Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Ottobre: scopriamo la frutta e la verdura di stagione

Alimentazione e Diete

Ottobre: scopriamo la frutta e la verdura di stagione

Alimentazione e Diete

Ottobre: scopriamo la frutta e la verdura di stagione

La grande distribuzione ha modificato profondamente le nostre abitudini alimentari, rendendo disponibili tutto l'anno frutta e verdura appartenenti invece ad una stagione ben precisa.

La miglior scelta che possiamo fare per la nostra salute e l'ambiente invece è quella di consumare frutta e verdura di stagione. Scopri con noi cosa consumare nel mese di ottobre.


Redazione Web Macro

La grande distribuzione ha modificato profondamente le nostre abitudini alimentari, rendendo disponibili tutto l'anno frutta e verdura appartenenti invece ad una stagione ben precisa.

La miglior scelta che possiamo fare per la nostra salute e l'ambiente invece è quella di consumare frutta e verdura di stagione. Scopri con noi cosa consumare nel mese di ottobre.

Pere e Castagne: conosciamole meglio

La pera: un frutto ricco di zuccheri semplici; contiene inoltre potassio, vitamina C, pectine, tannini, sali minerali, acido malico e citrico, oltre che composti fenolici con azione antiossidante.

Una sola pera assicura il 16% delle fibre di cui il corpo necessita ogni giorno e il 10% della vitamina C. La pera svolge un’azione diuretica, rinfrescante e lassativa ed è particolarmente indicata nell’alimentazione di bambini e anziani per la sua grande digeribilità.

La prevalenza del potassio rispetto al sodio rende il consumo di pere raccomandabile in tutti i regimi dietetici iposodici prescritti nel trattamento dell’ipertensione e delle cardiopatie edematose. I polifenoli agiscono sull’intestino normalizzandone le funzioni. Le pere non sono adatte a chi soffre di colite.

Castagne: “il pane dei poveri”. Le castagne sono ricche di sali minerali, soprattutto potassio, fosforo, magnesio, calcio e, in misura minore, anche ferro. Risultano quindi particolarmente indicate per riprendersi da influenze e forti raffreddori, per dare una mano all’organismo delle persone anemiche, per i bambini e gli anziani.

La farina di castagne sopperisce, nella preparazione di dolci e minestre, al fabbisogno di carboidrati anche nei soggetti che presentano intolleranza ai cereali. La loro fibra è ritenuta molto importante per l’azione favorevole sulla motilità intestinale, sulla microflora e sulla riduzione della colesterolemia.

Ecco l'elenco della frutta che potete trovare a settembre:

  • Mele 
  • Pere
  • Uva 
  • Cachi
  • Castagne

E quello della verdura:

  • Bietole
  • Broccoli
  • Carciofi 
  • Carote 
  • Cavoli 
  • Cavolfiori 
  • Cicorie 
  • Finocchi 
  • Insalate 
  • Patate 
  • Porri 
  • Radicchi 
  • Ravanelli 
  • Sedani 
  • Spinaci 
  • Zucchine 
  • Zucca

Addensare naturalmente, scopriamo come

Anche per gli addensanti, come per i dolcificanti, troviamo in natura delle valide alternative alla classica “colla di pesce”, spesso utilizzata in cucina.

Agar-agar: è una miscela di otto tipi diversi di alghe rosse che vengono fatte cuocere insieme fino a ottenere una gelatina che viene lasciata raffreddare. Dopo essere stata tagliata viene fatta asciugare per un mese.

In commercio si trova sotto forma di barre, di fiocchi e in polvere. Viene utilizzata per preparare dolci, budini, torte e per addensare creme e zuppe in modo assolutamente naturale. Si trova nei negozi di alimentazione naturale.

L’agar-agar è perfettamente trasparente e cambia colore se mescolato con altri ingredienti. Non altera il sapore naturale. Inoltre è privo di calorie e fa bene alla salute. Si indurisce sotto i 25 °C (contro i 5 °C delle gelatine alimentari) e quindi è più semplice da usare.

Per preparare una gelatina di agar-agar:

  • scaldare il liquido nel quale avrete disciolto l’alga;
  • prima che il liquido raggiunga il bollore, mescolate energicamente con un frustino, e continuate per almeno 6-7 minuti da quando si alzerà il bollore, in modo da impedire la formazione di agrumi.

Quello in polvere ha un potere gelificante maggiore, e per questo va fatta attenzione nel dosaggio. Generalmente, vale la regola che per 1 l di liquido (bollente) servono da 2 a 4 gr di agar-agar in polvere (da mezzo a un cucchiaino raso). Attendete che raggiunga un buon livello di gelatinosità. Una volta pronto, versatelo negli stampini e fate raffreddare a temperatura ambiente, poi in frigorifero.

Poiché ogni agar-agar reagisce in maniera diversa, è consigliabile provare vari dosaggi e varie marche dello stesso.

Un consiglio:se l’elemento da rassodare è denso, si scioglie prima l’agar-agar in acqua, quindi lo si aggiunge al preparato caldo, dopo averlo filtrato.

Kuzu: si tratta della fecola ricavata da una leguminosa perenne e rampicante giapponese (Pueraria lobata). Questa particolare pianta, cresce prevalentemente nei terreni più poveri.

Il kuzu è l’unica fecola con proprietà alcalinizzanti e curative, ricca di carboidrati, sali minerali (calcio, fosforo e ferro). Può essere utile in caso di disturbi digestivi, nausee, dolori muscolari, malattie da raffreddamento, febbre e stitichezza.

Modalità d’uso: ottimo per addensare salse, zuppe, sughi, dolci, gelati e composte. Prima di essere utilizzato nella vostra preparazione, va sciolto in acqua tiepida per evitare che si formino fastidiosi grumi.

Abbiamo già parlato del kuzu, leggi l'approfondimento "Dal dessert al medicamento: il kuzu è una radice polivalente, ideale per la tavola e il bruciore di stomaco (e non solo)".

Arrowroot: è una fecola molto digeribile ricavata dalle radici e dai tuberi di alcune piante tropicali, ottimo legante per zuppe, creme, salse e marmellate.

A differenza della farina di frumento, è privo del retrogusto di crudo che scompare solo con la cottura prolungata. Inoltre non conferisce alle preparazioni la consistenza “viscosa” della fecola di patate o di mais.

Utile nella preparazione di molti piatti. L’arrowroot, nelle ricette, può essere sostituito con la maizena.

Avete già preparato delle ricette con questi addensanti naturali? Fatecelo sapere nei commenti!!


Redazione Web Macro
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli... Leggi la biografia
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli spaziano su tutti i principali argomenti che Macro divulga con passione dal 1987. Il meglio per il benessere di Corpo, Mente e Spirito raccontato da coloro che vedono nascere quotidianamente i... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto