Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Spiritualità

Dallo yoga un’alternativa per la scelta dei regali di Natale

Spiritualità

Dallo yoga un’alternativa per la scelta dei regali di Natale

Spiritualità

Dallo yoga un’alternativa per la scelta dei regali di Natale
16 condivisioni

In questi giorni si rinnova ovunque la preparazione al Natale: un periodo dell’anno tradizionalmente legato alla spiritualità, alla rinascita e alla condivisione degli affetti, ma che purtroppo al giorno d’oggi è spesso vissuto con ritmi frenetici, se non addirittura stati d’ansia e di stress da regalo.


Redazione Le Vie del Dharma

In questi giorni si rinnova ovunque la preparazione al Natale: un periodo dell’anno tradizionalmente legato alla spiritualità, alla rinascita e alla condivisione degli affetti, ma che purtroppo al giorno d’oggi è spesso vissuto con ritmi frenetici, se non addirittura stati d’ansia e di stress da regalo.

Sopravvivere alla frenesia consumista

Negozi e supermercati si rivestono sempre più in anticipo di addobbi e di proposte rivolte a questa festività che, sebbene ormai sia stata privata di tanto del suo significato più profondo, continua a essere per tanti italiani (e non solo) uno dei momenti di festa più attesi e celebrati dell’anno.

Purtroppo il consumismo dilagante ha ormai inglobato anche il Natale. Invece di meditare sul simbolo di una sacra nascita e su ciò che significa per ognuno di noi, anziché prenderci qualche giorno di pausa per rallentare il nostro ritmo di vita e per condividere attimi con le persone a cui teniamo di più, siamo assillati dal “dover” fare i regali di Natale.

E così ci si aggira affannosamente, a volte persino disperatamente, tra negozi, siti, centri commerciali con la speranza di trovare l’ispirazione per un regalo che, se ci fermassimo e ci ascoltassimo un poco, forse decideremmo di non fare, o faremmo diversamente.

L’ascolto interiore ci guida alla scelta giusta

Lo yoga ci insegna che, se vogliamo cambiare noi stessi in meglio e fare scelte con consapevolezza e ascolto di cosa vogliamo veramente, dobbiamo avere la forza di fermarci e stare dentro di noi. Aprire la porta a questo ascolto profondo ci rende capaci di riconoscere la parte più elevata di noi stessi, che giace addormentata dentro di noi, o che forse è solo sommersa dallo stile di vita che la società ci propone: privo di spiritualità e di valori umani importanti come il rispetto per sé stessi e gli altri, la capacità di amare e sostenere, il coraggio di vivere le proprie scelte fino in fondo.

Uno stile vita che non conosce il silenzio profondo e la calma che arrivano quando davvero ci fermiamo e stiamo dentro di noi.

La scelta dei regali di Natale: un’alternativa spirituale

Vogliamo proporti una maniera diversa di affrontare la scelta dei regali di Natale, per provare a trasformare anche situazioni come questa in opportunità di ascolto ed elevazione, per trasmettere valori importanti anche attraverso un semplice gesto come quello di fare un regalo. Ti potrà aiutare anche ad affrontare con ritrovata serenità, calma e consapevolezza tutti i momenti di stress in queste settimane dense di impegni ed eventi che ci porteranno al nuovo anno.

Il filo conduttore di questo piccolo percorso yogico è la connessione al tuo respiro, perché solo attraverso di esso puoi accedere in profondità dentro di te e trovare uno spazio in cui capire davvero cosa vuoi fare anziché cosa devi fare.

Primo passo: fermati

Questo è il passo più importante, perché trovare la forza e la determinazione di fermarsi, in questo incalzare frenetico di impegni, è davvero un atto di grande coraggio.

Il nostro suggerimento è di non esitare, non aspettare di trovare il momento giusto per farlo. Fallo ovunque tu sia: seduto in autobus, nella pausa lavorativa, nella sala di attesa di un appuntamento importante, in treno, mentre vai al lavoro in macchina, mentre aspetti di imbarcarti in aeroporto. Sii creativo. Se hai una tua pratica spirituale quotidiana, di qualsiasi credo essa sia, oppure se pratichi yoga, di qualsiasi stile esso sia, allora quello è un momento perfetto.

Secondo passo: respira

  • Siediti il più possibile con la colonna verticale dritta
  • Rilascia le tensioni dalle spalle e dal viso, chiudi gli occhi (naturalmente non farlo se stai guidando!) e per qualche istante osserva il tuo corpo, dai piedi alla sommità della testa: la sua posizione, le tensioni, se senti caldo o freddo
  • Ascolta i rumori attorno a te, senza opporti a essi, semplicemente accettando dove sei e cosa accade attorno a te
  • Lentamente abbandona i rumori esterni e comincia a portare tutta la tua attenzione su quelli dentro di te: nello specifico, soffermati sull'ascolto del tuo respiro
  • Resta concentrato sul tuo respiro per la durata di almeno venti respiri: li puoi contare e, se ti accorgi che venti non sono sufficienti, arriva fino a trenta, fino a quaranta… sino a quando non ti accorgi che sei più calmo e rilassato.

Terzo passo: le persone importanti

Pensa alle persone che conosci e individua quelle a te più vicine: forse sono i tuoi figli, tua moglie, il tuo fidanzato, l'amico del cuore, il collega con cui scambi tante cose, quello che davvero non sopporti, il tuo capo… Se puoi, fai una lista scritta mettendola in ordine di priorità.

Quarto passo: ascolta la tua voce interiore

Chiediti a quale tra queste persone vuoi veramente fare un regalo:

  • Respira ancora un attimo, dieci respiri almeno
  • Con consapevolezza, mettiti in ascolto di ciò che arriva da dentro di te: cosa vuoi comunicare a questa persona? Cosa vuoi dirle con quel regalo? Forse è l'affetto che senti nel cuore e che non hai avuto il tempo di esprimere? Forse vuoi aiutarla a ritrovare il sorriso? Forse semplicemente vuoi farle sapere che ci sei per lei? Forse vuoi ringraziarla perché ti ha aiutato, oppure desideri portare pace tra di voi?
  • Cerca la vera ragione che sta dietro il regalo che vorresti acquistare.

Quinto passo: trova la risposta

Ascolta la tua voce interiore, pensa alla persona che ti è cara e prova a immaginare il regalo che senti sia giusto per lei. Qual è il vero messaggio, il dono che il tuo cuore vuole inviare a questa persona?

La risposta che ti arriverà potrebbe anche essere inaspettata: lasciati sorprendere. Per esempio, potresti scoprire che il regalo più bello che potresti fare a un tuo amico non è un oggetto per lui, ma una donazione al gattile dove fa volontariato. Potresti decidere di andare a trovare i tuoi genitori dopo mesi in cui hai pensato poco a loro. Oppure scrivere la lettera, con carta e penna, che avresti sempre voluto scrivere per quella persona cara davvero speciale.

La risposta sorprendente potrebbe anche essere che, in realtà, tu quel regalo non vuoi farlo davvero. E allora permettiti di agire in questa direzione: quando arriverà il momento di fare questo dono, fosse anche tra due mesi o un anno, allora lo farai.

Sesto passo: dona

È il momento di passare all’azione: realizza il tuo regalo, trovando il tempo e il modo che ti permettano di farlo con cura, senza fretta o ansie.

Trova il tuo senso del Natale oltre la macchina impazzita del consumismo, ridai a questi giorni densi di spiritualità e condivisione il tuo piccolo ma immenso contributo di consapevolezza e cambiamento.


Redazione Le Vie del Dharma
La Redazione Le Vie del Dharma ha ideato e sta facendo crescere leviedeldharma.it, la guida online ai sentieri dello yoga.Le Vie del Dharma è un... Leggi la biografia
La Redazione Le Vie del Dharma ha ideato e sta facendo crescere leviedeldharma.it, la guida online ai sentieri dello yoga.Le Vie del Dharma è un portale dedicato a diffondere la cultura yogica, spiegandola a curiosi e principianti e fornendo approfondimenti e formazione per i più esperti.  Forti delle rispettive esperienze, la Redazione e i... Leggi la biografia

16 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto