Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Aloe superfood

Alimentazione e Diete

Aloe superfood

Alimentazione e Diete

Aloe superfood
3 condivisioni

Da tempo si conoscono i benefici per la pelle dell’aloe. Di recente, si è diffuso anche l’impiego alimentare del suo gel come superfood.


Giuliana Lomazzi

Fin da tempi remoti, l’aloe è un rimedio tenuto in gran conto per le sue numerose proprietà. La usavano i cinesi, gli egizi (si dice che fosse questo il segreto della bellezza di Cleopatra) e gli indiani. Negli antichi testi della medicina ayurvedica, la pianta è citata per le proprietà antiparassitarie, curative della pelle e protettive del fegato.

In tempi più recenti, la scienza ha confermato moltissimi impieghi interni ed esterni dell’aloe e del suo succo – principalmente delle specie Aloe arborescens e vera.

Aloe Vera: 10 utilizzi fai da te per la bellezza



I componenti e le proprietà dell’aloe

L’aloe è composta prevalentemente da acqua. Ci sono poi minerali (calcio, zolfo, selenio, magnesio, rame, zinco) e vitamine (A, C, E, alcune del gruppo B), insieme a enzimi, acido salicilico, acidi grassi e fibre come la lignina. I principi attivi più importanti sono comunque i polisaccaridi, una classe di composti chimici; fra questi ci sono per esempio il glucomannano, l’acemannano e gli antrachinoni. Gli effetti di questi componenti sono straordinari. All’aloe vengono riconosciute proprietà antibatteriche, antivirali, antisettiche, antiparassitarie, antifungine, antinfiammatorie.

Entrando un po’ nel dettaglio, l’aloe è in grado di rafforzare il sistema immunitario su più fronti, anche grazie alla produzione di sostanze che contrastano virus, funghi e parassiti. Esplica poi un’azione protettiva sull’apparato gastrointestinale. Nello stomaco, contrasta le ulcere gastriche e il reflusso gastroesofageo e favorisce la digestione. A livello intestinale, nutre la flora batterica buona grazie alle sue proprietà prebiotiche e tiene a bada le micosi intestinali, come la pericolosa candida.

È un lassativo delicato, utile pure contro colite, diverticolite e sindrome dell’intestino irritabile. Ha poi un effetto detossificante sul fegato: in questo modo cura la pelle anche da dentro. La sua azione sulla bellezza di cute, unghie e capelli è dovuta anche ad altri componenti come l’acqua, che favorisce l’idratazione, e il metilsulfonilmetano (MSM), un composto dello zolfo importante per l’aspetto esteriore (aiuta ad accumulare cheratina e collagene) ma anche per il benessere delle giunture.

Aloe Vera: proprietà, utilizzo e segreti di bellezza



L’aloe come superfood

L’aloe è una pianta resistente, che bene o male si può coltivare in tutta Italia, con le dovute accortezze; in alternativa si possono acquistare le foglie di produzione biologica.

In cucina si usano il succo o il gel freschi (più ricchi di proprietà nutritive, soprattutto di enzimi) o i prodotti confezionati, che vengono sottoposti a pastorizzazione e quindi risultano un po’ impoveriti – è utile quindi controllare in etichetta che non abbiano subito un trattamento termico eccessivo.

In ogni caso bisogna fare attenzione al contenuto di aloina, una sostanza amara che con l’accumulo può rivelarsi tossica. È un liquido giallo che va lavato via al momento dell’estrazione del gel, e che viene invece eliminato industrialmente nei prodotti confezionati. La specie del genere Aloe più ricca di aloina è la ferox, proveniente dall’Africa.

Eccedere con l’aloe per uso interno non è comunque auspicabile, perché si possono avere diarrea e crampi addominali. L’utilizzo di questo superfood non è indicato in gravidanza e durante l’allattamento ed è sconsigliato nei bambini piccoli.

L’aloe in cucina

L’aloe può essere utilizzata nei cibi e nelle bevande. Ha un particolare sapore acidulo e appena amarognolo, che si armonizza con molti alimenti. Da cruda risulta piuttosto viscosa, ma lo è molto meno con la cottura. La polpa, ridotta a cubetti e cotta per 15-20 minuti, si ritira abbastanza e tende a perdere la forma.

Prima dell’uso, la foglia va sciacquata e sbucciata. Quindi si procede a estrarre il gel interno, facendo attenzione a sciacquarlo bene per eliminare il liquido giallo, l’aloina.

Il gel e il succo possono essere aggiunti a zuppe, legumi, ortaggi, salse, biscotti, torte, gelati e bevande.

La ricetta – Aloe a colazione

Ingredienti per 4 persone

  • 1 grossa foglia di aloe
  • zucchero di palma
  • il succo di 1 lime
  • 4 barattoli di yogurt di soia

Scegli una foglia bella piena e soda, con la pelle liscia e senza tagli. Sbucciala con attenzione, elimina la parte gialla e taglia a cubetti piccoli la polpa.

Mettila in una casseruola con il succo del lime e un paio di cucchiai di zucchero. Fai cuocere per 10-15 minuti finché la polpa non risulta meno viscosa e della consistenza di un acino di uva.

Fai raffreddare. Assaggia, e se lo gradisci aggiungi altro zucchero. Distribuisci l’aloe sullo yogurt e servi.

Scopri gli altri Superfood e buonissime ricette per cucinarli nel libro "Il Magico Potere del Cibo"


Giuliana Lomazzi
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso... Leggi la biografia
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso l'Università di Milano, dopo un'esperienza di insegnamento nelle scuole superiori, ha iniziato nel 1990 a lavorare nell'editoria, prima come traduttrice e poi come autrice e giornalista.I suoi interessi... Leggi la biografia

3 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto