Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Salute e Benessere

Una Università sul perdono

Salute e Benessere

Una Università sul perdono

Salute e Benessere

Una Università sul perdono

Se avessi un figlio vorrei che a scuola potesse imparare a perdonare perché credo sia indispensabile offrire una nuova educazione basata sul valore della consapevolezza.


Daniel Lumera

Il regalo più bello? Il perdono.
Madre Teresa di Calcutta

Se avessi un figlio vorrei che a scuola potesse imparare a perdonare perché credo sia indispensabile offrire una nuova educazione basata sul valore della consapevolezza.

Nel 2013 nasce la “ISF Scuola Internazionale sul Perdono”, un prestigioso Istituto di formazione nato in seno alla Fondazione My Life Design, con sede a Barcellona, di cui ho l’onore di essere l’attuale presidente.

Il programma didattico della ISF prevede un corso base di una giornata, dove si apprende il metodo “I sette passi del Perdono”;  segue un corso di specializzazione di quattro incontri per formarsi come Life Designer in Forgiveness e infine il master della durata di un anno.
Questa iniziativa, nata in Spagna nel 2008, attualmente svolge anche in Italia i programmi di specializzazione.

Il perdono libera l'anima, rimuove la paura. È per questo che il perdono è un'arma potente.” 
Nelson Mandela

L'importanza del perdono

A comprendere l’importanza del perdono non solo la religione, la spiritualità e la scienza ma anche importanti e prestigiose organizzazioni come la Templeton Foundation, fondazione americana pioniera nel condurre campagne di ricerca sul potere del Perdono negli individui e nelle relazioni con l’intenzione di dare risposta alle cosiddette “big questions" i più grandi interrogativi esistenziali dell’essere umano.

Nella ISF sono in atto programmi che prevedono un approccio integrato sul perdono che si sviluppa su corpo fisico, l’energia vitale, le emozioni, la mente, il passato, le situazioni, le relazioni, lo spirito e la coscienza.

La ISF ha come missione rendere accessibile l’esperienza del perdono per favorire una comprensione profonda di questo processo e degli effetti positivi che è capace di produrre su molteplici livelli di esperienza.

Tra le principali attività della scuola troviamo anche lo sviluppo di nuovi modelli sul perdono in relazione alla formazione delle social and life skills, all’educazione dei bambini e degli adulti, allo sviluppo di una cultura della pace e risoluzione non violenta dei conflitti, al dialogo interculturale e alla solidarietà.

Nei programmi didattici che la Scuola propone si distingue il Forgiveness Children Programme, un percorso formativo interamente dedicato ai bambini e ai genitori.

Gli studi sul perdono

Perdonare fa bene al corpo e allo spirito; e la sua comprensione e integrazione risultano fondamentali per la salute, la qualità della vita e la propria realizzazione.

In uno studio dell’Università del Wisconsin, hanno verificato come perdonare sia un’efficace medicina per diminuire il rischio di sviluppare malattie cardiache e gravi disturbi mentali.

Il dottor Douglas Russell, in un articolo pubblicato sul Los Angeles Times, illustra uno studio effettuato nel 2003, nel quale viene dimostrato che, anche solo dopo dieci ore di corso sul perdono, le attività coronariche dei pazienti presentavano un sensibile miglioramento.

Lo stesso vale per il sistema nervoso, il sistema immunitario, l’attività cardiovascolare, la salute mentale, ecc.
Attraverso il perdono infatti, che è un percorso individuale di consapevolezza e realizzazione, si accede a risorse come la felicità, la salute la capacità di sviluppare relazioni sane e appaganti.

All'Università di Harvard, sotto la direzione della dottoressa Joanna Maselko, ha condotto, su un campione di quasi 1500 persone, tra i 18 e gli 89 anni, una ricerca sul livello di felicità personale rilevando quante volte queste persone avessero perdonato se stesse o un altro.

Risultato: erano più felici e godevano di un maggior benessere personale, di coppia e familiare coloro che avevano perdonato più frequentemente.

Lo dimostra anche una ricerca, pubblicata sulla rivista Psychosomatic Medicine basata su uno studio realizzato da un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Psicologia e Filosofia dell’Università di San Diego.

La ricerca è stata condotta su 200 studenti, ai quali è stato chiesto di pensare a un torto subito. Gli studenti, dovevano prima cercare di non reprimere la rabbia connessa all’episodio e dare sfogo ai sentimenti negativi. In una fase secondaria, dovevano avere un atteggiamento di predisposizione verso il perdono.

Durante l’esperimento i ricercatori hanno monitorato i parametri cardiovascolari( pressione e frequenza cardiaca) del gruppo di studenti. Si è evidenziato un aumento della pressione in coloro i quali avevano provato risentimento rispetto a quelli che avevano manifestato maggiore tolleranza e comprensione.

Un’ altra ricerca sul perdono tra marito e moglie, condotta da Camillo Regalia, ordinario di Psicologia sociale dell' Università Cattolica di Milano, e dalla dottoressa Giorgia Paleari, su 119 uomini e 124 donne, sposati i quali dovevano ricordare l'offesa più grave ricevuta dal partner.
I dati hanno evidenziato che il perdono migliora la qualità del rapporto coniugale.

Nella International School of Forgiveness attualmente abbiamo una ricercatrice che sta svolgendo un dottorato presso l’Università di Lerida (Spagna) per studiare l’impatto dei nostri protocolli sul perdono negli studenti con problemi nell’apprendimento della matematica. Questo per sottolineare l’universalità del metodo e le sue infinite applicazioni.

Il perdono inteso come donare se stessi

Il 95% delle persone non immagina neanche il potere e il profondo impatto che il perdono, correttamente compreso, ha nella nostra vita personale, sulle relazioni, nella collettività e per la nostra salute.

Nel suo significato più essenziale perdonare consiste nel comprendere il puro atto di donare, che ci permette di liberarci dagli attaccamenti e dalle identificazioni che creano sofferenza, in qualsiasi piano esse siano e si manifestino.

Quando ci attacchiamo e ci identifichiamo ad un dolore, ad una relazione, ad una situazione o anche ad un amore generiamo sofferenza. Siamo capaci di trasformare un grande amore in possesso e da un’esperienza straordinariamente piacevole cambiarla in una situazione di sofferenza e dolore.

Il corretto approccio al perdono ci permette di lasciare andare questa sofferenza e diventare il dono che andiamo cercando all’esterno di noi stessi. Il perdono, così come insegnato nella ISF, diventa un percorso attraverso cui liberarsi dalla sofferenza, attivare tutti i processi di autoguarigione e realizzarsi.

Nella ISF si insegna il primo metodo integrato di perdono che agisce su 7 livelli: l’autoguarigione del corpo fisico, delle emozioni, e della mente, la rigenerazione dell’energia vitale e la creatività, l’integrazione del passato, la realizzazione esistenziale e l’esperienza della felicità e della gratitudine.

Lavoriamo per una cultura che ci permetta di riconoscere e condividere una nuova maniera di vivere e sentire la vita, una conoscenza di noi stessi e della realtà molto più semplice e immediata, consapevole e ispirata, capace di sviluppare naturalmente quell’unione, realizzazione e felicità che sono la nostra eredità naturale.

Il Presidente della International School of Forgiveness, Daniel Lumera.


ISF International School of Forgiveness
La International School of Forgiveness è un istituto internazionale che studia il profondo impatto del perdono sugli individui, le relazioni e la... Leggi la biografia
La International School of Forgiveness è un istituto internazionale che studia il profondo impatto del perdono sugli individui, le relazioni e la società.La scuola si propone di formare nuove generazioni di individui capaci di rendere la vita un’ esperienza più consapevole, felice e autentica, per se stessi e per gli altri. Questa... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto