Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Bambini e Ragazzi

Insegniamo ai bambini a rispettare la natura

Bambini e Ragazzi

Insegniamo ai bambini a rispettare la natura

Bambini e Ragazzi

Insegniamo ai bambini a rispettare la natura
37 condivisioni

Spiegare ai bambini fin da piccoli l'importanza di salvaguardare la natura è importante: crescendo sapranno che rispettare l'ambiente e prendersi cura degli animali, senza distruggere il loro habitat, è fondamentale anche per mantenere il nostro stesso benessere. Ma come si fa ad affrontare un discorso così complicato con dei bambini? I nuovi racconti della serie Agata e la ninfa dell'acqua ci vengono in aiuto.


Romina Rossi

Spiegare ai bambini fin da piccoli l'importanza di salvaguardare la natura è importante: crescendo sapranno che rispettare l'ambiente e prendersi cura degli animali, senza distruggere il loro habitat, è fondamentale anche per mantenere il nostro stesso benessere. Ma come si fa ad affrontare un discorso così complicato con dei bambini? I nuovi racconti della serie Agata e la ninfa dell'acqua ci vengono in aiuto.

Deficit di contatto con la natura

L'uomo è inserito nella natura e ne fa parte. Le persone che fanno finta che la natura e l'uomo siano due entità separate, perdono di vista un concetto fondamentale: il danneggiamento dell'uno equivale al danneggiamento dell'altro, si verifica una sorta di mutilazione da entrambe le parti.

Allo stesso modo, credere di poter vivere separati dalla natura è completamente innaturale: quando siamo nella natura, infatti, ritorniamo al nostro elemento, siamo in equilibrio. La natura è la nostra medicina, il nostro medico, in grado di curare molti disturbi creati dalla società moderna contemporanea. Per esempio, fare grounding – cioè stare con i piedi nudi a contatto con la terra – per almeno 30 minuti al giorno, aiuta a riequilibrare i due emisferi del cervello, sconfiggere lo stress, migliorare l'autostima e l'umore.

Chi sta a contatto con la natura trasmette il proprio equilibrio e benessere anche ai famigliari: uno studio della Università dell'Illinois ha messo in evidenza che i bambini affetti da ADHD, i cui genitori passavano del tempo a contatto con la natura ed erano quindi più rilassati, avevano dei miglioramenti di salute.

Ciò non stupisce affatto se pensiamo che alcuni studiosi sottolineano che i bambini oggi soffrono di disturbo di deficit della natura, proprio perché non passano abbastanza tempo all'aperto, ma sono sempre di più rinchiusi dentro quattro mura. Abbiamo perso il contatto con la natura, la consideriamo un'entità a se stante e non ricordiamo più che ne siamo parte.

L'uomo è natura

La connessione con la natura non è nuova: secondo la medicina ippocratica l'uomo, per poter essere definito in salute deve essere composto in parti uguali dagli elementi naturali, quindi terra, fuoco, acqua e aria. Lo squilibrio di una o più componenti crea la malattia.

Lo stretto legame con la natura non finisce qui: essa è la madre che ci nutre dei suoi frutti e che ci cura con quegli stessi frutti che produce. Il medico inglese Edward Bach ha definito la natura “una farmacia”, una dispensa dove possiamo trovare tutto ciò che ci occorre. Scrive infatti: “Noi ci rivolgiamo con fiducia alla natura per tutto ciò che abbiamo bisogno per vivere: aria, luce, cibo, acqua e così via. In questo grande disegno che provvede a tutto, non è verosimile che fosse tralasciata la guarigione dalla malattia e dall'angoscia”.

Cosa succede quindi se avveleniamo la natura, la inquiniamo, la mutiliamo, o sterminiamo gli animali? Succede che facciamo un danno a noi stessi perchè ci priviamo di una alleata della massima importanza. Un detto dei nativi americani – una delle civiltà che consideriamo “primitive”, recita a questo prooposito:

“Tutte le cose sono collegate, come il sangue che unisce una famiglia. Qualunque cosa capita alla terra, capita anche ai figli della terra. Non è stato l'uomo a tessere la tela della vita, egli ne è soltanto un filo. Qualunque cosa egli faccia alla tela, lo fa a se stesso”.

Non solo l'uomo viene dalla terra, ma è fatto di quella terra da cui trae cibo: ferirla significa ferire noi stessi; se la natura soffre anche l'uomo soffre.

Insegnare il rispetto della natura ai bambini

Può sembrare difficile dover spiegare questi concetti, che spesso affondano le radici nella filosofia, ai bambini. Con fare sbrigativo si catalogano come argomenti troppo difficili per loro. Eppure i bambini sono in grado di capire anche la lezione più difficile. Basta spiegarla con calma e senza paura.

I bambini amano stare nella natura, se li lasciate giocare all'aperto, in un parco, in un giardino o in campagna, raramente non faranno capricci quando è ora di tornare a casa: trovano la loro dimensione nella natura, perché qui si sentono liberi e in armonia con essa.

Se insegniamo loro il rispetto della natura, spieghiamo per quale motivo non bisogna inquinare, sporcare, distruggere o invadere, impareranno a vivere in mezzo al verde senza arrecare danno, ma avendo rispetto per ogni forma di vita.

Un buon metodo per insegnare tutto ciò ai bambini è attraverso la lettura: i racconti della serie Agata la ninfa dell'acqua sono infatti pensati proprio per affrontare il tema dell'ambiente. La protagonista è Agata, una piccola ninfa a cui piace ballare e giocare con gli amici animali, che si trova a dover fare i conti con i disastri provocati dalla “distrazione” dell'uomo. Ogni volta che l'uomo arreca danno alla natura, la vita delle ninfe, del bosco e degli animali è in pericolo. Ci vuole quindi tutto l'impegno e le cure delle ninfe per scongiurare il pericolo.

Questi teneri racconti arricchiti da splendide illustrazioni sono un gradito regalo da mettere sotto l'albero, per trascorrere un Natale ricco di insegnamenti per grandi e piccini e trasmettere loro un grande messaggio, spiegato in maniera chiara e semplice. E ricordiamoci che i bambini hanno bisogno della natura così come la natura ha bisogno dei bambini.


Romina Rossi
Giornalista freelance e web writer, collabora con la rivista “Vivi Consapevole” e diversi siti web, occupandosi prevalentemente di medicina... Leggi la biografia
Giornalista freelance e web writer, collabora con la rivista “Vivi Consapevole” e diversi siti web, occupandosi prevalentemente di medicina naturale, benessere olistico e tecniche naturali di guargione.L’amore per la Natura e la curiosità di capire i complicati e delicati meccanismi di funzionamento dell’uomo, la portano a intraprendere... Leggi la biografia

37 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Scienza e Conoscenza N.74 - La risonanza nei sistemi viventi
Omaggio Scienza e Conoscenza N.74 - La risonanza nei sistemi viventi

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Scienza e Conoscenza N.74 - La risonanza nei sistemi viventi