Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
1987-2017: 30 anni di Benessere e Conoscenza
Home / Blog / Salute e Benessere

Latte e uova: se li conosci, li eviti

Salute e Benessere

Latte e uova: se li conosci, li eviti

Salute e Benessere

Latte e uova: se li conosci, li eviti
70 condivisioni

Si definiscono vegetariani coloro che non mangiano carne, ma che continuano a consumare latte, formaggi, yogurt, uova. Vengono chiamati anche latto-ovo-vegetariani, ma sarebbe meglio definirli semplicemente non mangiatori di carne poiché è materialmente impossibile diventare VEGETUS, cioè “sano, forte e vigoroso” senza eliminare anche latte e uova.


Mirella Pizzi

Si definiscono vegetariani coloro che non mangiano carne, ma che continuano a consumare latte, formaggi, yogurt, uova. Vengono chiamati anche latto-ovo-vegetariani, ma sarebbe meglio definirli semplicemente non mangiatori di carne poiché è materialmente impossibile diventare VEGETUS, cioè sano, forte e vigoroso senza eliminare anche latte e uova che intossicano il nostro organismo quanto la carne ed hanno lo stesso impatto sia dal punto di vista ambientale che etico. Non sono vegetali ma prodotti animali con tutto quello che ne consegue!

 

L'uomo si considera lattante a vita

Ogni mammifero produce un latte adatto alla propria specie che costituisce da solo l'alimento ideale del cucciolo fino allo svezzamento, cioè fino a quando non diventa in grado di masticare cibi solidi. L'uomo è l'unico che continua ad essere lattante per tutta la vita e per di più consumando il latte di un'altra specie in pieno contrasto con le regole della natura, ma questo trasformarsi in vitello provoca serie conseguenze negative sulla sua salute sia fisica che mentale che paga poi a caro prezzo (guarda anche l'intervista video a Colin Campbell, autore di The China Study, NdR)

Dietro alle immagini di un buon bicchiere di latte e bevi il latte che ti fa bene ci sono purtroppo gli enormi interessi commerciali dell'industria casearia che con queste espressioni ingannevoli condiziona pesantemente le nostre abitudini fin dall'infanzia con la complicità dei mass media, di buona parte della medicina ufficiale, della tradizione e della nostra tendenza al conformismo! Vediamo però bene cos'è il latte, non è altro che il sangue della mamma trasformato dalle mammelle. Lo si può definire sangue bianco, cioè una parte viva e liquida dell'animale che nel caso della mucca contiene tutte le sostanze che le vengono somministrate come ormoni, antibiotici, diserbanti... insieme ad una piccola quantità prevista e ritenuta regolare per ogni bicchiere di cellule corpuscolate.

Così viene definito il pus provocato dalle continue mastiti a cui vanno incontro le povere mucche trattate come macchine, come una pompa da latte a 4 zampe, costrette a partorire ogni anno un vitellino che viene subito allontanato dalla mamma perchè non possa bere il latte a lui destinato. E se il vitello è femmina diventerà a sua volta una macchina da latte fino allo sfinimento per finire dopo pochi anni al macello; se nasce maschio al macello ci finisce subito e/o ci finirà dopo pochi mesi di vita di inferno e alimentato con cibi poveri di ferro per ottenere le tristemente famose fettine di vitello bianche e tenere.

 

La caseina usata come colla per il legno

Tutta questa enorme sofferenza per consumare latte, formaggi, yogurt, dolci alla crema, gelati... che costituiscono un vero e proprio attentato alla nostra salute e causa di malattie che stanno diventando sempre più precoci come il diabete e i tumori già troppo frequenti nei bambini. Senza contare allergie, asma, anemia, colon irritabile, calcoli renali, cisti, fibromi, reflusso gastroesofageo e tanto altro.

Perché tutti questi danni? Semplicemente perchè ogni mammifero produce un tipo di latte adatto SOLO alla propria specie e quello vaccino, dovendo far crescere rapidamente un vitello, rappresenta per noi un'autentica overdose di proteine tra cui la caseina così densa che viene usata come colla per il legno e che, precipitando nel nostro tubo digerente, forma un muco pastoso e vischioso sulla parete intestinale ostacolando il normale assorbimento degli alimenti.

Alla caseina viene data pure la responsabilità dei diversi tipi di disturbi tiroidei dei quali oggi soffrono tantissime persone e viene considerata come il miglior mangime per le cellule tumorali, favorendone la crescita.
E il calcio? Possiamo tranquillamente prendere tutto il calcio che ci serve dalle verdure verdi, dalla frutta, dai legumi, dalla frutta secca, dai cereali integrali, dal sesamo, tutti prodotti vegetali che non ci acidificano come il latte e ci aiutano insieme all'attività fisica e all'esposizione solare a mantenere non solo la salute delle nostre ossa, ma la nostra buona salute in generale.

Guarda l'intervento della dottoressa Pizzi alla tavola rotonda La Rivoluzione della forchette Vegan al Sana 2014 qui.

 

Uovo: iperproteico e iperlipidico

Per quanto riguarda le uova ci troviamo sempre di fronte ad un cibo che è frutto di estrema crudeltà. Ormai è noto a tutti il fatto che negli allevamenti i piccoli pulcini maschi appena nati vengono eliminati addirittura triturandoli vivi e le galline ovaiole vengono tenute in condizioni di sofferenza indicibile, trattate come oggetti per poi essere macellate tutte in fila appese per i piedi lungo una catena di smontaggio, senza alcuna pietà.  E pensare che l'uovo non è certo cibo adatto per noi, rappresenta le mestruazioni della gallina e ha come unica finalità quella di dare la vita, se fecondato, ad un nuovo organismo, ovvero il pulcino. Il quale, per crescere, per formare il becco e le penne ha bisogno di molte proteine e grassi: l'uovo, infatti, è un alimento iperproteico e iperlipidico, ogni tuorlo contiene circa 300 mg di colesterolo e per essere digerito necessita di diverse ore impegnando e stressando tantissimo il nostro fegato.

Insomma, quando si è già fatto un primo importantissimo passo scegliendo di non mangiare più la carne e il pesce, è doveroso andare avanti ed eliminare anche tutti i derivati animali scegliendo di non essere più complici di tanta crudeltà e sofferenza e pensando che in questo modo faremo un gran bene anche al pianeta in generale e alla nostra salute.

Ricordiamoci che solo negli alimenti vivi come frutta e verdura cruda troviamo gli antiossidanti, le vitamine, gli antitumorali che ci aiutano a mantenerci in forma e a vivere a lungo, ma soprattutto senza acciacchi, se poi aggiungiamo un po di cereali integrali, frutta secca, legumi non ci serve altro.
Anch'io ho seguito questo percorso, ci sono arrivata per gradi, ma ora so che prima si effettua il cambiamento totale e meglio è, senza più alcun dubbio! Go vegan!

LEGGI gli altri articoli scritti dalla dottoressa Mirella Pizzi.

 

I migliori Ebook per una dieta senza latte e uova

Golosità senza Latticini, Mal di Latte, Mangiar Sano e Naturale, Diventare Vegani

Tutto il meglio per una dieta senza latticini e senza uova.

SCEGLI I TUOI EBOOK

 


Mirella Pizzi
Mirella Pizzi, classe 1952, risiede a Bologna. Si laurea in Medicina e Chirurgia nel 1976 con 110 e lode;  medico di base a Bologna. Specializzata... Leggi la biografia
Mirella Pizzi, classe 1952, risiede a Bologna. Si laurea in Medicina e Chirurgia nel 1976 con 110 e lode;  medico di base a Bologna. Specializzata in Neurologia, Specializzata in Neuropsichiatria Infantile, Diplomata in Omotossicologia, Diplomata in Omeopatia, Medico esperto in nutrizione vegetariana-vegana-crudista. Leggi la biografia

70 condivisioni

SI e NO

postato da Gianpietro il 10/03/2015

sono d'accordo per quanto riguarda il latte e suoi derivati ma assolutamente contrario sul fronte uova. Ovviamente sta a noi acquistare uova o biologiche o dal contadino di fiducia. Ma affermare che l'uovo faccia male credo sia addirittura gravissimo!.

NO!

postato da Stefano il 23/02/2015

Mi spiace, non diventerò mai ne vegetariano tantomeno vegano. Da molti studi è provato che questo tipo di diete non sono per nulla salutari come vorrebbero farci credere. Penso che sia meglio fare delle leggi per migliorare il benessere animale che tentare di farci diventare tutti conigli o uccellini da becchime.

Potrebbero interessarti altri articoli del blog


Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto