Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Cruelty free e igienismo, le basi per la salute

Alimentazione e Diete

Cruelty free e igienismo, le basi per la salute

Alimentazione e Diete

Cruelty free e igienismo, le basi per la salute

Siamo in pieno clima natalizio e, come ogni anno, le strade diventano un ingorgo di macchine dirette verso i grossi centri, per la grande corsa agli acquisti. Vedendo questo lungo serpentone di luci mi viene spontaneo pensare che in fondo non sarebbe assolutamente necessario comprare tante cose, il più delle volte inutili 


Mirella Pizzi

Siamo in pieno clima natalizio e, come ogni anno, le strade diventano un ingorgo di macchine dirette verso i grossi centri, per la grande corsa agli acquisti. Vedendo questo lungo serpentone di luci mi viene spontaneo pensare che in fondo non sarebbe assolutamente necessario comprare tante cose, il più delle volte inutili per sentirsi in qualche modo vicini ai nostri cari, agli amici, ai conoscenti.
Si tratta di un consumismo indotto che ci rende simili a tanti polli allevati in batteria, tutti condizionati nei nostri ritmi di vita fino al punto di non riuscire più purtroppo a ragionare con la nostra mente.

I cadaveri fumanti sulle nostre tavole

Il mio pensiero va soprattutto ai milioni di animali che in occasione di queste sante feste, senza aver alcuna colpa, vengono massacrati in fiumi di sangue, per diventare cadaveri fumanti sulla tavola di natale o capodanno.
Nella mia bella Bologna infatti fervono i preparativi per tortellini, zamponi, cotechini, bollito, cappone, arrosti e via …. senza nemmeno pensare alla sofferenza dei poveri maialini, vitelli, polli che si cela dietro ad ogni piatto della festa!
E pensare che qualsiasi ricetta potrebbe essere comunque preparata con un risultato veramente eccezionale usando semplicemente ingredienti vegetali al posto di quelli animali; su internet si trovano decine di ricette cruelty free  per festeggiare degnamente queste tradizioni e tante belle ricette si possono trovare appese alla vetrina dl mio studio in via del Pratello. (Consulta  su questo argomento le ricette di Sara Cargnello e Stefano Momentè, NdR)

Tortellini strepitosi con seitan

Pensate che il fornaio accanto al mio ambulatorio produce tortellini strepitosi con il seitan, tortelloni tofu e spinaci buonissimi con un pizzico di curcuma nella sfoglia per farla diventare bella gialla senza l'uovo e panettoni vegani dal sapore incredibile che non hanno nulla da invidiare a quelli classici.
Naturalmente dopo le grandi abbuffate a base di tanti grassi cibi animali vediamo scoppiare la solita epidemia influenzale che ci aspetta al varco tra gennaio e febbraio che mette a letto milioni di persone e che altro non è che un modo per eliminare tutte le tossine accumulate durante le festività.

Già Pitagora si rifiutava di cibarsi di carne

Ma ne vale veramente la pena? Non sarebbe meglio per tutti seguire quelli che sono gli insegnamenti dell'igienismo, l'unica vera scienza della salute, che da millenni ci dice che i “i frutti della terra sono puliti e trasmettono all'uomo forza e salute, mantenendolo pulito dentro e fuori” ? Queste sono parole di Pitagora che dal 600 a.C. è considerato il padre dell'igienismo, ancora prima di Ippocrate stesso, e che a soli 16 anni rifiutò di cibarsi di carne ritenendolo un cibo sporco e disgustoso preferendo invece frutta fresca e secca e vegetali. 

A Crotone nasce la più famosa scuola filosofica e medica dell'antichità e Pitagora accende una fiamma che si diffonde cento anni dopo ad Atene con Socrate, Platone e Aristotele, tutti vegetariani che onorano il grande maestro, una fiamma che continua a illuminare per millenni nonostante la forsennata opera di distruzione delle sue opere da parte della curia romana nell'intento di eliminare questa nuova religione scientifica e concreta, basata sul vivere sano e naturale e sui buoni sentimenti verso se stessi e verso tutti gli altri esseri viventi.

Da Leonardo a Einstein e molti altri

Dopo il periodo buio del medioevo, sono tanti i grandi personaggi che seguono la stessa via dell'igienismo tra cui come non ricordare Leonardo da Vinci (1452-1519) il quale diceva “impara a non curare la tua malattia, ma a come preservare la salute e verrà il giorno in cui l'uomo giudicherà l'uccisione dell'animale come un orrendo delitto”.
E che dire di Albert Enstein, premio Nobel par la fisica nel 1921, anch'egli vegetariano e che affermò: “il vegetarianesimo apporterà enormi benefici al pensiero e al carattere dell'essere umano, l'eliminazione della carne e delle proteine animali apporterà una ventata di salute e di serenità al pianeta terra”: stiamo parlando di un genio!

E così via per arrivare attraverso Jhon Tilden, Louis Kuhne, Arnold Ereth, Bircher-Benner, Manuel Lezaeta, Armando D'Elia fino a quello che è considerato, a ragione, il più grande divulgatore della cultura igienistica-naturale e cioè Herbert Shelton, la sua una vita dedicata al servizio della salute.
Come ho già detto l'igienismo naturale è l'unica vera scienza della salute, scienza di vita e Shelton diceva che ogni nuova verità ha sempre dovuto farsi strada tra l'ignoranza, la superstizione e il bigottismo della gente e ammoniva: “non dovete confondere l'autorità e il potere con la verità, fate in modo che la verità DIVENTI autorità e potere”.

Il corpo non va mai contro se stesso

Il concetto principale dell'igienismo è che il corpo non va mai contro se stesso e tende sempre ad autoguarire, a condizione che gli sia data la possibilità di farlo. L'obiettivo principale è rispettare i sintomi e rimuovere le cause di malattia. Non abbiate paura di cambiare direzione: i vegetali come frutta, vegetali freschi, legumi e cereali integrali contengono tutto quello che ci serve senza alcuna carenza e tenete presente che le diete a base di carne e proteine animali presentano le 3 più comuni deficienze alimentari e cioè: FIBRE – FITONUTRIENTI – ANTIOSSIDANTI. Mai metter in bocca nulla che non sia fresco, naturale, innocente.

Il diritto di scegliere la salute

Il potere della medicina si fonda sulla paura delle malattie e l'ambiente scientifico sfrutta in modo scandaloso questo specifico strumento di potere. Io non mi sento di dover convincere per forza i pazienti, mi basta il raro privilegio di offrire consigli che possano aiutarli a cambiare in meglio la loro vita e ricordare loro che viviamo in un mondo disegnato e programmato per farci ammalare, spronandoli a diventare tutti quanti indipendent thinker (pensatori indipendenti) e riappropriarsi così del diritto di scelta verso la propria salute.
In chiusura vorrei rendere omaggio al grande Valdo Vaccaro che ha speso una vita intera per diffondere le teorie dell'igienismo con assoluta proprietà e padronanza della materia, come trapela dalle sue seguitissime e preziose tesi.

LEGGI QUI gli altri articoli della Dottoressa Mirella Pizzi.


Mirella Pizzi
Mirella Pizzi, classe 1952, risiede a Bologna. Si laurea in Medicina e Chirurgia nel 1976 con 110 e lode;  medico di base a Bologna. Specializzata... Leggi la biografia
Mirella Pizzi, classe 1952, risiede a Bologna. Si laurea in Medicina e Chirurgia nel 1976 con 110 e lode;  medico di base a Bologna. Specializzata in Neurologia, Specializzata in Neuropsichiatria Infantile, Diplomata in Omotossicologia, Diplomata in Omeopatia, Medico esperto in nutrizione vegetariana-vegana-crudista. Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto