Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Vivere Ecologico

Cosmetici bio a basso costo: quali funzionano?

Vivere Ecologico

Cosmetici bio a basso costo: quali funzionano?

Vivere Ecologico

Cosmetici bio a basso costo: quali funzionano?
45 condivisioni

Molto spesso mi capita di leggere discussioni nelle quali si parla di cosmetici bio a basso costo, paragonati ad altri più costosi senza in realtà prendere in reale considerazione un fattore importante: la differenza di qualità! In quest’articolo voglio fare un po’ di chiarezza sull’argomento cosmetici bio a basso costo


Deborah Lazzaro

Molto spesso mi capita di leggere discussioni nelle quali si parla di cosmetici bio a basso costo, paragonati ad altri più costosi senza in realtà prendere in reale considerazione un fattore importante: la differenza di qualità!
In questo post voglio fare un po’ di chiarezza sull’argomento cosmetici bio a basso costo, spiegandovi quali fattori vanno ad incidere sul prezzo finale di un cosmetico e come valutare se un prodotto vale o meno quello che costa.
La qualità non è determinata solo dal fatto che un prodotto contenga ingredienti verdi al Biodizionario. Ci sono più fattori da tenere in considerazione, vediamoli insieme.

La provenienza delle materie prime

La provenienza delle materie prime di un cosmetico è uno dei fattori che più incide sul prezzo. Quando si parla di cosmetici eco bio si tende infatti spesso a confondere i reali quantitativi d’ingredienti naturali e biologici nella formula. Gli ingredienti biologici sono decisamente più efficaci ed al contempo sicuri: sono coltivati infatti senza l’impiego di pesticidi che sono altrettanto pericolosi per la salute della pelle quanto tanti altri ingredienti più “incriminati” come ad esempio i siliconi.
Proprio perché coltivati senza sostanze chimiche, gli ingredienti biologici sono più difficili da ottenere e pertanto più costosi (su 100 piantine biologiche, non è detto che più della metà sopravviva proprio perché è lasciata crescere in Natura, senza pesticidi). Gli ingredienti biologici vanno a incidere più di quelli naturali sul prezzo finale del prodotto!

I quantitativi di materie prime

Siccome per la mia pelle esigo il meglio, non mi basta sapere che una crema contiene anche olio di Argan. Se mi viene proposta come una crema a base di olio di Argan, esigo che questa sia in quantitativi alti nel prodotto finito. Alti quantitativi di materie prime pregiate incidono sul prezzo. Alti quantitativi di materie prime biologiche incidono ancora di più sul prezzo! Certi ingredienti poi costano molto più di altri, quindi questo è un altro fattore che va ad incidere sul prezzo finale.

La tecnologia produttiva

La tecnologia produttiva è un fattore importante che incide notevolmente sul prezzo. Studi specifici e ricerche di laboratorio dettagliate su un cosmetico, hanno un costo elevato per il produttore che viene chiaramente calcolato anche sul prezzo finale. Ma questo assicura che siano prodotti ottimi dal punto di vista della qualità e dei risultati anti age e profondamente rigeneranti per la pelle.

La certificazione come garanzia

La certificazione è una garanzia speciale per il consumatore, che assicura l’assoluta trasparenza dei processi produttivi ed aumenta il valore di un prodotto. Al produttore nessuno regala la certificazione: si tratta di un investimento dal costo molto alto, che chiaramente aumenta il prezzo finale del prodotto. Questi sono solo 4 dei tanti fattori che vanno ad incidere sul prezzo finale di un cosmetico eco bio. Ci sono sicuramente ottimi cosmetici con buon INCI a basso costo, tuttavia la qualità è sempre il fattore da tenere in considerazione quando si fanno i propri acquisti.
Questo poi non vuol dire che tutti i cosmetici eco bio costosi siano di qualità ed efficaci: bisogna saperli scegliere bene! Molte persone in tempi di crisi come questo non possono permettersi di spendere 30-40 euro per una crema, è del tutto comprensibile.

La pelle non ha bisogno d’essere costantemente ricoperta di cosmetici

Ma allora, comunque si aprono nuove prospettive, come l’acquisto di mini-taglie per ammortizzare il prezzo o versioni refill. Alla fine cosa importa avere 250 ml di crema in casa, quando con 50 molto concentrati si spende meno e si ottengono risultati migliori? Ricordiamoci che la pelle non ha bisogno d’essere costantemente ricoperta di cosmetici: chiedetelo alla vostra nonna, quanti ne usava lei?
Ci sono dei prodotti (come quelli da risciacquo) su cui vale la pena risparmiare, le creme però essendo assorbite dalla pelle sono le prime a fare la differenza. Ecco perché è importante valutare la loro qualità e sceglierle con attenzione! Fortunatamente la rivoluzione del Web ci apre un mondo: possiamo leggere recensioni, imparare tante nuove cose e sentire diversi punti di vista. Sono opportunità uniche, da non lasciarsi scappare!

LEGGI gli altri post di Deborah Lazzaro sulla bio cosmesi.


Deborah Lazzaro
Sono Deborah Lazzaro, giovane blogger e mamma, amante del mondo della cosmesi eco biologica ed autrice del blog Biomakeup.it. La mia passione per... Leggi la biografia
Sono Deborah Lazzaro, giovane blogger e mamma, amante del mondo della cosmesi eco biologica ed autrice del blog Biomakeup.it. La mia passione per la cosmesi naturale e biologica nasce nel 2010, quando per caso inizio a scoprire che i comuni prodotti di bellezza, impiegati per cercare di migliorare (come tutte le donne) l’aspetto della mia... Leggi la biografia

45 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto