Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Spiritualità

Maestro Osho: le sue parole sono lo specchio del nostro intimo e della società

Spiritualità

Maestro Osho: le sue parole sono lo specchio del nostro intimo e della società

Spiritualità

Maestro Osho: le sue parole sono lo specchio del nostro intimo e della società

Osho è un Maestro di realtà contemporaneo che ha dedicato la vita al risveglio della consapevolezza. Con rara maestria egli ha scandagliato e portato alla luce le passioni più sottili e i segreti più riposti dell’animo umano, ma ha anche aiutato a radicarsi in potenzialità latenti: veri e propri semi, racchiusi nell’essere umano, fondamentali per orientare il proprio esistere verso una vera realizzazione.


Redazione Web Macro

Osho è un Maestro di realtà contemporaneo che ha dedicato la vita al risveglio della consapevolezza. Con rara maestria egli ha scandagliato e portato alla luce le passioni più sottili e i segreti più riposti dell’animo umano, ma ha anche aiutato a radicarsi in potenzialità latenti: veri e propri semi, racchiusi nell’essere umano, fondamentali per orientare il proprio esistere verso una vera realizzazione.
I suoi insegnamenti sfuggono qualunque classificazione e coprono di fatto ogni dimensione nella quale si dispiega la parabola dell’uomo e il suo destino: un arcobaleno che si estende dalla ricerca spirituale ed esistenziale del singolo individuo, alle questioni sociali e politiche più scottanti che oggi la società si trova ad affrontare.

Nessuna dottrina, ma pura sintonia con il nostro mondo interiore

I libri di Osho non sono scritti: sono trascrizioni di registrazioni video o audio dei discorsi estemporanei da lui tenuti davanti a un pubblico internazionale nel corso di trentacinque anni e non hanno affatto alcun intento “dottrinario”; e, per una inesplicabile alchimia, aiutano a sintonizzarsi con qualcosa di intimo e profondo, dentro di sé; come lui stesso ha spiegato: “Ascoltare o leggere le mie parole, non è altro che essere semplicemente aperti a uno specchio. E ciò che riconoscerai come verità in quelle parole è un semplice riflesso di te stesso, di ciò che echeggia dentro di te”.
Rispetto al suo lavoro, Osho ha chiarito che il suo intento è creare le condizioni per l’avvento di un nuovo tipo di essere umano, da lui spesso ha definito come “Zorba il Buddha”: un individuo in grado di apprezzare sia i piaceri del corpo e del mondo come Zorba il Greco, sia avere la silenziosa serenità di Gautama il Buddha.
Un’arte connessa a un sottile equilibrio che sembra offrire un’alternativa alla lunga marcia della follia, cui si può riassumere l’intero passato dell’umanità; di certo “un’utopia concreta e a portata di mano”.

“Io sarò contemporaneo tra duecento anni”

Il filo che collega tutti gli aspetti del lavoro di Osho è una visione che abbraccia sia la millenaria saggezza orientale sia il potenziale racchiuso nello sviluppo della scienza e della tecnologia occidentali.
Si tratta di un sistema aperto che non ha paralleli, qualcosa che Osho stesso ha stigmatizzato con queste parole: “Io sarò contemporaneo tra duecento anni”. Cosa che non ha impedito al Sunday Times di Londra e a Panorama di includerlo tra “i 1000 uomini che hanno fatto il XX secolo”. Definito dallo scrittore americano Tom Robbins come “l’uomo più pericoloso dai tempi di Gesù Cristo”, Osho non si è limitato a scandagliare il mistero implicito all’uomo, e a farne affiorare le più intime potenzialità; ha anche creato metodi di straordinaria efficacia per rendere attuale quel processo di comprensione.

Le Meditazioni ideate per liberare lo stress

Infatti, egli è anche noto per il suo contributo rivoluzionario alla scienza della trasformazione interiore: un approccio alla meditazione che riconosce il ritmo accelerato della vita contemporanea, e l’impossibilità di tornare indietro a equilibri psicofisici più naturali. Le sue Meditazioni attive sono state ideate per liberare lo stress accumulato nel corpo e nella mente, in modo da facilitare lo stato rilassato e privo di pensieri della meditazione; attivando il quale è possibile mettere salde radici nell’esistenza.
Osho ha lasciato il corpo il 19 gennaio 1990, ma la sua presenza è oggi più intensa che in passato, proprio perché egli appartiene a quella categoria di individui in grado di riflettere e di echeggiare lo spirito del tempo, qualcosa che sembra incitare ogni essere umano verso una mutazione indispensabile se si vuole avere un futuro, in quanto specie.
I suoi libri sono sempre di più acclamati best seller in molti Paesi, tra cui anche l’Italia.


Redazione Web Macro
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli... Leggi la biografia
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli spaziano su tutti i principali argomenti che Macro divulga con passione dal 1987. Il meglio per il benessere di Corpo, Mente e Spirito raccontato da coloro che vedono nascere quotidianamente i... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto