Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Diabete e cibo: come l'alimentazione aiuta a guarire. Intervista al Dr. Domenico Battaglia

Alimentazione e Diete

Diabete e cibo: come l'alimentazione aiuta a guarire. Intervista al Dr. Domenico Battaglia

Alimentazione e Diete

Diabete e cibo: come l'alimentazione aiuta a guarire. Intervista al Dr. Domenico Battaglia

La cura del diabete passa anche dalla tavola. Non è uno slogan salutista ma una verità certificata che se ben osservata garantisce risultati sorprendenti.

Ne è convinto il Dott. Domenico Battaglia che ha unito le sue profonde conoscenze ed esperienze medico-scientifiche alla sua passione per la cucina: il risultato è il suo libro Diabete: ricette curative e consigli alimentari. Lo abbiamo intervistato per capire meglio questo suo nuovo percorso di medico prestato alla cucina, già in passato fatto con il libro Anemia.


Redazione Web Macro

ACQUISTA IL LIBRO

Perché da medico ha sentito l'esigenza di entrare in cucina per spiegare come risolvere una patologia come il diabete?

Perché spesso accade che i medici parlino solo in modo teorico e quella stessa teoria può risultare in alcuni ambiti lontana da azioni pratiche. Per questo motivo penso che quando un problema come il diabete può essere ben controllato con l’alimentazione sia un compito importante quello di entrare nell’argomento alimentazione non solo in ambito teorico ma anche in termini pratici, dando anche l’esempio di come molte cose possono risultare semplici.

E se ci riesce un non addetto ai lavori come il sottoscritto, semplice appassionato di cucina, può riuscirci chiunque.

Nel suo libro propone nuove tipologie di alimenti, nuovi modi di utilizzarle in cucina e soprattutto nuove idee e ricette: sono consigli adatti solo per chi soffre di diabete o sono indicazioni validi per tutti?

Naturalmente le ricette che ho scelto hanno l’obiettivo di migliorare le condizioni dei diabetici ma nulla vieta che un non diabetico possa metterlo in pratica per prevenire questa situazione se magari ha delle condizioni predisponenti. Oppure, semplicemente, può capitare che l’intera famiglia di un diabetico possa prendere l’iniziativa di seguire queste ricette per accompagnare il proprio congiunto in un percorso di miglioramento e guarigione e, al contempo, scoprono, tutti insieme, nuovi gusti, nuovi sapori e nuovi modi di utilizzare il cibo in cucina.

Che numeri ci sono dei casi di diabete in Italia e nel mondo? Sono dati in aumento? E se sì, come se lo spiega?

Ho parlato in un capitolo del libro dei numeri del diabete e sono numeri che sinceramente mi mettono quasi paura, poiché circa 6 milioni di italiani sono pazienti diabetici. Nell’alveo di una famiglia allargata c’è, praticamente, un diabetico per ogni famiglia.

Nel mondo, soprattutto, occidentale - per esempio negli Stati Uniti - questi numeri sono ancora più grandi e nel breve periodo si considera e si stima che questi numeri potrebbero aumentare addirittura del 30%.

 

 

Spesso nel libro si rivolge ai suoi colleghi medici: cosa secondo lei devono ancora imparare nella gestione del diabete?

Mi rivolgo ai miei colleghi non per insegnare qualcosa che devono ancora imparare, anzi il contrario! Però, penso che tanti colleghi che si occupano di patologie come il diabete dovrebbero approfondire in modo importante le tematiche alimentari senza porsi dogmi e con l’apertura mentale di comprendere le nuove conoscenze e come queste possono cambiare la gestione della malattia.

Che criteri ha scelto per proporre le ricette presenti nel libro?

I criteri sono stati maggiormente dettati dalla volontà di proporre piatti completi, colorati e facili da eseguire, in modo che tutti potessero perseguire l’obiettivo del miglioramento della patologia o addirittura della guarigione. Quindi, ho tenuto sicuramente conto di molti fattori nella realizzazione dei piatti ma anche soprattutto del gusto finale, oltre che dell’efficacia funzionale che i cibi scelti avevano nei confronti della patologia diabetica.

Molte delle ricette fotografate sono state realizzate da lei, da cosa le nasce questa sua passione per la cucina?

La mia passione per la cucina risale ai tempi dell’infanzia, in tempi molto vicini a quelli che mi hanno portato a diventare medico. Infatti, ho scelto all’età di sei anni di voler diventare medico e a circa 8 anni ho preparato il mio primo piatto facendomi aiutare da un cugino più grande che sapeva leggere. Mi sono cimentato nella mia prima ricetta molto semplice, ovvero “il canapè di olive” ma per me, allora, molto significativa perché l’ho preparata per la mia mamma che tornava sempre tardi dal lavoro e per quella sera ho creduto di alleggerirla nella preparazione della cena avendola preparata con cura. Ricordo ancora che mia madre ne fu molto felice e lo ricorda ancora oggi a distanza di quasi quarant’anni.

ACQUISTA IL LIBRO!

 


Redazione Web Macro
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli... Leggi la biografia
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli spaziano su tutti i principali argomenti che Macro divulga con passione dal 1987. Il meglio per il benessere di Corpo, Mente e Spirito raccontato da coloro che vedono nascere quotidianamente i... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



ASPETTANDO NATALE - Sconto 5€ per tutti i nuovi iscritti
Omaggio ASPETTANDO NATALE - Sconto 5€ per tutti i nuovi iscritti

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere ASPETTANDO NATALE - Sconto 5€ per tutti i nuovi iscritti