Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Salute e Benessere

Coerenza Cardiaca: il benefico equilibrio tra cuore e cervello

Salute e Benessere

Coerenza Cardiaca: il benefico equilibrio tra cuore e cervello

Salute e Benessere

Coerenza Cardiaca: il benefico equilibrio tra cuore e cervello

Che cos'è la Coerenza Cardiaca? Potremmo definirla come un’arma antistress, il codice per una vita sicura, un metodo facile da praticare.

La Coerenza Cardiaca, una pratica riconosciuta dalla scienza e consigliata dai medici, è basato su una respirazione ritmica. Ti piacerebbe introdurla nella tua vita per poter godere di tutti i suoi benefici? I vantaggi della coerenza cardiaca sono innumerevoli: gestione dello stress, dell’ansia e delle loro conseguenze; miglioramento del sonno; diminuzione della voglia smodata di cibo, perdita di “chili emotivi”; diminuzione del rischio cardiovascolare; miglioramento dell’apprendimento; aiuto nel prendere decisioni.

Ce ne parla in questo articolo la Dott.ssa Carmen di Muro.


Carmen Di Muro

SCARICA 2 ESTRATTI GRATUITI DEL LIBRO!

 

Toccare e sentire il cuore

La saggezza popolare, nel corso dei millenni ha sempre decantato le ragioni del cuore, diverse da quelle della mente. Il cuore: centro di radianza e afflusso degli stati affettivi, che ci connette battito dopo battito all’impulso evolutivo della vita, a quell’energia che ci muove nel mondo e che scandisce il nostro procedere passo dopo passo.

L’avvento delle moderne neuroscienze, attraverso dispositivi di neuroimaging sempre più sofisticati, ha fatto sì che, nel tempo, si rinunciasse a questa importante consapevolezza, inchiodando il nostro mondo interiore al cervello e al suo ruolo autoritario di autore del comportamento, delle emozioni e dei pensieri. Ma il cervello pur svolgendo l’insostituibile compito di dirigere il funzionamento del corpo umano, elaborando tutte le informazioni provenienti dalle cellule e dall’ambiente esterno, è sì il coordinatore, ma non è il solo, non è l’unico. È il cuore a comandare, è il cuore a determinare il primo input dal quale muoverci. Il cuore che ha memoria di tutto ciò che accade, come mettono in evidenza diversi studi sulla “cardiac memory” (Wecke L. et al. 2005), in cui si sedimentano le tracce più silenti della nostra esperienza.

Esso opera assai diversamente dalla mente razionale e non può essere silenziato o messo da parte, perché quando ciò accade l’uomo è costretto a vivere senza il principio della vita stessa, sotto il velo del malessere e nella cecità interiore. Il cuore è, infatti, azione, funzione, dinamismo vitale. Il cuore è l’unico organo che si muove ininterrottamente generando in modo autonomo la scintilla che muove l’intera fisiologia, tanto da rifornire di energia e sangue l’intero organismo.

Toccare il cuore equivale, quindi, al sentire l’essenza della vita.

Esso è, infatti, custode di una rete informativa che sincronizza non soltanto il funzionamento di organi e tessuti, ma soprattutto l’energia vitale con quella presente all’esterno, in virtù di quel flusso che si concretizza nei sentimenti e nelle emozioni, vibrazioni sottilissime che parlano di noi e del rapporto con il mondo circostante.

Coerenza Cardiaca: i benefici di praticarla regolarmente

Coerenza psicofisiologica

Oggigiorno a darne sempre più conferma è la ricerca di frontiera, che ha decretato scientificamente la sintonia che si genera tra elementi fisiologici del corpo nel momento in cui si è centrati su stati d’animo positivi. Infatti, moltissimi studi (McCraty R., Childre D. & all., 2001, 2004, 2005, 2010, 2017), hanno rilevato la forte relazione fra lo stato emotivo e lo spettro di frequenza dei segnali elettrici provenienti dal cuore, costatando come sentimenti diversi modificano le informazioni prodotte.

È stato visto che emozioni negative, come rabbia o frustrazione portano all’aumento del disordine nei centri cerebrali e nel SNA, generando un modello irregolare, disordinato e incoerente nei ritmi del cuore, che influenza in modo negativo il funzionamento di tutti i sistemi corporei. Al contrario, emozioni positive, come l’amore, la cura e la compassione, generano un modello regolare, ordinato e coerente nell'attività ritmica.

A loro volta, questi cambiamenti nei modelli di battito creano corrispondenti cambiamenti nella struttura del campo elettromagnetico irradiato dal cuore. Più specificamente, è stato provato che emozioni positive persistenti nel tempo, sembrano dar vita a una particolare modalità di funzionamento, definita coerenza psicofisiologica.

Durante questa modalità, i ritmi e il campo cardiaci mostrano uno schema sinusoidale ed organizzato. Coerenza significa ordine, armonia, e allineamento all’interno di un sistema: lo stato in cui il cuore, la mente e le emozioni sono in allineamento e cooperazione energetica. Ciò significa che quando una persona si trova in uno stato coerente, vi è uno spostamento dell’equilibrio verso una maggiore attività parasimpatica (ossia quella parte del SN che induce calma e tranquillità) e una maggiore sincronizzazione cuore-cervello, con relativo trascinamento dei diversi sistemi fisiologici che risuonano insieme con un alto grado di efficienza, producendo un senso generale di benessere e miglioramenti nelle prestazioni cognitive, sociali e fisiche.

Pertanto, ad ogni battito, quando il cuore è coerente trasmette schemi dinamici ed armonici di informazioni neurologiche, ormonali, di pressione ed elettromagnetiche. Questi segnali vengono condotti ad ogni singola cellula somatica e irradiati nello spazio che circonda il corpo. Tale flusso di energia e il campo elettromagnetico che esso genera, s’irradia intorno a noi entrando in rapporto e scambio reciproco con il campo degli altri. Si accorda e si sincronizza sulle frequenze della stessa carica. Ed una volta che la frequenza prodotta inizia il suo moto essa si propaga ad ampio raggio investendo tutto ciò a cui è rivolta.

ACQUISTA IL LIBRO COERENZA CARDIACA

 

Coerenza Cardiaca

Il crescente numero di prove suggerisce che si formi un campo energetico tra individui prodotto dal battito cardiaco, che opera al di sotto della consapevolezza cosciente, attraverso il quale la comunicazione tra tutti i membri del gruppo avviene simultaneamente, contribuendo, altresì, alle “attrazioni o repulsioni magnetiche" che si verificano tra persone. Ciò accade soprattutto quando l’informazione emotiva è altamente coerente.

Infatti, quando creiamo un’esperienza di amore, di gratitudine o di comprensione nel nostro cuore, questa invia un input di armonizzazione al nostro cervello, e di conseguenza a tutto il nostro corpo, il quale ne risente nella sua globalità dal punto di vista energetico entrando in uno stato di coerenza. Il suo campo oltre a facilitare la comunicazione non-locale con chi ci circonda, è in grado di allineare i campi elettromagnetici di tutte le nostre cellule, in modo tale, da ovviare ad eventuali distorsioni generatesi nel tempo.

Ciò concretamente rappresenta il modo attraverso il quale il cuore, inviando un certo tipo di segnale emotivo-positivo, fa sì che il cervello rilasci una chimica che affermi la vita, diventando così la via principale verso la salute, la guarigione e verso la creazione di rapporti relazionali maggiormente armonici. Al contrario, quando il nostro cuore è centrato in modo continuativo in emozioni distruttive quali la rabbia, la paura, il furore, la gelosia, verranno inviati segnali di altro tipo non soltanto nell’ambiente esterno, ma al cervello, che rilascerà ben altra chimica nel corpo. Una chimica che disconferma e distrugge la vita.

Partendo da ciò si può concretamente constatare come i nostri centri cerebrali, in risposta al sentire, diventino i più importanti produttori di veleni e di farmaci del nostro organismo. Ma la cosa incredibile, è che sia l’assenza o la presenza di amore a dare l’input affinché questi processi prendano piede, sanando o distruggendo l’intera fisiologia, nonché le relazioni che intratteniamo nel mondo intorno a noi. 

Scopri tutto quello che c’è da sapere per fare della coerenza cardiaca
un’alleata della salute nella quotidianità.

ACQUISTA ORA IL LIBRO!


Carmen Di Muro
Psicologa clinica, psicoterapeuta, specialista in psicoterapia Cognitivo Post-Razionalista, ISTDP, Psicobiologia Emotivo-Comportamentale Integrata,... Leggi la biografia
Psicologa clinica, psicoterapeuta, specialista in psicoterapia Cognitivo Post-Razionalista, ISTDP, Psicobiologia Emotivo-Comportamentale Integrata, Quantum Trainer e giornalista scientifica, si occupa di Psicologia Quantica.Aperta alla più ampia visione integrata dell’essere umano nella sua inscindibile unità di psiche-soma, ha unito la... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto