Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Alimentazione: quand'è che una dieta funziona? Ne parliamo con la Dr.ssa Valentina Masella

Alimentazione e Diete

Alimentazione: quand'è che una dieta funziona? Ne parliamo con la Dr.ssa Valentina Masella

Alimentazione e Diete

Alimentazione: quand'è che una dieta funziona? Ne parliamo con la Dr.ssa Valentina Masella
2 condivisioni

Diete e nutrizione. Ormai, con l'avvento di internet, è facile trovare ogni tipologia di dieta, qualsiasi notizia, giusta o sbagliata su valori nutrizionali e stile di alimentazione. Noi ne parliamo con chi di diete e nutrizione ne ha fatto il proprio mestiere, Valentina Masella, biologa nutrizionista.

Valentina sarà presente anche all'evento Le Alternative Vegetaliorganizzato da Wikonsumer.org, che si terrà a Bari il 5 maggio 2018. 


Redazione WiKonsumer

VUOI SAPERNE DI PIÙ SULL'EVENTO? SCOPRI LE ALTERNATIVE VEGETALI

 

1) Occuparsi di diete spesso riconduce ad un immaginario di fatto di rinunce, sofferenze, limitazioni. Seguire una dieta è davvero solo questo?

Troppo spesso quando si parla di dieta si pensa a qualcosa di negativo, una pratica ossessiva di privazione del cibo. Quello che molti ignorano è che la parola “dieta” deriva dal greco “dìaita” e significa “stile di vita”. Dunque è evidente che il significato che si attribuisce a questo termine non è sicuramente quello di rinuncia ma un concetto molto più ampio, un vero e proprio modo di vivere.

Non si tratta, infatti, solo di una questione di alimentazione e nutrimento del corpo bensì di una molteplicità di fattori che caratterizza la vita di tutti i giorni. Infatti nell’elaborare una dieta, bisogna sempre tener conto che è la dieta stessa a doversi adattare alla vita e ai gusti di un individuo e non il contrario perché altrimenti difficilmente si tenderà a seguirla per un lungo periodo di tempo.

E anche pensare che il digiuno sia il modo migliore per dimagrire è un concetto pericoloso e sbagliato: il digiuno e tutte le diete drastiche e squilibrate con dimagrimenti troppo rapidi, possono creare gravi alterazioni a livello metabolico, ormonale e produrre effetti solo temporanei con un rapido recupero del peso. Pertanto la perdita del peso in eccesso deve avvenire sempre lentamente ed è importante passare dalla non dieta alla dieta gradualmente modificando pian piano le abitudini alimentari sbagliate.

La dieta, quindi, deve essere intesa come uno strumento per vivere meglio, per recuperare salute, benessere e per prevenire le malattie.

2) Nella sua esperienza quali sono le maggiori difficoltà affrontate da chi decide di cambiare stile di vita alimentare (e non solo), e quali sono solitamente i metodo migliori per superare questi blocchi?

Quando si tratta di dimagrire, i rimedi miracolosi non esistono. Per perdere peso, infatti, servono tempo e costanza, ma soprattutto è necessario convincere noi stessi che stiamo facendo la cosa giusta per prenderci cura del nostro corpo.

Il primo passo da compiere è capire perché abbiamo deciso di perdere peso, in quanto la dieta è un percorso complesso, che deve portare a un cambiamento del modo di pensare, e non solo del regime alimentare. Nella quasi totalità dei casi, infatti, la scelta di dimagrire scaturisce dalla pressione esercitata da amici, parenti o dai messaggi dei media.

Il punto fondamentale, invece, è capire che seguire uno stile alimentare più sano migliorerà anche la nostra salute. Inoltre bisogna anche comprendere ciò che si desidera ottenere dalla dieta: avere una idea chiara degli obiettivi da raggiungere. In questo senso è bene darsi dei traguardi realistici, che possano essere effettivamente conquistati, senza generare delusioni, ansie o aspettative esagerate.

Infine se si vuole migliorare l’andamento della dieta, e ottenere più velocemente buoni risultati, il segreto è aumentare l’attività fisica. Essere attivi tuttavia non significa iscriversi in palestra o seguire corsi di crossfit o nuoto, ma semplicemente destinare una parte della propria giornata al movimento, magari partendo dalla camminata.

Diete e nutrizione. Intervista alla Dr.ssa Marina Putzolu

 

3) Molte persone utilizzano la bilancia come unico metro di giudizio di una dieta di successo. Ovviamente il peso è importante ma non è l'unico non è così. Ma quali sono gli indicatori più importanti di una dieta che funziona?

Così come il cibo non deve essere una preoccupazione, neanche pesarsi sulla bilancia deve rappresentare un problema. La bilancia è uno strumento per misurare il peso di una persona, tuttavia essa ci dà un dato parziale e non così utile quando si vuole capire cosa sta succedendo al nostro corpo. Il peso sulla bilancia infatti, può variare se per qualche giorno non abbiamo evacuato, se abbiamo mangiato troppo saporito o abbiamo assunto farmaci che determinano ritenzione idrica.

Dal punto di vista pratico, il peso corporeo è dato dalla somma di massa grassa (lipidi) e massa magra (più propriamente si dovrebbe parlare di massa priva di grasso, ossia acqua intra ed extracellulare, ossa, proteine e glicogeno). Ma come si misurano massa grassa e massa magra? I metodi disponibili sono numerosi: si va dai plicometri, dei semplici calibri per la misurazione del tessuto adiposo sottocutaneo, all’impedenziometria, fino all’uso di strumenti come la DEXA, che permette una valutazione abbastanza accurata della composizione corporea.

Biologi nutrizionisti, dietologi e dietisti sono in grado di utilizzare questi strumenti e sapranno aiutarvi in un corretto percorso di dimagrimento che comporti una perdita di grasso e non di preziosa massa magra, magari valutando anche alcune circonferenza corporee.

4) Di cosa parlerà all'evento di Wikonsumer del 5 maggio prossimo?

Il mio intervento tratterà del rapporto tra alcune patologie (diabete, osteoporosi, cancro...) e del loro legame con gli alimenti vegetali. Una dieta vegetariana è una dieta che ha come obiettivo quello di aumentare l’assunzione di alimenti di origine vegetale (frutta, legumi, cereali, semi e frutta secca) riducendo al minimo l’assunzione di cibi raffinati e di origine animale (in alcuni casi escludendo anche latticini e uova).

Sebbene vi siano differenti schemi di dieta basata sui vegetali, gli studi dimostrano come, salvo alcune eccezioni ritenute troppo restrittive e per questo non adeguate, essa sia da considerare salutare. Nel 2009 l’American Dietetic Association affermava che: “le diete vegetariane, incluse quelle totalmente vegetariane o diete vegane, sono salutari, nutrizionalmente adeguate e possono apportare benefici alla salute nell’ambito della prevenzione e trattamento di alcune patologie”.

VUOI SAPERNE DI PIÙ SULL'EVENTO? SCOPRI LE ALTERNATIVE VEGETALI

 


Redazione WiKonsumer
Wikonsumer.org è la guida online agli alimenti. Nasce nel 2016 con l'obiettivo di aiutare i consumatori moderni a scegliere in maniera consapevole... Leggi la biografia
Wikonsumer.org è la guida online agli alimenti. Nasce nel 2016 con l'obiettivo di aiutare i consumatori moderni a scegliere in maniera consapevole attraverso:classifiche dei prodotti in commercio;guide alla scelta;contenuti di approfondimento su proprietà e controindicazioni degli alimenti.Wikonsumer.org vuole che il consumatore si senta... Leggi la biografia

2 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto