Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Cure Alternative

Digitopressione: un rimedio per mal di testa, ansia e altri disturbi

Cure Alternative

Digitopressione: un rimedio per mal di testa, ansia e altri disturbi

Cure Alternative

Digitopressione: un rimedio per mal di testa, ansia e altri disturbi
8 condivisioni

La digitopressione rappresenta un ottimo rimedio fai-da-te per trattare alcuni disturbi, dal mal di testa, alla nausea, all'ansia. Ce ne parla Giuliana Lomazzi. 


Giuliana Lomazzi

La digitopressione è un semplice rimedio fai-da-te per calmare un attacco di ansia o di nervosismo. Basta premere con le dita i punti dell'agopuntura, oppure farlo sulle orecchie, come suggerisce l'auricoloterapia!

Parliamo della digitopressione. Questa volta l'aiuto viene dalla Cina, dalla millenaria tradizione dell'agopuntura. Fu il mitico Imperatore Giallo, 4000 anni fa, a dar vita a questa scienza che si basa sui meridiani, cioè su una rete di canali che trasportano l'energia e sono presenti in tutto il corpo.

Su questi canali, la medicina cinese ha individuato dei punti collegati con gli organi interni; infilandovi degli aghi, si ha un'azione sugli organi corrispondenti. I punti e gli organi corrispondono in modo inaspettato: per esempio, per agire sulla vescica si interviene vicino alla caviglia, quindi molto lontano da dove si penserebbe di dover agire.

 

Un massaggio a portata... di dita!

Nel 1991 l'agopuntura è stata riconosciuta ufficialmente come terapia anche dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, che nel 2003, basandosi sull'esame di studi scientifici, ha pubblicato un elenco di malattie e disturbi curabili con questa tecnica; tra di essi compaiono sciatalgia, artrite, asma, colon irritabile, nevralgie del trigemino, vertigini ecc.

Efficace indubbiamente, ma impensabile il fai-da-te! Per fortuna esiste un'alternativa pratica per quando serve un pronto soccorso per alleviare un improvviso attacco di ansia che prende alla gola proprio mentre stiamo uscendo per un importante incontro o un fastidioso mal di testa capitato, ovviamente, in un momento poco opportuno... Come tamponare il disturbo in modo facile e rapido? Semplice: premendo con le dita i punti dell'agopuntura, proprio quelli dove il medico infila gli aghi. Certo, rispetto all'agopuntura vera e propria l'effetto è più blando, ma il sollievo c'è pur sempre. 

Queste soluzioni che sfruttano il principio della terapia con gli aghi si chiamano do-in e on-zo-su o, molto più semplicemente, digitopressione e riflessologia plantare. La digitopressione si basa sui punti dell'agopuntura ma non richiede aghi né conoscenze approfondite, solo un po' di attenzione per individuare il punto esatto dove agire; è certamente meno efficace della seduta dall'esperto, ma è a portata... di dita! Il massaggio si effettua con i polpastrelli, premendo bene ma senza esagerare, eventualmente muovendo il dito in tondo o con una leggera vibrazione. Attenzione, però: se nel punto da premere ci sono dermatiti, eczemi o altro il trattamento non può essere effettuato. 

 

Rimedi contro la nausea, ansia, mal di denti

Qui di seguito troverete una piccola panoramica di disturbi comuni e i punti su cui agire per attenuarli. 

La digitopressione per il mal di denti

Se hai mal di denti premi l’indice subito sopra il labbro superiore, proprio nel solco sotto il setto nasale. Questa pressione può attenuare momentaneamente il disturbo, ma non tiene lontano il dentista!

COME CURARE I DENTI IN MODO NATURALE

 

Rimedi contro la nausea: la digitopressione

Fin dal 1977 l'OMS ha dichiarato che il punto P6 o Neiguan è efficace per ridurre la nausea e il vomito postoperatori e conseguenti alla chemioterapia, oltre che probabilmente per la nausea in gravidanza. Ma anche se le problematiche sono indotte da una semplice indigestione o da chinetosi (mal di aria, auto, mare) vale la pena provare ad agire sul punto in questione, situato sulla superficie interna dell’avambraccio, a circa tre dita trasverse dalla piega di flessione del polso.

In caso di malessere e/o sensazione di svenimento, bisogna premere con l'unghia il punto che si trova sul lato esterno dell'unghia del mignolo, all'altezza della base dell'unghia, nella parte interna; la pressione si effettua con l'unghia del pollice.

La digitopressione: ansia, insonnia

Debolezza e stanchezza? Per un effetto tonificante e immunostimolante la pressione va effettuata con due dita sotto il margine laterale della rotula, sul lato esterno. Questo punto è efficace anche per placare l'ansia; in questo caso, dopo aver effettuato il massaggio è bene riposare per una decina di minuti.

Inoltre la digitopressione può venirci in soccorso nei momenti di: 

  • Sete. Questa applicazione è utile nei momenti in cui non possiamo bere, per esempio durante un viaggio in treno. In condizioni normali la sete va placata bevendo! Spingi delicatamente la punta della lingua tra gli incisivi per 1 secondo; ripeti 20 volte.
  • Insonnia. Stenditi sul letto e massaggia per 5 minuti, in tondo, il punto al centro dello sterno. Il massaggio deve essere leggero ma prolungato. In caso di risveglio la durata della pressione può essere inferiore. Mentre si agisce sul punto bisogna tenere gli occhi chiusi e respirare profondamente.
  • Fame. Per calmarla quando sei in viaggio, premi nel mezzo della pianta del piede, tra l'alluce e il secondo dito.
  • Dolori mestruali. Premi leggermente vicino al calcagno, sul lato esterno del piede; poi schiaccia in mezzo alla pianta del piede, infine in mezzo al primo solco del polso. Dopo siediti o sdraiati per mezz'ora. 

massaggio digitopressione

L'idea in più: l'auricoletarapia 

L'auricoloterapia non ha legami diretti con l'agopuntura, dal momento che non è nata in Cina ma in Francia, negli anni '50. Tuttavia ha delle similitudini perché sfrutta la pressione sui punti riflessi per agire sui disturbi. Ecco come si sviluppò. Visitando alcuni pazienti còrsi, il dott. Paul Nogier si accorse che avevano delle bruciature sulle orecchie: scoprì che erano state fatte da guaritori per curare i dolori. Incuriosito, studiò l'argomento e individuò alcuni punti su cui intervenire con gli aghi. In seguito anche i cinesi adottarono questa tecnica, che negli anni '90 fu riconosciuta dall'OMS.

Appoggia il polpastrello dell'indice sul lato esterno della protuberanza vicina al foro dell'orecchio; muovilo premendo per 20 secondi, senza perdere il contatto e agendo anche con l'unghia. Spostati su un punto parallelo del padiglione e premi allo stesso modo con il pollice, aiutandoti anche con l'unghia. Questo massaggio è efficace pure contro i dolori addominali ma sconsigliato in gravidanza. 

Avvertenze: ricordo che questo articolo dà solo informazioni indicative; per le tecniche esatte da applicare è più sicuro utilizzare un manuale o rivolgersi a uno specialista.

Articolo scritto da Giuliana Lomazzi.

Il Manuale Pratico di Digitopressione - LIBRO

Salute e vitalità con l'automassaggio dei punti di agopuntura tradizionale

Il Manuale Pratico di Digitopressione - LIBRO


Giuliana Lomazzi
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso... Leggi la biografia
Giuliana Lomazzi è nata a Busto Arsizio (VA) e da qualche anno vive a Trieste. Laureata in Lingue e Letterature straniere moderne presso l'Università di Milano, dopo un'esperienza di insegnamento nelle scuole superiori, ha iniziato nel 1990 a lavorare nell'editoria, prima come traduttrice e poi come autrice e giornalista.I suoi interessi... Leggi la biografia

8 condivisioni

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto