Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Nuova Saggezza

Le Chiavi Genetiche di Richard Rudd. Uno strumento per l’umanità di oggi

Nuova Saggezza

Le Chiavi Genetiche di Richard Rudd. Uno strumento per l’umanità di oggi

Nuova Saggezza

Le Chiavi Genetiche di Richard Rudd. Uno strumento per l’umanità di oggi

Le Chiavi Genetiche sono un vero e proprio manuale rivolto al nostro codice genetico e traggono ispirazione dall’antico testo della cultura cinese – l’I-Ching o Libro dei Mutamenti – uno strumento molto utilizzato soprattutto dai saggi del passato che se ne servivano per prendere decisioni il più possibile in armonia con i flussi della natura.

In tempi più recenti - a partire dalla fine degli anni ’80 – grazie alle intuizioni di Ra Uru Hu, creatore del sistema chiamato Human Design e, successivamente, agli approfondimenti di Richard Rudd, la comprensione del vero tesoro contenuto nell’I-Ching ha raggiunto un livello decisamente diverso: il Libro dei Mutamenti fornisce in realtà una vera e propria mappa delle dinamiche energetiche che sono alla base di tutti i sistemi viventi.

 


Maria Teresa Frezet

Si tratta insomma di importanti informazioni che sembrano essere in diretta relazione con il nostro DNA, al punto che gli stessi esagrammi – i disegni con sei linee intere o spezzate contenuti nell’I-Ching e i modi in cui tali linee si combinano tra loro – si basano sullo stesso schema che caratterizza anche il codice genetico. Così come nell’I-Ching la combinazione dei gruppi di trigrammi – i raggruppamenti di tre linee – formano alla fine 64 esagrammi, anche nel DNA umano i codoni, cioè i raggruppamenti chimici che corrispondono ai vari amminoacidi, sono 64. D’altro canto, la geometria dei 64 elementi è proprio la matrice su cui si fondano la maggior parte delle discipline umane, dalla fisica, alla musica, all’informatica, solo per citarne alcune.

Lo stesso fiore della vita – figura geometrica molto conosciuta e utilizzata in svariati ambiti – è formato anch’esso proprio da 64 cerchi che si intrecciano tra loro. La correlazione tra il libro dell’I-Ching e il nostro codice genetico crea insomma un nuovo linguaggio olistico e sottile che entra in risonanza e comunica direttamente con le cellule del nostro organismo, fornendo gli strumenti per innalzare la nostra vibrazione e poter manifestare nel mondo i veri potenziali che giacciono nel profondo della doppia elica del DNA, in attesa di essere attivati.

Scopri il libro LE CHIAVI GENETICHE

Il Profilo Ologenetico – una “mappa del tesoro” personalizzata

Tutti noi arriviamo sulla Terra con la nostra personale geometria sacra, cioè con un progetto di vita unico, racchiuso nel nucleo del nostro essere. L’insegnamento delle Chiavi Genetiche ci dà modo di scoprire la natura di tale progetto attraverso il Profilo Ologenetico che, in base alla data, all’ora e al luogo dove siamo nati, ci fornisce una mappa personalizzata delle Chiavi – ossia le sequenze genetiche – che ci caratterizzano e che sono in grado di sbloccare il nostro potenziale più elevato in tutti gli ambiti dell’esistenza: dalle dinamiche relazionali allo scopo di vita, dalla prosperità finanziaria alla salute, dalla guarigione delle ferite dell’infanzia alle dinamiche per il risveglio spirituale.

Come precisato nel Glossario di Crescita personale che si trova in fondo al libro delle Chiavi Genetiche “in virtù della sua natura ologenetica, a prescindere dal punto verso cui rivolgerete la consapevolezza, attiverete contemporaneamente tutti i percorsi compresi nel vostro profilo”. Mi piace particolarmente considerare il Profilo Ologenetico come una vera a propria “mappa del tesoro”, formata da una serie di sfere colorate collegate tra loro da vie – o sentieri – che indicano un percorso da compiere e che corrispondono a tre importanti sequenze: la Sequenza di Attivazione che sblocca il Genio attraverso i Doni Primari, la Sequenza di Venere che sblocca gli schemi emozionali profondi, e la Sequenza della Perla che attiva la capacità di essere efficienti e prosperare nella vita. L’insieme di queste tre sequenze prende il nome di Sentiero Dorato ed è, in sostanza, un percorso che parte da noi e ci fa….tornare a noi, dopo aver scoperto e attivato il nostro vero tesoro, cioè l’espressione più alta di chi siamo veramente: il nostro GENIO.

Nell’immaginario collettivo si associa il concetto di “Genio” a personaggi fuori dal comune, ma le Chiavi Genetiche insegnano che ognuno di noi ha un proprio Genio da portare in dono al mondo, sotto diverse forme. Il modo che abbiamo per riconoscere se lo stiamo già manifestando è estremamente semplice: basta vedere se ciò che facciamo ci rende gioiosi e, come sottolinea lo stesso Richard Rudd “Il genio può emergere soltanto da questa radianza interiore. Se non vi rende autenticamente entusiasti, allora non è il vostro genio.”

Possiamo dunque considerare Le Chiavi Genetiche come una sorta di “manuale di giardinaggio” che spiega come far crescere e prosperare il seme che è già dentro di noi, nel nostro DNA. Gli attrezzi da usare sono semplici e alla portata di tutti e sostanzialmente sono quattro: la RICERCA, cioè la voglia di conoscersi meglio, la GENTILEZZA, essenziale per approcciare in modo delicato le proprie “Ombre”, la CONTEMPLAZIONE, cioè l’utilizzo giocoso della mente che, aprendo percorsi nuovi dentro di sé, finisce per condurre a un empowerment personale e la PAZIENZA, cioè il concedersi del tempo affinché i Doni possano sbocciare e incarnarsi profondamente.

Viaggio tra le Chiavi Genetiche – Ombre, Doni, Siddhi, partner di programmazione e Anelli Codonici

Entrando nell’affascinante mondo delle Chiavi Genetiche, vi imbatterete in parole e concetti nuovi. In realtà si tratta solo di prendere confidenza con il mondo delle frequenze. Ogni Chiave infatti è caratterizzata da tre “bande di frequenza” che sono rispettivamente l’Ombra, il Dono e la Siddhi. Per fare un esempio più concreto potremmo paragonare questo concetto di frequenza ai suoni: esistono tanti tipi di frequenze sonore che – da sole o combinate tra loro – possono creare caos e fastidio oppure diventare piacevoli melodie. Lo stesso avviene nella nostra vita: se viviamo costantemente a una frequenza bassa, prigionieri di una mente che ci fa credere che non esista via d’uscita dalla condizione di vittime della paura e della rabbia, tutta la realtà che creeremo sarà “pesante” e le relazioni che ne risulteranno saranno disfunzionali e faticose; in pratica è quello che si intende col termine “Ombra”.

Se però state leggendo questo articolo, significa che in voi è già scattata quella scintilla di curiosità, essenziale per innescare un processo di cambiamento. La bellezza e la magia delle Chiavi Genetiche sta proprio nel fatto che, a differenza di molti altri tipi di insegnamento, qui si tratta piuttosto di “disimparare” qualcosa, in modo che le rigide strutture e credenze che contribuiscono a mantenervi in una “mentalità da vittima” possano essere trasformate dalla consapevolezza e dal suo potere di sbloccare l’energia latente contenuta nel DNA. La conseguenza sarà che, anziché rimanere bloccati in una condizione di sopravvivenza – cioè nella vibrazione Ombra – inizierete a manifestare nel mondo il servizio – cioè il Dono, il Genio di chi siete davvero. La prerogativa essenziale affinché questo avvenga è la volontà di assumervi “la piena responsabilità del vostro karma – cioè dei vostri pensieri, parole e azioni”.L’aumento di frequenza che deriva da questo semplice ma potente atto di coraggio è un’esperienza reale e fisica, una vera e propria incarnazione di leggerezza, fiducia e pace che si riverserà come un fiume in tutti gli ambiti della vostra vita.

Ogni Chiave dunque è un manuale di istruzioni in grado di farci passare da un “campo energetico a bassa frequenza” creato dalla paura a uno “ad alta frequenza” creato dall’amore, fino a spingerci alle vibrazioni più sottili delle Siddhi, cioè alla piena realizzazione spirituale che avviene quando tutte le frequenze più pesanti vengono trasmutate in luce attraverso l’assorbimento – un processo in cui il “DNA attiva il sistema endocrino, spingendolo a secernere determinati ormoni raffinati su base regolare”. Tali ormoni attivano un funzionamento più elevato del cervello inducendo “stati di illuminazione spirituale e trascendenza”; sebbene questi stati elevati al momento interessino ancora una sparuta minoranza di individui, in futuro si tratterà di un fenomeno che sarà sempre più collettivo.

E’ importante anche ricordare che tutte le 64 Chiavi Genetiche si combinano in 32 coppie di “partner di programmazione” in cui due Chiavi opposte e speculari fra loro formano un “loop di biofeedback che rafforza i temi delle Chiavi Genetiche coinvolte a ogni livello di frequenza”. Ma mentre alla frequenza Ombra due partner di programmazione creano schemi emozionali, fisici e mentali depotenzianti, al livello della frequenza Dono, “quando la consapevolezza penetra in loro, trasformandoli, tali schemi rilasciano ondate di energia creativa”. Inoltre, al livello siddhico, le partner di programmazione, anziché essere opposte, “sbocciano come autentica coscienza”.

Per finire, le Chiavi sono anche raggruppate in “famiglie” chiamate Anelli Codonici, cioè raggruppamenti genetici universali, collegati ai misteri dell’esistenza. Essi ci spingono a formare “coppie, gruppi e, in ultimo, intere società” secondo ciò che viene comunemente definito “karma”. Non è un caso che uno strumento come “Le Chiavi Genetiche” sia giunto a noi proprio in questo momento storico in cui, come umanità, ci troviamo ad affrontare il grande salto quantico di consapevolezza che tante culture del passato hanno preannunciato nel corso dei millenni. Avvicinarsi a questo insegnamento in fondo è molto semplice: basta ridare al cuore il suo vero compito di guida, affinché possa “trasformarci” nella versione migliore di noi stessi.

Maria Teresa Frezet vive tra Aosta e la Liguria. Dopo aver conseguito la Laurea binazionale in Lingue Moderne all'Università di Chambéry (Francia) nel 1987. Varie esperienze lavorative le hanno permesso di mettere sempre più a fuoco il suo compito autentico: riconoscere di essere una guida per chi è alla ricerca di una direzione di vita e di coerenza e fluidità nelle relazioni personali e professionali. Lavora con sessioni individuali e di gruppo e ha creato un metodo chiamato Core Balancing in cui mixa tecniche, strumenti e conoscenze personali (nel 2011 ha co-creato Thanks Attitude – thaatt.com – un percorso di crescita per migliorare le relazioni) che facilitano il sano riequilibrio delle energie. Nel 2017, l'incontro con le Chiavi Genetiche è stato un ulteriore salto evolutivo sia personale che professionale, per il valore aggiunto che esse portano nella comprensione profonda delle forze che muovono gli esseri umani. Dal 2018 è membro del Multilingual Team Gene Keys che si occupa di divulgare questa importante conoscenza a livello mondiale.

 

Le chiavi Genetiche di  Richard Rudd

 

 

 

 


Maria Teresa Frezet
Dopo aver conseguito la Laurea binazionale in Lingue Moderne all'Università di Chambéry (Francia) nel 1987 ha vissuto varie esperienze lavorative... Leggi la biografia
Dopo aver conseguito la Laurea binazionale in Lingue Moderne all'Università di Chambéry (Francia) nel 1987 ha vissuto varie esperienze lavorative che le hanno permesso di mettere sempre più a fuoco il suo compito autentico: riconoscere di essere una guida per chi è alla ricerca di una direzione di vita e di coerenza e fluidità nelle... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Fresche Sorsate - Catalogo succhi ed estratti 2022
Omaggio Fresche Sorsate - Catalogo succhi ed estratti 2022

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Fresche Sorsate - Catalogo succhi ed estratti 2022