandi, usare il clicker e premiare il cane quando l’esercizio è fatto bene. Ci vuole pazienza e costanza nel far ripetere più volte gli esercizi, in momenti diversi della giornata. È bene cercare le ore migliori per lui nelle quali programmare le nostre sessioni di addestramento.

  • Scegliere il posto giusto, un luogo già conosciuto dal cane, in un momento della giornata tranquillo. Rumori eccessivi e altre distrazioni impediranno al cane di svolgere correttamente l’esercizio.

  • Partire con un comando solo, ripeterlo nelle sessioni successive di allenamento fino a che il cane non lo avrà imparato bene. Quando saremo più avanti con l’allenamento e il cane sarà più sicuro di sé, si potranno utilizzare più comandi per sessione di lavoro.

  • Ogni animale è un individuo con un proprio carattere, una personalità, delle abitudini. È importante conoscere quelle del nostro amico a quattro zampe e rispettarle: i risultati arriveranno lo stesso, magari solo qualche settimana dopo del previsto, ma il cane sarà a proprio agio e in salute e ben disposto a continuare l’addestramento.

SCARICA 2 ESTRATTI GRATUITI DEL LIBRO DOG FITNESS

 


Sabrina Lorenzoni
Sabrina Lorenzoni, laureata in Scienze Biologiche, Indirizzo Ecologico, autrice del blog curiosa di natura. Da sempre appassionata di ecologia,... Leggi la biografia
Sabrina Lorenzoni, laureata in Scienze Biologiche, Indirizzo Ecologico, autrice del blog curiosa di natura. Da sempre appassionata di ecologia, natura e ambiente, hounito le mie competenze scientifiche alla mia grande passione per la scrittura collaborando come blogger e web writer e scrivendo di eventi green legati alla città di Milano per... Leggi la biografia

2 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto