Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Crescita Personale

Le domande essenziali per conoscersi meglio

Crescita Personale

Le domande essenziali per conoscersi meglio

Crescita Personale

Le domande essenziali per conoscersi meglio
64 condivisioni

 

Conoscersi meglio è fondamentale per vivere la vita che davvero vogliamo. Ma come fare per essere più focalizzati e in linea su ciò che davvero siamo e pensiamo. Ecco le domande essenziali per capire di più di noi stessi.


Tatiana Berlaffa

'Conosci te stesso' è una massima che si trova incisa nel Santuario di Apollo a Delfi. Gli antichi, infatti, erano ben consapevoli di quanto fosse importante conoscere se stessi. Ma, spesso e volentieri, non è affatto una cosa scontata e immediata.

Conoscersi meglio è utile per poter fare le scelte giuste nella vita e, in definitiva, per stare bene.

Ma come possiamo raggiungere questo grado di consapevolezza? Le 5 Domande Essenziali (più una) di James Ryan ci aiutano a fare luce su quest'importante aspirazione che fa parte della natura umana dalla notte dei tempi.

Ryan, Preside dell'Harvard Graduate School of Education, ha capito, per esperienza di vita, che non sono solo le risposte ad essere importanti. Ma spesso, lo sono anche le domande, se non di più.

La ricerca delle giuste domande da porre è diventato uno dei suoi obiettivi di vita. Ce lo racconta nel suo libro e ci spiega perché è essenziale che ognuno di noi impari a chiedersi le cose giuste per progredire nella vita e nella propria crescita personale.

Ma quali sono le domande giuste per conoscerci meglio?

 

 

Le domande per conoscersi

Il bello di porre delle domande è che esse sono come 'chiavi'. Il quesito giusto, posto al momento giusto, spalanca delle porte a qualcosa che ancora non si sa ma che potrebbe rivelarsi davvero utile e, magari, cambiarci anche la vita.

Per conoscerci dobbiamo imparare a porci domande aperte, che ci aiutino a riflettere su noi stessi e su chi ci circonda.

1. Scegliere il momento giusto

Per fare un'analisi e diventare più consapevoli di noi stessi dobbiamo scegliere il momento adeguato. E' importante prenderci del tempo per noi stessi, magari la mattina appena svegli oppure la sera prima di andare a dormire. Sono i momenti in cui siamo più calmi. Non siamo immersi nel vortice delle 'cose da fare' e degli impegni.

2. Creare l'atmosfera

Le domande da fare per conoscersi richiedono una predisposizione d'animo che ci faccia sentire ricettivi e predisposti ad ascoltare noi stessi nel profondo. Prepara un caffè, un tè o un infuso. Scegli una posizione comoda in cui tu possa sentirti rilassato per un po' di tempo. Elimina le distrazioni, spegni lo smartphone. Fai in modo che questo tempo sia tutto e solo per te.

3. Elimina il giudizio

Spesso non ci poniamo domande per conoscerci per paura delle risposte che potrebbero emergere. Proprio così, temiamo di scoprire qualcosa di noi che potrebbe turbarci o che avremmo preferito non sapere. Il giudizio su noi stessi (e sugli altri) è sempre in agguato e pronto a rimproverarci per quello che siamo, o che non siamo.

Proviamo a lasciarlo da parte in questo lavoro di conoscenza di noi stessi. E' l'unico modo per far emergere davvero la nostra essenza. E' solo accogliendoci davvero, che potremo, eventualmente cambiare.

5 domande intelligenti da fare

 

4. Non accontentarti della prima risposta

Quando ci poniamo domande esistenziali come: 'sono felice?', 'mi piacciono la mia famiglia, il mio lavoro, i miei amici?' potremmo essere tentati di rispondere in modo semplice e sbrigativo. Per fare un lavoro profondo su noi stessi, però, è necessario non fermarsi alla superficie.

Ad ogni domanda, facciamone seguire un'altra, che scavi un po' di più dentro di noi. Puoi anche provare delle domande originali per conoscersi. A volte, da adulti, siamo talmente ingabbiati nelle sovrastrutture che la società ci impone che anche chiederci 'cosa ci piace fare' può metterci in difficoltà. Se non ce lo chiediamo mai, a poco a poco, non lo sappiamo più. Anche stare bene e fare cose che ci piacciono è questione di abitudine.

Se non ci poniamo mai la questione, viviamo con il pilota automatico e le nostre giornate ci sembrano tutte uguali e senza 'sapore'.

Se, ad esempio, alla domanda precedente abbiamo risposto che non siamo contenti del nostro lavoro, è giusto che proviamo a chiederci il perché. Possiamo continuare così finché non arriviamo a capire davvero le motivazioni della nostra mancanza di soddisfazione lavorativa. Potremmo scoprire che non ci piace il capo, oppure che il luogo di lavoro è troppo lontano da casa oppure che non amiamo la nostra attività in sè.

Se non ci fermiamo alla superficie, nell'ambito lavorativo ma anche oltre, capiremo davvero cosa vogliamo (o meno) e avremo tutti gli elementi utili per poter cambiare il nostro modo di essere, la nostra vita e conoscerci meglio.

5. Fai un piano per essere più felice

Conoscersi meglio è il primo passo per vivere meglio. Ma 'sapere' non è sufficiente. Se abbiamo scoperto che non siamo del tutto felici, dobbiamo fare qualcosa per andare nella direzione che vogliamo, la 'nostra' direzione.

E' importante pianificare. A volte la sola parola 'pianificare' ci spaventa. Ma, in realtà, è fondamentale farlo. Ci permette di 'monitorare' il nostro cambiamento e di stabilire degli obiettivi misurabili che ci facciano capire sempre a che punto siamo. 

Torniamo al 'caso' del lavoro. Se, attraverso domande approfondite di conoscenza di noi stessi, abbiamo capito che quel lavoro non fa più per noi, possiamo stabilire delle azioni da compiere a breve e a lungo termine per trovare qualcosa 'a nostra misura'.

Cominciamo con dei piccoli passi. Il primo step è individuare l'ambito in cui ci piacerebbe lavorare, la modalità, i talenti che vorremmo esprimere. Per questo, le domande, tante e approfondite, sono importanti.

Una volta compreso questo, pianificare le azioni da compiere sarà semplice. Possiamo iniziare dedicando mezz'ora al giorno alla ricerca del lavoro. Quest'operazione potrebbe comprendere telefonate ad amici che possono aiutarci, ricerca su siti web specializzati o su Linkedin.

Forse è necessario aumentare le tue skills. In tal caso, puoi dedicare del tempo alla ricerca di un corso adatto alle tue esigenze e prevedere del tempo per frequentarlo e studiare e svolgere i compiti per superare gli esami. 

A poco a poco, ognuna di questi 'compiti' ti aiuterà a raggiungere la meta.

Nel suo libro, Ryan ci fornisce molti altri suggerimenti utili per 'scoprire meglio' noi stessi ed essere più soddisfatti della nostra vita, che è quello che tutti noi desideriamo.

SCOPRI QUALI SONO LE 5 DOMANDE ESSENZIALI

 

 


Tatiana Berlaffa
Il mondo della comunicazione è il mio lavoro e la mia passione.Scrivo come blogger, giornalista freelance e social media editor.Prima di scrivere... Leggi la biografia
Il mondo della comunicazione è il mio lavoro e la mia passione.Scrivo come blogger, giornalista freelance e social media editor.Prima di scrivere di qualsiasi cosa, la provo in prima persona.Sono appassionata di tematiche legate al benessere e alla crescita personale. Amo le novità, viaggiare da sola e imparare lingue straniere.Tra i miei... Leggi la biografia

64 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 17 - Fermati e Vivi il Benessere
Omaggio Vivere Macro n. 17 - Fermati e Vivi il Benessere

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 17 - Fermati e Vivi il Benessere