Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Nuove Scienze

Epigenetica: l’intelligenza delle cellule

Nuove Scienze

Epigenetica: l’intelligenza delle cellule

Nuove Scienze

Epigenetica: l’intelligenza delle cellule
10 condivisioni

Le cellule possono apprendere e memorizzare le esperienze e il vissuto di ognuno di noi, passando le memorie di generazione in generazione. Un viaggio nel cambio di paradigma consentito dagli studi dell'epigenetica sul dna.


Redazione Scienza e Conoscenza

Le cellule possono apprendere e memorizzare le esperienze e il vissuto di ognuno di noi, passando le memorie di generazione in generazione. Un viaggio nel cambio di paradigma consentito dagli studi dell'epigenetica sul dna.

Nel 1953 Watson e Crick definirono struttura e funzione della doppia elica del DNA, di cui è costituito il gene. Da qui a pensare che il DNA determinasse non solo i caratteri fisici, ma anche quelli comportamentali ed emozionali, il passo fu breve.

Si postulò così la teoria del Dogma Centrale, ovverossia che tutte le caratteristiche psicofisiche fossero determinate inesorabilmente e per tutta la vita, come se quest'ultima corresse lungo binari scontati fino alla morte di ogni essere vivente. Una visione, quindi, riduzionistica dell'esistenza, ove ogni essere senziente girasse in un circolo chiuso senza possibilità di poter cambiare le linee trasformative e creative della propria vita. Le libere scelte, anche consapevoli e suscitate dalla commistione di esperienze ed elaborazioni mentali, in questa visione, possono “giocare” nello spazio di limiti ben definiti.

Oggigiorno si è accertato che, invece, il DNA è altamente 'plastico'

È plastico proprio per il fatto che l'ambiente gioca per i due terzi sulla formazione, trasformazione ed evoluzione delle caratteristiche genomiche di un essere vivente. Questo significa che sono determinanti nella materia vivente, come prima considerazione da fare, due concetti essenziali: l'INFORMAZIONE e la COMUNICAZIONE.

Questo rapporto di primato dell'ambiente sulla genetica ribalta totalmente il vecchio concetto del Dogma Centrale. Questo rapporto è il fondamento dell'Epigenetica: cioè la genetica è controllata e condizionata dall'ambiente. Condizionata e non determinata dall'ambiente. Un grande spazio di libertà di scelta si para davanti all'esistenza. La facoltà creativa riprende la sua dignità, non solo nell'essere umano, ma in ogni essere senziente, come è stato scientificamente ed etologicamente dimostrato.

Cellule intelligenti e organismi vibranti

Si è giunti alla concezione e al fondamento epigenetico dallo studio di quello che si può definire “l'intelligenza della cellula”. Le cellule, infatti, apprendono dalle esperienze nel loro impatto con l'ambiente e “creano” una memoria cellulare trasmissibile alle generazioni di cellule successive. Senza entrare nello specifico, ogni cellula è in grado, secondo il livello di emergenza e di necessità, di crearsi un nuovo centro di memoria esperienziale e comunicazionale.

Di conseguenza, in un organismo, quindi in una struttura pluricellulare, si giunge al concetto di Sintropia. Questo concetto è vitale per tutti gli organismi, in quanto consiste nel saper comunicare simultaneamente a tutte le altre cellule appartenenti a tutti i tessuti che compongono quell'organismo, l'esperienza di una singola cellula, come se tutti i miliardi di cellule che possono comporre un organismo evoluto avessero fatto la medesima esperienza.

Questo significa che ogni organismo “vibra” della stessa risonanza in tutte le sue parti: e questo è l'aspetto “olografico” di ogni struttura organizzata. Per essere in “risonanza sintropica” occorre che tutte le cellule di quell'organismo abbiano riprodotto lo stesso gene “creato” da quella cellula iniziale che ha fatto ”l'esperienza diretta”.

La comunicazione è quindi simultanea. E questa “esperienza diretta” è stata necessaria per l'evoluzione dell'organismo stesso, perciò la simultaneità sintropica è l'effetto di una necessarietà che l'evento si realizzasse per il senso di sviluppo dell'organismo stesso. Tutto l'organismo è orientato verso il “senso e significato” della sua esistenza. Ogni evento che ogni singola cellula “accetta” in sé, lo “trasferisce”

La legge della Risonanza

Come si può considerare da questi ultimi concetti espressi, dalla vibrazione si crea non solo la materia vivente, ma ogni forma di questo universo manifesto.

“In principio era il Verbo”, in principio c'era il suono, in principio, qundi, c'era “la Vibrazione”. Vibrazione unica e assoluta di frequenza nulla e nello stesso tempo infinita, di velocità nulla e nello stesso tempo infinita, ma nel doversi manifestare in questo spazio, tempo relativo, la “Vibrazione” dovette “restringersi” in uno spazio definito e in un tempo lineare, iniziando a perdere la sua “infinità”, “rallentandosi”, intrecciandosi con se stessa come un gomitolo in uno spazio ristretto. Inizia così il processo di densificazione: passando da uno stato vibrazionale ad uno stato energetico, per poi densificarsi maggiormente, rallentando la velocità e abbassando la frequenza, e divenendo così materia.

Man mano che la Vibrazione si raggomitola su se stessa, entrando in uno spazio-tempo sempre più ristretto e quindi sempre più denso matericamente, il suono della Vibrazione diviene sempre di più molteplice, e come in una camera ristretta incomincia a “risuonare”. L'universo, quindi, diventa Risonanza, creando le Forme della materia, dalla materia. La vibrazione pura è come se rimbombasse, riecheggiasse in questo spazio ristretto dell'universo manifesto. Così si creano le forme e le forme sono la “metafora”, il “simbolo” degli infiniti aspetti della Vibrazione Unica e Assoluta. Ogni forma vivente e non, diventa un aspetto o più aspetti, secondo lo stato di evoluzione e di coscienza, della Vibrazione Unica e Assoluta.

La risonanza è quindi una legge universale che dà ragione all'esistenza dell'universo manifesto medesimo.

Articolo estratto dalla rivista Scienza e Conoscenza n. 38 – Guarire la nascita per Guarire il Mondo


Redazione Scienza e Conoscenza
Scienza e Conoscenza è la rivista ufficiale del Gruppo Editoriale Macro. È un trimestrale che parla di medicina integrata, medicina non... Leggi la biografia
Scienza e Conoscenza è la rivista ufficiale del Gruppo Editoriale Macro. È un trimestrale che parla di medicina integrata, medicina non convenzionale, scienze di frontiera, coscienza e consapevolezza, e che si avvale di un comitato scientifico di medici, ricercatori, scienziati e giornalisti.Operano in redazione: Marianna Gualazzi, Romina... Leggi la biografia

10 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



ASPETTANDO NATALE - Sconto 5€ per tutti i nuovi iscritti
Omaggio ASPETTANDO NATALE - Sconto 5€ per tutti i nuovi iscritti

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere ASPETTANDO NATALE - Sconto 5€ per tutti i nuovi iscritti