Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Alimentazione e Diete

10 consigli per una sana dieta crudista e vegana

Alimentazione e Diete

10 consigli per una sana dieta crudista e vegana

Alimentazione e Diete

10 consigli per una sana dieta crudista e vegana
31 condivisioni

Il crudismo potrebbe essere il modo di mangiare più antico conosciuto dal genere umano. Perché crudo? Ragioni di salute! La motivazione più comune che sta alla base della scelta vegan crudista è la convinzione che essa possa migliorare moltissimo il nostro benessere fisico. Si riporta spesso come l’alimentazione vegan crudista aumenti energia e vitalità e garantisca un elevato senso di benessere. In cosa consiste una dieta vegan crudista? Una dieta crudista (chiamata anche raw food diet) è un modo di mangiare che consiste soprattutto in alimenti non cotti e non provenienti da lavorazioni indu­striali. 


Redazione Web Macro

Il crudismo potrebbe essere il modo di mangiare più antico conosciuto dal genere umano.

Perché crudo? Ragioni di salute!

La motivazione più comune che sta alla base della scelta vegan crudista è la convinzione che essa possa migliorare moltissimo il nostro benessere fisico.

Si riporta spesso come l’alimentazione vegan crudista aumenti energia e vitalità e garantisca un elevato senso di benessere.

RAW FOOD: BUONO E BENEFICO

  

In cosa consiste una dieta vegan crudista?

Una dieta crudista (chiamata anche raw food diet) è un modo di mangiare che consiste soprattutto in alimenti non cotti e non provenienti da lavorazioni indu­striali. In genere, i cibi vengono definiti crudi se non vengono esposti a temperature oltre i 48 °C.

MANGIO CRUDO, VIVO MEGLIO! SCARICA UN ESTRATTO GRATUITO ORA!

  

10 consigli per una salute perfetta mangiando crudista e vegano

 

1. Varietà

Prevedete un ampio assorti­mento di cibi vegetali crudi: frutta, ver­dure a foglie e altri vegetali, piselli, semi e frutta a guscio. Considerate anche di integrare con cereali, lenticchie e fagioli mungo germogliati per aggiungere calo­rie e nutrienti. Se la dieta non è al 100% cruda, anche legumi, cereali e verdure amidacee cotti possono rappresentare un valido contributo all’apporto totale di nutrienti.

2. Ortaggi verdi

Fate in modo che il pila­stro dei vostri menù di ogni giorno sia co­stituito dagli ortaggi verdi, ricchi di calcio e poveri di ossalati (broccoli, foglie di tarassaco, cavolo riccio, foglie di senape, cavolo cinese, cime di rapa e cre­scione d’acqua). Scelta saggia quella di includerli almeno due volte al giorno nei pasti o negli snack, usandone un totale di 600 g per la maggior parte dei giorni.

3. Altre verdure

Includetene un vasto as­sortimento che copra l’intero spettro dei colori. Le verdure sono più densamente nutrienti di ogni altro cibo.

4. frutta

La frutta è la parte dolce, deli­ziosa e vitaminica delle diete crudiste vegane. L’alto contenuto di zuccheri può avere effetti sulla salute dei denti, quindi lavateveli regolarmente ed equilibrate i vostri menù con altri gruppi di alimenti più ricchi di proteine e minerali e più po­veri di zuccheri.

5. Semi e frutta a guscio

Per le proteine e i minerali, è una buona idea includere almeno 50-75 g di semi e frutta a guscio ogni giorno nei vostri menù. Inserite in questo mix almeno 2 cucchiaini di semi di lino macinati, 2 cucchiai di noci o 1 cuc­chiaino (5 ml) di olio di semi di lino, che vi garantiranno un ottimo apporto gior­naliero di acidi grassi essenziali omega 3. I grassi presenti in semi e frutta a guscio favoriscono l’assorbimento dei minerali e forniscono sostanze fitochimiche protettive.

Per approfondire:

  

 

 

6. Legumi germogliati o cotti

Lenticchie o fagioli mungo germogliati vi aiuteranno a mantenere costante la glicemia tra un pasto e l’altro. Se integrate i vostri menù con un po’ di cibi cotti, i legumi cotti potrebbero essere una scelta saggia (come una ciotola di fagioli in insalata oppure lenticchie, piselli o fagioli in una minestra calda), perché forniscono proteine, ferro e zinco e contengono pochissimi grassi.

7. Cereali germogliati

C’è chi include anche cereali germogliati (come kamut e segale) o alimenti usati come cereali (tipo grano saraceno e quinoa) crudi, disidratati o sotto forma di cracker. Un’altra opzione, benché non sia crudista, è il riso selvaggio “fiorito” (una modalità di cottura con acqua e successivo passaggio nell’essiccatore). Questi cibi ricchi di carboidrati e proteine possono aiutarvi a mantenere adeguati livelli di energia.

Germogli: buoni e benefici

  

 

8. Vitamina B12

Assumete un integratore giornaliero o settimanale di vitamina B12 oppure cibi arricchiti con questa vitamina per garantirvi una fonte di questo nutriente essenziale.

9. Vitamina D

Assicuratevi di avere una fonte di vitamina D, sotto forma di luce solare o di integratore.

10. Iodio

Usate un po’ di kelp, di sale da tavola iodato o un integratore che comprenda questo minerale per avere un apporto di questo minerale corrispondente ai livelli raccomandati.

Le alghe: un'ottima fonte di iodio

 

SCARICA SUBITO UN ESTRATTO GRATUITO DEL LIBRO!

  

Mangio Crudo e Vivo Meglio

 

          


Redazione Web Macro
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli... Leggi la biografia
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli spaziano su tutti i principali argomenti che Macro divulga con passione dal 1987. Il meglio per il benessere di Corpo, Mente e Spirito raccontato da coloro che vedono nascere quotidianamente i... Leggi la biografia

31 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto