Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Salute e Benessere

I Microrganismi Effettivi cosa sono e come usarli

Salute e Benessere

I Microrganismi Effettivi cosa sono e come usarli

Salute e Benessere

I Microrganismi Effettivi cosa sono e come usarli
4 condivisioni

 

Gli organismi unicellulari - che prendono il nome di microrganismi effettivi - sono stati la prima forma di vita ad aver abitato il nostro pianeta già 4 miliardi di anni fa. È grazie a loro se la nostra atmosfera è diventata vivibile. In natura sono benefici poiché arricchiscono il terreno e fanno crescere le piante in maniera più sana.


Romina Rossi

All’interno del nostro corpo, questi organismi unicellulari svolgono un’analoga attività positiva per la salute. Sono loro che ci permettono di mantenere la nostra omeostasi.

La dottoressa Anne Katharina Zschocke rivela la sua opinione su alcuni di questi batteri buoni nel suo libro La rivoluzione dei microrganismi effettivi.

Oggi siamo abituati a pensare ai microbi come a batteri cattivi sempre pronti a infettarci o a contagiarci con pericolose malattie, eppure noi e i microbi siamo un tutt’uno. O meglio, noi siamo fatti di microbi, funghi e batteri.

Alcuni di questi sono buoni e ci aiutano a preservare la salute. Sono addirittura indispensabili per svolgere alcune attività metaboliche ed enzimatiche. E hanno tutto l’interesse a farci rimanere in salute il più a lungo possibile. Perchè dalla nostra salute dipende la loro vita. Allo stesso modo, questi microrganismi aiutano la natura a diventare più rigogliosa e sana.

Batteri intestinali: preziosi alleati del benessere

 

Cosa sono i microrganismi effettivi

Fra i batteri buoni amici dell’uomo vanno ricordati senz’altro i microrganismi effettivi, o più semplicemente EM. Questi sono un mix di ceppi di lattobacilli, lieviti, actinomiceti e batteri fotosintetici. In poche parole gli EM sono microrganismi naturali e non contengono ceppi geneticamente manipolati.

Generalmente infatti gli EM vengono coltivati attraverso speciali procedure per creare comunità microbiche. Non basta mischiare semplicemente i vari ceppi microbici insieme.

Questi sono stabilizzati in un ambiente privo di ossigeno e immersi in una soluzione liquida e acidula. Per poter rimanere vivi gli EM hanno bisogno di avere un ambiente con pH di 3.5.

Il pregio di questi microrganismi effettivi è quello di essere capaci di correggere uno squilibrio causato a sua volta da microrganismi e di riportare tutto a un circolo vitale armonioso.

Per questo motivo gli EM possono essere d’aiuto in ogni ambito vitale della Terra che presenta un disturbo. Si possono impiegare con successo nel ciclo terra-piante-animali-esseri umani, sia nell’aria che nell’acqua. E possono anche migliorare i materiali.

Questi batteri infatti colonizzano in maniera naturale tutto ciò che esiste sulla terra e lo trasformano in positivo. Così, un cibo putrefatto, un cattivo odore, la ruggine, la muffa o una malattia messi a contatto con i microrganismi effettivi avranno una crescita sana, armoniosa e fertile. Ciò significa che gli EM possono essere d’aiuto in ogni settore della vita e renderla più rigogliosa e sana.

In agricoltura i microrganismi effettivi, ad esempio, migliorano il terreno e fanno crescere le piante in modo più sano. Le piante commestibili, la frutta e la verdura aumentano la loro produzione e vengono protette dai parassiti. Il sapore di questi cibi migliora e finalmente avremo la sensazione di mangiare qualcosa di gustoso piuttosto di qualcosa che non sa di nulla!

Non è un caso che i microrganismi effettivi siano stati originariamente creati come rimedio per migliorare il suolo. Ancora oggi nei paesi nordici e soprattutto di lingua tedesca, gli EM sono usati con successo come metodo naturale per arricchire il terreno. Nel corso degli anni, dati i successi che si sono moltiplicati con l’uso dei microrganismi effettivi, si è addirittura arrivati a sviluppare una “tecnologia degli EM”.

 

La relazione fra microbi e salute

La relazione fra colonizzazione batterica e salute è molto stretta. Sempre maggiori studi indicano che fra le due c’è una chiara relazione. E dimostrano che molte malattie possono essere curate proprio grazie all’uso pratico dei microbi buoni.

La nostra salute dipende infatti da quella del nostro microbioma, cioè l’insieme dei microrganismi simbiotici che convivono con l’organismo umano senza danneggiarlo.

La maggior parte di questo microbioma risiede nell’intestino e, secondo alcuni ricercatori, sarebbe un vero e proprio organo. Affinché sia sano, il microbioma deve avere un’ampia varietà di ceppi di microrganismi. Deve inoltre essere in grado di reagire ai cambiamenti che avvengono al nostro interno, e di comunicare in maniera efficiente con i microbi dell’ambiente circostante. Il loro compito primario è infatti quello di mantenere intatto l’equilibrio interno. La nostra salute quindi è strettamente legata alla composizione della colonizzazione batterica.

Flora microbica intestinale: le cause dello squilibrio del microbiota intestinale

 

Uno stile di vita scorretto, un’alimentazione squilibrata, l’uso di farmaci o malattie debilitanti possono impoverire il nostro microbioma. Di conseguenza, ciò segna anche un indebolimento della nostra salute. Gli EM possono essere d’aiuto nel mantenimento del microbioma intestinale.

L’assunzione di EM insieme agli alimenti è in grado di contrastare diversi disturbi fra cui:

  • problemi fisici,
  • fobie o depressione,
  • diminuzione della concentrazione,
  • insonnia e qualità del sonno,
  • conflitti in famiglia.

Com'è possibile che dei ceppi batterici possano incidere così tanto sulla nostra salute, ti chiederai. La risposta è semplice: ormai i ricercatori hanno confermato che i batteri che vivono nell’intestino rilasciano nel sangue diversi neurotrasmettitori, cioè messaggeri chimici, i quali sono responsabili della trasmissione di informazioni dai nervi e agiscono sul metabolismo cerebrale.

Tra questi ci sono la serotonina, che tra le altre cose regola la pressione sanguigna, che è responsabile della coagulazione del sangue e determina percezioni, dolori e stati d’animo nel cervello. La noradrenalina che, analogamente a quanto fa l’adrenalina, agisce come un ormone e stimola la circolazione. E infine la dopamina, detta anche “ormone della felicità” perché rende possibile motivazione e impulso vitale. I nostri batteri intestinali e probabilmente tutti i microrganismi del nostro corpo sono coinvolti così nella formazione della nostra vita mentale e spirituale.

Ma l’uso dei microrganismi effettivi non si limita di certo alla salute o all’agricoltura. Essi trovano infatti largo impiego in ogni settore della nostra vita.

 

L’uso dei microrganismi effettivi in cucina

Uno degli usi più felici dei microrganismi effettivi è nella gestione della casa. Qui si registrano successi talmente strabilianti da sembrare miracolosi.

I microrganismi effettivi infatti possono essere usati quotidianamente nella pulizia della casa. Essi possono venire impiegati per quasi tutti i tipi di lavori domestici. Facilitano lo svolgimento dei lavori e in particolare:

  • puliscono le superfici e le colonizzano con una società microbica armoniosa;
  • eliminano i depositi e ne impediscono la loro riformazione;
  • bonificano le muffe e ne impediscono la formazione;
  • neutralizzano gli odori sgradevoli;
  • disintossicano le esalazioni tossiche;
  • facilitano il lavoro;
  • energizzano l’acqua;
  • rendono possibili economie eco-sostenibili;
  • creano un clima ambientale vivibile;
  • fanno fermentare le piante alimentari trasformandole in alimenti di qualità;
  • rendono possibile il riutilizzo degli scarti da cucina.

Il modo più semplice di usare i microrganismi effettivi in cucina è tenere a portata di mano una bottiglia dotata di spruzzatore riempita con EM diluiti, da usare in ogni momento, in base alle necessità.

 

Come produrre i microrganismi effettivi

In commercio si trovano ormai facilmente prodotti per la pulizia della casa e additivi per il giardino, già pronti per l’uso.

Diffuse sono la ceramica EM, che è utile per depurare qualsiasi tipo di acqua, e i saponi addizionati con EM.

L'uso più noto dei microrganismi effettivi, tuttavia, è in agricoltura o nella cura dell'orto e del giadino. Un buon modo fai da te per usare gli EM è quello di aggiungerli al materiale organico sul terreno. Se si lasciano fermentare gli EM con il materiale organico – vanno bene anche gli scarti di cucina – si produce il cosiddetto concime bokashi. Questo, essendo un substrato pregiato e ricco di vita, si può usare per concimare il terreno, come mangime per animali o anche come iniziatore di altri processi di fermentazione.

Il bokashi infatti crea in fretta una colonizzazione batterica necessaria per la salute e ripristina la fertilità del terreno. Per esempio se hai delle piante malate che vuoi rinforzare a livello cellulare evitando la formazione di funghi puoi usare questo infuso all’equiseto.

Ti servono (dosi per un albero con una circonferenza di circa 1 m):

  • 125 ml di acqua,
  • ceramica EM,
  • 20 g di equiseto dei campi essiccato.

Lascia la ceramica EM in ammollo nell’acqua in modo che venga informata. Lascia l’equiseto in ammollo in acqua fredda per 12 ore. Trascorso questo tempo, fai bollire per 30 minuti finché l’acido silicico non si è sciolto. Filtra e, una volta raffreddato, aggiungi l’infuso agli EM per l’innaffiatura.

In alternativa puoi acquistare concime addizionato con EM nei negozi specializzati.

Dove acquistare i microrganismi effettivi

Ormai gli EM si stanno diffondendo sempre di più. Per questo non è difficile trovarli in diversi negozi: da quelli del biologico ai vivai, ai negozi per acquari fino a quelli di alimenti per animali. E ancora, i microrganismi si possono trovare nei centri di salute, nelle fattorie, nelle botteghe di ceramica o negli alberghi.

La varietà degli EM si riflette nella loro distribuzione. Può darsi che trovi gli EM nei negozi di vernici, oppure in una sartoria, in un centro convegni o dalla vicina dietro l’angolo. Ormai sono molte le realtà che mettono in vendita prodotti a base di microrganismi effettivi.

Inoltre in commercio ci sono alcuni libri che spiegano in maniera chiara ed esaustiva come usare i microrganismi effettivi. Uno di questi è il libro La rivoluzione dei microrganismi effettivi, che offre anche esempi concreti e ricette di utilizzo degli EM nella vita quotidiana.


Romina Rossi
Giornalista freelance e web writer, collabora con la rivista “Vivi Consapevole” e diversi siti web, occupandosi prevalentemente di medicina... Leggi la biografia
Giornalista freelance e web writer, collabora con la rivista “Vivi Consapevole” e diversi siti web, occupandosi prevalentemente di medicina naturale, benessere olistico e tecniche naturali di guargione.L’amore per la Natura e la curiosità di capire i complicati e delicati meccanismi di funzionamento dell’uomo, la portano a intraprendere... Leggi la biografia

4 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Catalogo Macro 2018 - Novità e Bestseller
Omaggio Catalogo Macro 2018 - Novità e Bestseller

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Catalogo Macro 2018 - Novità e Bestseller