Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Spiritualità

Gli angeli che ci aiutano nella vita quotidiana: chi sono e in che modo intervengono

Spiritualità

Gli angeli che ci aiutano nella vita quotidiana: chi sono e in che modo intervengono

Spiritualità

Gli angeli che ci aiutano nella vita quotidiana: chi sono e in che modo intervengono
218 condivisioni

Esistono gli angeli?

E come facciamo a sapere se sono al nostro fianco o se ci aiutano nelle nostre faccende quotidiane?

C’è chi giura di sì, che non solo gli angeli esistono, e di averli visti con i propri occhi, ma ha avuto anche segni tangibili dagli esseri celesti.


Romina Rossi

Per esempio, in situazioni di pericolo potremmo aver sentito la presenza di qualcuno che ci ha aiutato a uscire dalla brutta situazione, oppure una sensazione di grande gioia e beneficio senza un motivo apparente. In entrambi i casi si tratta di segni della presenza dei nostri angeli.

Alcuni potrebbero pensare che ricevere attenzioni dagli angeli possa essere privilegio di pochi fortunati, ma non è così. Isabelle von Fallois che, in seguito a una brutta malattia che l’ha portata sull’orlo della morte, ha cominciato a ricevere visite e messaggi dagli angeli afferma che non c’è niente di più “normale” che entrare in contatto con gli angeli, i quali:

“Sono messaggeri del creatore, il cui compito consiste nell’accompagnare e nell’aiutare le persone nel corso della loro vita. Gli angeli custodi sono accanto a una persona dal primo all’ultimo giorno di vita; gli arcangeli sono a disposizione di tutte le persone, indipendentemente dall’esperienza spirituale, religiosa o non religiosa di ciascuno”.

Gli angeli sono quindi ben contenti di aiutarci quando ne abbiamo bisogno: il modo più semplice è chiedere il loro aiuto tramite le preghiere, ma non è l’unico. A volte, se siamo confusi e abbiamo perso la via del nostro cammino evolutivo di esseri umani, possono decidere di intervenire senza che glielo chiediamo, perché il loro scopo è quello di far sì che possiamo realizzare i sogni dell’anima, quelli per cui ci siamo incarnati nella vita presente. Desiderando esserci di aiuto, vengono in nostro aiuto in tutte le questioni della nostra vita.

SCOPRI TUTTE LE OPERE DI ISABELLE VON FALLOIS!

 

L’angelo custode

Come afferma la Von Fallois, gli angeli non sono tutti uguali, ma sono divisi in categorie: quella più nota è probabilmente quella dell’angelo custode, che ci è stato assegnato alla nascita a ognuno di noi, indipendentemente dal credo, dalla razza, dall’appartenenza politica o sociale.

L’angelo custode è colui che rimane con noi per tutta la vita, nei momenti bui e in quelli felici: alcune persone riescono a percepirlo, è la sensazione di essere in presenza di “qualcosa” di sottile che ci accompagnava in un determinato momento della nostra vita.

Non è raro poi che gli angeli vadano in soccorso di coloro la cui vita è in pericolo: diverse testimonianze riportano di visioni angeliche o di entità immateriali intervenute in momenti drammatici. O di interventi “miracolosi” che salvano la vita. Può capitare che per aiutarci si manifestino in spoglie umane, per poi sparire appena hanno compiuto il loro compito.

Con i bambini si manifestano più apertamente: da ricerche fatte sembra infatti che fino all’età prescolare, i bambini siano in grado di percepire più chiaramente sia gli angeli che altre entità corporee, che si manifestano sottoforma di bambini con cui giocare.

Altri angeli

Il nostro angelo custode non è l’unico che ci viene in soccorso quando ne abbiamo bisogno o glielo chiediamo. Gli angeli sono infatti molto numerosi e sono divisi in categorie a seconda della mansione che devono svolgere: ci sono gli angeli che si prendono cura del nostro corpo, quelli che donano l’allegria, quelli che eliminano gli ostacoli, quelli protettori, quelli che curano le ferite dell’anima. E tanti altri ancora.

Anche loro sono più che felici di esserci di aiuto e di aiutarci nelle nostre faccende: possiamo ricorrere a qualunque angelo in qualsiasi momento e sollecitare la loro collaborazione, sia direttamente che attraverso il nostro angelo custode.

Come entrare in contatto con gli angeli

Ci sono diversi modi per entrare in contatto con il nostro angelo custode, arcangelo o altri angeli.

Secondo Hania Czajkowski uno dei modi più semplici e immediati per comunicare con gli angeli è… giocare con loro! Gli angeli infatti sono creature che amano divertirsi, giocare, essere immersi nella bellezza, ridere e condividere. Il gioco è quindi la forma più diretta per entrare in contatto con loro. Essendo esseri concreti e concisi, troveranno il modo per farci avere le risposte alle domande che poniamo loro.

Un altro modo per metterci in contatto con loro è utilizzare le nostre capacità medianiche, insite e innate in ognuno di noi, che ci permettono di stabilire un canale preferenziale con gli esseri celesti e comunicare con loro.

Belinda Grace è l’autrice che attraverso la chiaroveggenza comunica costantemente con gli angeli e insegna alle persone come mettersi in contatto a loro volta.

Un esempio molto semplice è scrivere una lettera in cui esporre chiaramente ciò che si vuole, proprio come se si stesse scrivendo a un amico o a una persona cara.

Una volta conclusa la lettera, si può compilare anche la busta. Se preferite farla sembrare ancora più reale, potete mettere anche il francobollo. Poi basta chiedere agli angeli come vogliono che venga spedita la lettera: il primo impulso che si manifesta sarà la loro risposta (seppellirla, strapparla a pezzi, bruciarla, metterla in un cassetto…). Una volta completata la lettera e averla spedita, non bisogna soffermarsi sulla situazione o sulla possibile soluzione: ma bisogna mantenere la fiducia che gli angeli faranno tutto quello che è possibile fare. Non resta quindi che aspettare che gli angeli rispondano alla lettera con fiducia e gratitudine.

E se non otteniamo ciò che volevamo? Gli angeli non fanno torti o dispetti: se non otteniamo ciò che volevamo, significa che quella cosa non era adatta per noi, oppure che avrebbe potuto nuocere a terze persone e che stanno invece preparando quello a noi più congeniale, perché gli angeli vogliono solo il nostro bene.

[PRODOTTO_PH_6491][PRODOTTO_PH_5325] 


Romina Rossi
Giornalista freelance e web writer, collabora con la rivista “Vivi Consapevole” e diversi siti web, occupandosi prevalentemente di medicina... Leggi la biografia
Giornalista freelance e web writer, collabora con la rivista “Vivi Consapevole” e diversi siti web, occupandosi prevalentemente di medicina naturale, benessere olistico e tecniche naturali di guargione.L’amore per la Natura e la curiosità di capire i complicati e delicati meccanismi di funzionamento dell’uomo, la portano a intraprendere... Leggi la biografia

218 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Scienza e Conoscenza N.74 - La risonanza nei sistemi viventi
Omaggio Scienza e Conoscenza N.74 - La risonanza nei sistemi viventi

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Scienza e Conoscenza N.74 - La risonanza nei sistemi viventi