Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Alimentazione e Diete

La dispensa del crudista: a ognuno la sua scelta

Alimentazione e Diete

La dispensa del crudista: a ognuno la sua scelta

Alimentazione e Diete

La dispensa del crudista: a ognuno la sua scelta

Crudismo è natura. È salute, è tornare all’origine. Per questo un crudista mangia prevalentemente frutta, verdura, noci e semi. La sua dieta bilanciata è costituita in maggior parte da frutta, una buona percentuale di verdure e noci e semi in quantità minore. I vegetali a foglia sono importantissimi ed hanno, in genere, un contenuto di clorofilla maggiore rispetto agli altri.


Stefano Momenté

Crudismo è natura. È salute, è tornare all’origine. Per questo un crudista mangia prevalentemente frutta, verdura, noci e semi. La sua dieta bilanciata è costituita in maggior parte da frutta, una buona percentuale di verdure e noci e semi in quantità minore. I vegetali a foglia sono importantissimi ed hanno, in genere, un contenuto di clorofilla maggiore rispetto agli altri. Per questo devono costituire una parte fondamentale della dieta crudista.
Gli alimenti vanno consumati al naturale, oppure fermentati, germogliati o disidratati ad una temperatura non superiore ai 42°C, per non perdere la disponibilità di enzimi, vitamine ed altre sostanze utili.

Frutta, verdura, germogli, noci, semi, crudi e biologici rappresentano la base della cucina crudista. Noci e semi devono essere crudi e non addizionati di sale, possibilmente non più vecchi di un anno. Oltre a frutta oleosa e semi, anche la frutta secca ricopre un ruolo importante. Ecco una lista di base degli alimenti presenti nella cucina di un crudista. Un elenco che può variare a seconda del gusto, della stagionalità e del budget a disposizione.

ALIMENTI DA CONSERVARE IN FRIGORIFERO
Verdure che si possono mangiare crude (compresi gli ortaggi a frutto):

  • Asparagi 
  • Avocado 
  • Bieta 
  • Broccoli 
  • Carciofi 
  • Cavoli 
  • Cavolfiore 
  • Cetrioli 
  • Finocchi 
  • Funghi 
  • Lattuga 
  • Olive 
  • Peperoni 
  • Piselli 
  • Pomodori 
  • Radicchio 
  • Ravanelli 
  • Scalogni 
  • Sedano 
  • Spinaci 
  • Tarassaco 
  • Verze 
  • Zucca

Tuberi e radici:

  • Aglio 
  • Barbabietole 
  • Carote 
  • Cavolo rapa 
  • Cipolla Daikon 
  • Patate dolci 
  • Ravanelli 
  • Scalogno 
  • Sedano rapa 
  • Topinambur

Frutta Agrumi in genere:

  • Albicocche 
  • Ananas 
  • Anguria 
  • Banane 
  • Caco 
  • Ciliegie 
  • Fichi 
  • Mango 
  • Mele 
  • Melograno 
  • Meloni 
  • Papaia 
  • Pere 
  • Pesche 
  • Susine 
  • Uva 
  • Uvetta

ALIMENTI DA CONSERVARE IN DISPENSA
Semi oleosi:

  • Anacardi 
  • Canapa 
  • Lino 
  • Nocciole 
  • Noci 
  • Mandorle 
  • Noci brasiliane 
  • Pinoli 
  • Semi di zucca 
  • Semi di girasole 
  • Sesamo

Semi da far germogliare:

  • Aglio 
  • Azuki 
  • Basilico 
  • Broccoli 
  • Cavolo rosso 
  • Ceci 
  • Chia 
  • Crescione 
  • Erba medica (Alfalfa) 
  • Fagiolo mungo (Soia verde) 
  • Farro 
  • Fieno greco 
  • Finocchio 
  • Girasole 
  • Grano 
  • Grano saraceno 
  • Lenticchie 
  • Lino 
  • Orzo 
  • Piselli 
  • Porro 
  • Ravanello 
  • Riso 
  • Rucola 
  • Senape 
  • Soia 
  • Trifoglio

Erbe e spezie:

  • Alloro 
  • Anice stellato 
  • Basilico 
  • Cannella 
  • Cardamomo 
  • Carvi 
  • Chiodi di garofano 
  • Coriandolo 
  • Cumino 
  • Curry 
  • Dragoncello 
  • Erba cipollina 
  • Fieno greco 
  • Finocchio 
  • Ginepro 
  • Macis 
  • Maggiorana 
  • Menta 
  • Noce moscata 
  • Origano 
  • Papavero 
  • Paprika 
  • Pepe bianco 
  • Pepe nero 
  • Pepe rosa 
  • Pepe verde 
  • Peperoncino 
  • Prezzemolo 
  • Rosmarino 
  • Salvia 
  • Santoreggia 
  • Sedano 
  • Timo 
  • Vaniglia 
  • Zenzero

Olio
L’olio migliore da utilizzare è quello spremuto a freddo, sia d’oliva, di girasole, di mais, di lino, canapa o altro.
Qualunque sia il tipo di olio scelto, dovrebbe sempre essere conservato in una bottiglia scura a riparo dalla luce che potrebbe danneggiarne l’integrità.

Aceto
La scelta migliore dovrebbe ricadere sull’aceto di mele non pastorizzato, ricco in acido malico e batteri benefici che aiutano la digestione. La maggior parte degli altri aceti in commercio sono stati pastorizzati e non sono quindi da considerare crudi.
Gli aceti balsamici, inoltre, sono spesso addizionati con zuccheri e aromi.

Sale
Il sale di migliore qualità è quello marino integrale seccato al sole, leggermente grigio e umido al tatto, che contiene oltre 80 minerali in tracce, anziché quello raffinato che consiste in puro cloruro di sodio.

LEGGI gli altri articoli scritti da Stefano Momentè


Stefano Momenté
Illuminato sulla strada del vegetarismo nel febbraio 1985, attualmente Momentè è l'autore più prolifico in Italia in tema di vegetarismo e... Leggi la biografia
Illuminato sulla strada del vegetarismo nel febbraio 1985, attualmente Momentè è l'autore più prolifico in Italia in tema di vegetarismo e veganismo. Nel 2001 ha fondato Vegan Italia (associazione nazionale per una corretta informazione sul veganismo/vegetarismo), in seguito sito informativo, ora nuovamente associazione. Ha pubblicato il... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto