Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Nuova Saggezza

La lettera della Maddalena. Il romanzo di Isabelle Von Fallois. Parte seconda

Nuova Saggezza

La lettera della Maddalena. Il romanzo di Isabelle Von Fallois. Parte seconda

Nuova Saggezza

La lettera della Maddalena. Il romanzo di Isabelle Von Fallois. Parte seconda

Scopriamo di più sull'affascinante romanzo d’esordio di Isabelle Von Fallois, La lettera della Maddalena, che, già nelle prime pagine, ci fa intuire le svariate sfaccettature di questa storia trascinante nata da una visione che l’autrice stessa afferma di avere avuto la notte della vigilia di Natale del 2012 durante un’esperienza di pre-morte.

 


Redazione Web Macro

Tutto comincia con l’assassinio di un famosissimo direttore d’orchestra in un teatro, al termine dell’esecuzione dell’opera Tristano e Isotta di Richard Wagner. Jean Chevalier viene raggiunto da uno sconosciuto nel suo camerino e ucciso a sangue freddo. A trovarlo senza vita è la figlia, Marie Madeleine Chevalier, che lo aveva raggiunto per congratularsi con lui dopo lo spettacolo. Subisce uno choc che la porta ad avere incubi che non le danno tregua nei mesi successivi. Fino a quando non comprende di essere parte di un disegno divino e che le è stato affidato un compito, come “prescelta”, insieme a colui che diverrà l’amore della sua vita.

Non è un romanzo giallo, tutt’altro...

È il romanzo d’esordio di Isabelle Von Fallois, La lettera della Maddalena, che, già nelle prime pagine, ci fa intuire le svariate sfaccettature di questa storia trascinante nata da una visione che l’autrice stessa afferma di avere avuto la notte della vigilia di Natale del 2012 durante un’esperienza di pre-morte. Ciò che soggiace al romanzo, e lo sostiene costituendone senz’altro la forza, è il connubio e l’intreccio tra fede profonda e amore per la musica e per l’arte, che per l’autrice hanno un fortissimo potere trasformativo. Tale potere viene trasfuso, con la narrazione, nei personaggi che animano questa storia toccante e sarà proprio attraverso il rafforzamento della loro fede e l’evoluzione vissuta attraverso la loro arte che riusciranno a elevarsi al di sopra delle bugie, dei tranelli, delle aggressioni e degli ostacoli, per portare a termine il compito per il quale sono stati scelti: scoprire e rendere manifesta al mondo la rivelazione di Gesù Cristo e di Maria Maddalena.

La fede dei protagonisti, a partire dal tenore Julien de la Tour e dalla docente ed esperta d’arte Marie Madeleine Chevalier per proseguire con la ballerina classica Véronique e suo fratello Richard, si staglia, grazie alle sapienti parole dell’autrice, come una guida nell’oscurità e alle loro preghiere ricevono risposte e rivelazioni (i brani delle preghiere e delle invocazioni sono particolarmente cari all’autrice, che li ha voluti evidenziare anche nell’impaginazione del testo). Inoltre, tutti vivono nella vita la grande passione per l’arte, sia essa pittura, danza o musica, che ne tocca nel profondo il carattere e l’essenza, rendendoli capaci di una evoluzione del sentire che il lettore può seguire attraverso lo sviluppo della narrazione.

Leggi la prima parte dell'articolo

 

È un mondo, quello della musica e soprattutto dell’opera lirica, che Isabelle Von Fallois conosce molto bene, per l’educazione e la formazione ricevute. E che fa scoprire e apprezzare al lettore accompagnandolo nell’interpretazione del significato di alcune delle più celebri opere di Richard Wagner, come Parsifal e Lohengrin, che il protagonista, Julien, si ritrova a interpretare nella sua carriera come tenore e a cui gli altri personaggi assistono. È poi presentato con efficacia l’elemento del “riscatto” di chi, temporaneamente smarrito nell’oscurità e nella menzogna, ritrova la strada maestra, quella “luce interiore” che gli permette di comprendere il male fatto, staccarsene e contribuire alla riuscita e alla vittoria del bene e della verità.

Così sono le figure di Lucius, adepto di una setta di malvagi che sceglie di allearsi con i protagonisti, e Sasha, anch’egli ballerino classico, prima “al soldo” della cospirazione e poi sostenitore convinto della redenzione nella fede. La malvagità, incarnata nel romanzo dagli esponenti di una setta che non si fa scrupoli di operare con violenza e barbarie, viene infine sconfitta, grazie alle forze del bene che hanno fatto fronte compatto per permettere che la rivelazione di Gesù e Maria Maddalena potesse arrivare al mondo, la rivelazione dell’esistenza di quella “linea di sangue” alla quale mostrano di appartenere alcuni degli stessi protagonisti.

Il linguaggio utilizzato da Isabelle Von Fallois è efficace e toccante, il ritmo incalzante, la struttura del romanzo tiene allacciato il lettore dall’inizio alla fine, senza lasciarlo mai. È un romanzo riuscito, che mostra tutte le capacità narrative di un’autrice che già si era fatta conoscere e aveva avuto grande successo di pubblico con i suoi saggi sulle figure angeliche. La Von Fallois costruisce i personaggi in modo assolutamente credibile e realistico, ne anima ogni sfaccettatura, dà loro una precisa identità, li rende convincenti nelle relazioni che costruiscono tra di loro, nell’attitudine personale e nelle azioni e reazioni di cui si rendono protagonisti sulla scena della narrazione.

Il lettore arriva al finale carico di aspettative, che non vanno deluse. La scoperta, la “rivelazione” c’è, se ne percepisce la portata che l’autrice ha voluto affidarle e si segue l’evoluzione di ciò che accade dopo con la soddisfazione di essere giunti al culmine di una storia che vuole lasciare traccia in coloro che la leggono, come evidentemente la visione che ha ispirato l’autrice ha lasciato una potente traccia in lei. L’autrice ha anche voluto inserire, in fondo al volume, una sintesi della trama delle opere su cui si sofferma nel romanzo, elemento molto interessante e che permette, anche a chi non segue o non conosce a fondo la lirica, di conoscere e apprezzare il lavoro di autori come Richard Wagner e Pëtr Il’iĉ Čajkovskij. Viene quasi voglia di proseguire la lettura e ci si chiede cosa accadrà dopo quella rivelazione, come potrà trasformare la fede, la spiritualità e la capacità di “vedere” di un’umanità che ha così tanto bisogno di ritrovarsi. Chissà che l’autrice non ci voglia concedere, prima o poi, il seguito di questo romanzo…

 


Redazione Web Macro
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli... Leggi la biografia
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli spaziano su tutti i principali argomenti che Macro divulga con passione dal 1987. Il meglio per il benessere di Corpo, Mente e Spirito raccontato da coloro che vedono nascere quotidianamente i... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Macro Almanacco - Marzo 2024
Omaggio Macro Almanacco - Marzo 2024

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Macro Almanacco - Marzo 2024