Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Salute e Benessere

Come fare una diagnosi conoscendo meglio la nostra lingua

Salute e Benessere

Come fare una diagnosi conoscendo meglio la nostra lingua

Salute e Benessere

Come fare una diagnosi conoscendo meglio la nostra lingua

Ci sono ancora alcuni medici che sono consapevoli dell’importanza di dare un’occhiata alla lingua dei pazienti che si presentano nei loro studi in cerca di aiuto per qualche malanno. Questa pratica, che in Cina è una vera e propria anamnesi diagnostica, è stata attuata anche in Occidente per moltissimi anni e fino a tempi recenti, anche se non ha mai avuto lo stesso peso che ha in medicina tradizionale cinese (MTC) e anzi forse sta addirittura scomparendo dalle abitudini dei medici nostrani.


Valerio Pignatta

Di che aspetto è la tua lingua

Il medico esperto dovrebbe osservare prima di tutto la forma, il colore, la consistenza, l’umidità e la patina che ricopre la lingua. In effetti, le lingue possono avere aspetti assai diversi; la patina che le ricopre può essere sottile o spessa, bianca, scura, giallognola, grigiastra, rossiccia, pallida, nera, untuosa e così via. Il muscolo, o corpo linguale, invece, può assumere diverse tonalità di rosso, blu, viola e perfino nero.

Secondo la MTC a ogni parte/sezione della lingua corrisponde un organo del corpo. Per esempio, la parte posteriore della lingua corrisponde ai reni, agli intestini e alla vescica. Ogni anomalia in queste zone della lingua può suggerire la presenza di problemi nelle aree corrispondenti del corpo.

Il lato destro della lingua, d’altra parte, è collegato con la colecisti e il lato sinistro con il fegato. La porzione centrale corrisponde soprattutto a stomaco e milza, mentre la parte anteriore ha una corrispondenza con i polmoni e la punta con il cuore.

Leggi anche...

Quello che è davvero importante sapere per procedere a un esame della vostra stessa lingua sono le caratteristiche relative al colore, alla patina, all’umidità, alla forma e perfino al movimento. Essenzialmente, la lingua normale ha una leggera patina bianca e un colore rosa brillante o rosso pallido, che è rappresentativo dello stato della circolazione sanguigna e degli organi interni.

La forma della lingua non sarà mai importante quanto la sua patina (l’induito). Una lingua particolarmente pallida può significare sia una carenza di energia vitale, sia una qualsiasi carenza di elementi a livello del sangue, ma più spesso una circolazione poco attiva. D’altra parte, se l’induito è totalmente bianco, è legittimo aspettarsi una febbre alta. Una lingua di un colore rosso violaceo, soprattutto nella zona della punta, può invece far pensare a problemi di natura cardiaca.

Né troppo lunga né troppo corta

Per quanto riguarda la forma, sempre secondo la MTC, una lingua sottile, gonfia, rigida, flaccida, lunga, corta, spaccata, tremante o in altre condizioni insolite, rimanda quasi sempre a qualche problema di carattere medico. A parte questo, una lingua normale non dovrebbe essere né troppo lunga né troppo corta rispetto alla bocca, né troppo espansa né raggrinzita. E dovrebbe essere flessibile, senza però muoversi in modo incontrollabile. Anche la patina e l’umidità della lingua sono significative. Il colore dell’induito può rivelare la presenza, l’assenza e la forza di un fattore patologico, mentre una lingua esageratamente asciutta o bagnata è un indicatore dello stato dei fluidi nell’organismo.

L’approccio cinese è una delle tipologie diagnostiche più antiche del mondo. Imparando la semplice tecnica dell’analisi della lingua si possono valutare i punti di forza e le debolezze degli organi interni, così da poter intervenire prima che un eventuale problema si trasformi in qualcosa di più grave.


Valerio Pignatta
Valerio Pignatta Plurilaureato e ricercatore, lavora come redattore, traduttore e collaboratore di diverse case editrici.È giornalista... Leggi la biografia
Valerio Pignatta Plurilaureato e ricercatore, lavora come redattore, traduttore e collaboratore di diverse case editrici.È giornalista pubblicista, naturopata, autore e direttore editoriale nell’ambito della medicina naturale e ha pubblicato numerosi articoli sul rapporto salute/ambiente, oltre a testi divulgativi di medicina naturale. Ha al... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Fresche Sorsate - Catalogo succhi ed estratti 2022
Omaggio Fresche Sorsate - Catalogo succhi ed estratti 2022

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Fresche Sorsate - Catalogo succhi ed estratti 2022