Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Spiritualità

L'arte di Comunicare: dire la verità senza creare sofferenza

Spiritualità

L'arte di Comunicare: dire la verità senza creare sofferenza

Spiritualità

L'arte di Comunicare: dire la verità senza creare sofferenza
6 condivisioni

Siamo disposti a passare da una dieta all'altra e a seguire i più disparati consigli alimentari che ci promettono benessere, salute e una linea perfetta, ma finiamo per dimenticarci che il vero nutrimento è quello dello spirito. Quanta bellezza può davvero esserci in un perfetto contenitore vuoto? Con questa nuova opera Thich Nhat Hanh ci spiega come nutrire il nostro spirito tramite la "parola amorevole".


Redazione Web Macro

Niente può sopravvivere senza nutrimento.

Tutto ciò che consumiamo contribuisce a guarirci o ad avvelenarci. Tendiamo a pensare al nutrimento solo come a ciò che assumiamo attraverso la bocca, ma anche ciò che consumiamo con gli occhi, le orecchie, il naso, la lingua e il corpo è nutrimento. Anche le conversazioni che si svolgono intorno a noi e quelle a cui partecipiamo lo sono.

Per cui quando diciamo qualcosa che ci nutre e dà conforto alle persone intorno a noi, alimentiamo l’amore e la compassione. Quando parliamo e agiamo creando tensione e rabbia, nutriamo invece la violenza e la sofferenza.

Se impariamo a pensare alla nostra comunicazione in termini di nutrizione ci abitueremo a chiederci: "quello che sto dicendo o ascoltando mi crea ansia, disagio, sofferenza?" Se la risposta è sì, stiamo mettendo in pratica un tipo di comunicazione dannosa ed erronea.

Quella che Thich Nhat Hanh chiama "la parola amorevole" è fatta di consapevolezza e sincerità.

"La  consapevolezza  richiede  l’abbandono  del  giudizio,
il  tornare  a  essere  consci  del  respiro  e  del  corpo  e
infine il portare la nostra piena attenzione a ciò che è in noi
e attorno a noi".

Ma come possiamo riuscire a dire la verità anche quando non è del tutto piacevole, senza causare sofferenza al nostro interlocutore?

In realtà sono i nostri presupposti a essere sbagliati: dire la verità a volte è difficile, ma spesso il modo in cui diciamo una bugia crea più sofferenza della verità stessa. Quello che possiamo fare è addestrarci a dire la verità in modo tale che, alla fine, l’altro la possa accettarla.

"Quando parli, dovrai cercare di dire all’altro la verità sulla tua sofferenza e sulla sua: è questa la parola amorevole. Dovrai parlare in modo tale che aiuti l’altro a riconoscere la sofferenza dentro di sé e dentro di te.

Occorre essere abili. Colui che parla deve essere molto consapevole, e usare le parole in modo da aiutare chi ascolta a non farsi sorprendere da percezioni erronee. E chi ascolta deve fare attenzione a non farsi sorprendere dalle parole che gli vengono dette o dalle idee che gli vengono suggerite.

Dovranno esserci consapevolezza e abilità da entrambe le parti".

(Thich Nhat Hanh, L'arte di Comunicare)

Con una maggior comprensione possiamo davvero aiutare l’altra persona a soffrire di meno, e la nostra comunicazione sarà più efficace.

Le nostre parole saranno gentili perché saremo disposti ad aiutare; così il nostro modo di comunicare permette all’altra persona di stare già molto meglio. Le parole che diciamo sono nutrimento. Possiamo usare parole che nutrono noi stessi e l’altro. Ciò che diciamo, ciò che scriviamo, dovrebbe trasmettere solo compassione e comprensione.

Le nostre parole possono ispirare a un’altra persona fiducia e apertura. Grazie alla parola amorevole la generosità può essere praticata in modo meraviglioso. Non è necessario spendere denaro per praticare la generosità, basta usare la aprola a,morevole e consapevole, l'unica che può nutrire noi e ciò che che ci circonda.


Redazione Web Macro
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli... Leggi la biografia
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli spaziano su tutti i principali argomenti che Macro divulga con passione dal 1987. Il meglio per il benessere di Corpo, Mente e Spirito raccontato da coloro che vedono nascere quotidianamente i... Leggi la biografia

6 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto