Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Salute e Benessere

La meditazione ha il potere di sciogliere l'ansia e risolvere disturbi digestivi

Salute e Benessere

La meditazione ha il potere di sciogliere l'ansia e risolvere disturbi digestivi

Salute e Benessere

La meditazione ha il potere di sciogliere l'ansia e risolvere disturbi digestivi

La meditazione non è solo uno strumento per trovare la pace interiore e calmare la psiche. La meditazione agisce in modo così forte sulla connessione mente-corpo che gli effetti somatici sono immediati e durano anche dopo che la sessione è conclusa.

In questo articolo Riccardo Lautizi, autore del libro "DIONIDREAM - Tutta l'Energia della Natura" ci spiega gli effetti della meditazione sulla nostra mente, e di conseguenza, sul nostro corpo.


Redazione Web Macro

 

Chi soffre di ansia, sindrome dell'intestino irritabile, morbo di Chron, stitichezza, diarrea, gonfiore tutti sintomi spesso collegati allo stato della nostra pancia, potrà trovare enorme giovamento dalla pratica della meditazione. Ciò non dovrebbe sorprendere dato che nella pancia si nasconde il nostro secondo cervello, il sistema nervoso enterico, composto dallo stesso tessuto del sistema nervoso centrale a cui è strettamente connesso.

Diversi studi scientifici hanno infatti indagato gli effetti della meditazione scoprendo che può essere un vero e proprio farmaco naturale per il trattamento di questi disturbi di salute.

L'ansia è una condizione purtroppo molto diffusa caratterizzata da sintomi fisici e psicologici come: sensazione di soffocamento, peso sul cuore, nodo alla gola, difficoltà a respirare, tachicardia, aritmia, frequente bisogno di urinare, tensioni muscolari, disturbi digestivi, mancanza di energia, pensieri ossessivi, sensazione di minaccia o pericolo.

SCOPRI LA MEDITAZIONE DEL RESPIRO IN 4 TEMPI PER COMBATTERE L'ANSIA

 

ricercatori statunitensi del Wake Forest Baptist Medical Center, centro medico accademico degli Stati Uniti, presso Winston-Salem, nella Carolina del Nord, hanno condotto uno studio in cui sono riusciti a identificare le funzioni del cervello coinvolte in questo effetto anti-ansia indotto dalla meditazione.

Gli scienziati hanno reclutato un gruppo di pazienti che soffrivano di ansia di intensità media e li hanno sottoposti a un programma che prevedeva quattro sessioni di meditazione giornaliere della durata di 20 minuti ciascuna. Tutti i partecipanti non avevano mai praticato la meditazione. Durante la sessione si invitava a concentrare l’attenzione sul momento presente, prendere consapevolezza del proprio respiro e delle sensazioni che il corpo trasmette. Allo stesso tempo si faceva attenzione ai pensieri, per identificare le fonti di disturbo o distrazione. Tuttavia non si attua una strategia di opposizione, ma si osserva e si lascia andare.

I risultati dello studio, pubblicati sulla rivista Social Cognitive and Affective Neuroscience, hanno mostrato che la maggior parte dei partecipanti ha riportato una diminuzione nei livelli di ansia al termine di ogni sessione di meditazione. Mediamente l’ansia si era ridotta del 39%. Le scansioni cerebrali mostrano che l'effetto ansiolitico della meditazione è legato all'attivazione della corteccia cingolata anteriore, della corteccia prefrontale ventromediale e dell'insula anteriore.

Un'altra ricerca condotta dall'Università di Harvard ha voluto osservare invece gli effetti che la meditazione ha sulla sindrome dell'intestino irritabile e sulle malattie infiammatorie intestinali ovvero la colite ulcerosa e il morbo di Chron, considerate le condizioni dell'apparato digerente più disturbanti e difficili da trattare.

L'intestino irritabile e le malattie infiammatorie intestinali (conosciute all'estero rispettivamente come "IBS" e "IBD") sono caratterizzate da sintomi comuni come: incorretta digestione e assorbimento degli alimenti, dolore addominale, diarrea alternata a stitichezza, gonfiore, flatulenza, stimolo frequente all'evacuazione con senso di incompleto svuotamento intestinale. Nel caso delle IBD si hanno anche sangue e presenza di muco nelle feci.

I partecipanti dello studio hanno praticato meditazione 20 minuti al giorno per un periodo di 9 settimane. I risultati, pubblicati sulla rivista PLOS ONE, hanno dimostrato che c'è stata una diminuzione dei sintomi di queste condizioni dell'apparato digerente e un importante cambiamento sull'espressione dei geni legati all'infiammazione.

Sia nei pazienti con IBS che in quelli con IBD, la partecipazione al programma ha migliorato significativamente i sintomi correlati alla malattia, l'ansia e la qualità generale della vita, non solo durante il periodo dello studio, ma anche tre settimane dopo. Mentre non ci sono stati cambiamenti significativi nei marcatori infiammatori per entrambi i gruppi di partecipanti, i cambiamenti nell'espressione sono stati osservati in quasi 200 geni tra i partecipanti con IBS e più di 1.000 geni in quelli con IBD. Molti dei geni con espressione alterata sono noti per contribuire a percorsi coinvolti con la risposta allo stress e l'infiammazione.

 

 

Queste sono solo alcune delle prove moderne a supporto della pratica della meditazione, che non appartiene ad alcuna religione o filosofia spirituale, ma è la descrizione di uno stato dell'essere

Mi sono affacciato alla meditazione da adolescente per cercare di andare oltre i limiti della mente e accedere alle facoltà dormienti nell'essere umano, come descritto dalle antiche tradizioni. Oggi a più di 10 anni di distanza posso confermare che la meditazione è il più potente strumento che conosca per trasformare il nostro corpo e la nostra mente. Ovviamente meditazione significa cose diverse per persone diverse, ci sono tanti tipi di meditazione, di insegnamenti, e non tutti sono ugualmente validi dal mio punto di vista.

Per questo nel mio libro "Dionidream - Tutta l'Energia della Natura" ho incluso due meditazioni audio che sono molto efficaci e possono essere eseguite ogni giorno. Una è specifica per aumentare la centratura, il radicamento e il proprio magnetismo; l'altra è più indicata per rilasciare blocchi emozionali. 

Inoltre conduco meditazioni guidate LIVE con centinaia di partecipanti connessi simultaneamente tramite Facebook e Youtube. Gli effetti che le persone sperimentano sono entusiasmanti e dovuti al tipo specifico di meditazione che pratico e al fatto di essere in un gruppo così grande (che amplifica l'effetto). 

Acquista ora il libro DIONIDREAM


Redazione Web Macro
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli... Leggi la biografia
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli spaziano su tutti i principali argomenti che Macro divulga con passione dal 1987. Il meglio per il benessere di Corpo, Mente e Spirito raccontato da coloro che vedono nascere quotidianamente i... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto