Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Spiritualità

Ho oponopono: impara a perdonare e perdonarti

Spiritualità

Ho oponopono: impara a perdonare e perdonarti

Spiritualità

Ho oponopono: impara a perdonare e perdonarti
1 condivisioni

Quando la vita non va per il verso giusto, quando qualcuno ci disturba, ci dà sui nervi, vorremmo scappare lontano piantando tutto e tutti, o quando le cose non girano e la “sfortuna” sembra essersi accanita, fermiamoci, facciamo un respiro profondo e pronunciamo (a voce alta o mentalmente): “Mi dispiace. Perdonami. Ti amo. Grazie”. Così facendo, pratichiamo l'antico e potente rituale Ho'oponopono.


Romina Rossi

Ho oponopono ( o Ho'Oponopono) è il mantra hawaiano che aiuta a perdonare e perdonarsi. 

Fare pulizia dentro e fuori noi stessi

Ho oponopono è un metodo di pulizia mentale e spirituale, una purificazione che libera dalle paure e dalle preoccupazioni, dai modelli comportamentali distruttivi, dai vecchi dogmi e paradigmi che sono di ostacolo alla nostra evoluzione personale e spirituale. È la purificazione dei blocchi presenti nei nostri pensieri e nella nostra struttura cellulare, poiché ciò che pensiamo si manifesta nel corpo, come insegna anche la Legge di Attrazione.

Si tratta di un metodo di origine hawaiana, il cui significato è “fare la cosa giusta” o anche “mettere le cose al posto giusto”, si basa sul rendersi conto che viviamo in un universo di abbondanza e che Dio (o come lo preferiamo chiamare) desidera che anche noi godiamo di questa pienezza e di questa perfezione.

L'ostacolo all'esperienza della vera pienezza, cioè alla convivenza affettuosa, alla ricerca interiore, alla crescita spirituale e alla perfetta salute, siamo noi stessi. È il nostro pensiero, basato su esperienze giudicanti che da tempo non sono più valide, o il restare attaccati a paure e preoccupazioni, a dubbi, alla coscienza collettiva negativa che ci impedisce di vivere la nostra perfezione.

Il rituale di perdono di Ho'oponopono è amore in azione. Perdoniamo noi stessi e gli altri per esserci feriti o non esserci aiutati in un dato momento. “Mettere al posto giusto” è un processo semplice, che ci può aiutare a perdonarci e ad amarci incondizionatamente, migliorando le cose.

È un po' come quando formattiamo l'hard disk del nostro PC: si cancellano tutti i dati che rendono la vita lenta e faticosa. In poco tempo, si riacquista non solo la velocità dei sistemi operativi, ma anche la pace interiore, passando dalla disarmonia all'armonia, dalla separazione all'unità.

 

 

 

Ho Oponopono: Il potere del perdono

I pensieri distruttivi che ruotano intorno a eventi del passato deteriorano la nostra vita, sono il virus che corrode il nostro PC: il fuoco di antiche delusioni, la rabbia e la collera covate per anni, o pensieri di gelosia e rancore rendono il cuore duro e cupo. È come dover portare ogni giorno della nostra vita un pesante zaino sulle spalle pieno di sassi e cose inutili. Se lo togliessimo, non viaggeremmo più leggeri?

Ciò che può liberarci da questo ingombrante zaino è il perdono. Il perdono libera e guarisce ed è uno dei doni più belli che possiamo fare a noi stessi. Al pari di qualsiasi altra cosa, come andare in bicicletta o dipingere, il perdono va esercitato: dobbiamo infatti imparare a perdonare e a dimenticare.

Il perdono ha infatti un potente effetto disintossicante sia a livello fisico che mentale. I pensieri negativi avvelenano il nostro corpo, fanno ammalare prima la psiche e poi il fisico. Stress, rabbia, malumore acidificano l'organismo e intossicano le cellule, provocando invecchiamento precoce, apatia, depressione.

Amarci per capovolgere la situazione con Ho'Oponopono

Se però cominciamo ad amarci possiamo capovolgere la situazione: a livello fisico il sistema immunitario si rafforza, il fisico ringiovanisce e la nostra mente si allevia. Il perdono riesce anche ad annullare l'influsso dannoso del passato e a sanare le ferite dell'anima.

Spesso infatti è difficile lasciar andare il passato, lo riviviamo costantemente con pensieri e ricordi, rimane nel presente e si adegua alle nostre emozioni, a seconda del significato che attribuiamo agli avvenimenti più o meno recenti.

Ma se andiamo a modificare le emozioni collegate a un determinato avvenimento, cambia anche il ricordo e trasformiamo il presente e il futuro. Per le situazioni più difficili può volerci parecchio tempo e l'aiuto di un bravo terapeuta, ma nella maggioranza dei casi, la pratica di Ho'oponopono può cambiare la situazione in poco tempo.

La chiave di volta della nostra vita è tutta in quattro semplici ma potenti ed efficaci parole:

Mi dispiace. Perdonami. Ti amo. Grazie”.

 

 

Prova subito il mantra Ho'Oponopono!

  1. Siediti appoggiando la schiena e pensa a una persona nei confronti della quale hai qualche riserva, che cerchi di evitare o con cui sei in lite.
  2. Senti cosa accade dentro di te e prendi coscienza dell'emozione principale che provi. Assumi il ruolo di osservatore, e osserva e descrivi questa emozione il più precisamente possibile.
  3. Poi riassumila in una parola (per esempio paura, tristezza, collera...). Inspira profondamente e pronuncia queste parole: «Questa persona ha provato.... (nomina l'emozione) proprio come me. Questa persona prova... (nomina l'emozione) proprio come me e io provo empatia nei suoi confronti. Mi dispiace. Perdonami. Ti amo. Grazie».
  4. Ripeti questo esercizio e leggi ancora le spiegazioni delle quattro frasi. Grazie.

 

Ho oponopono: libri per imparare la tecnica in ogni occasione

 


Romina Rossi
Giornalista freelance e web writer, collabora con la rivista “Vivi Consapevole” e diversi siti web, occupandosi prevalentemente di medicina... Leggi la biografia
Giornalista freelance e web writer, collabora con la rivista “Vivi Consapevole” e diversi siti web, occupandosi prevalentemente di medicina naturale, benessere olistico e tecniche naturali di guargione.L’amore per la Natura e la curiosità di capire i complicati e delicati meccanismi di funzionamento dell’uomo, la portano a intraprendere... Leggi la biografia

1 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto