Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Crescita Personale

Minimalismo: come diventare minimalista ..e più felice

Crescita Personale

Minimalismo: come diventare minimalista ..e più felice

Crescita Personale

Minimalismo: come diventare minimalista ..e più felice

Vuoi diventare minimalista? Vuoi dei consigli su come eliminare il superfluo nella tua vita? Cerchi una via per ritrovare la felicità? Oppure sei solo curioso?

Leggi questi 9 suggerimenti per avvicinarti al minimalismo.


Redazione Web Macro

Cos’è il Minimalismo?

Facciamo chiarezza sulla parola “minimalismo”. L’immaginario che la circonda fa quasi soggezione, con la sua aria un po' elitaria da loft super chic quasi privi di arredo per multi-milionari. È una parola che evoca immediatamente spazi vuoti, freddi, pavimenti di cemento e superfici di un bianco abbagliante.

Suona così sobria, seria. E sterile. Cosa può avere mai a che fare con la vita vera, fatta di bambini, animali domestici, hobby, bucato e posta intasata di spam? Molti sentono la parola “minimalismo” e pensano subito “vuoto”.

Bisogna ammettere che la parola “vuoto” non è così attraente: di solito la associamo all’idea di perdita, privazione, carenza di qualcosa. Ma proviamo a guardarla da un’altra prospettiva: “vuoto” si riferisce a qualcosa che c’è e non a qualcosa che manca: vuoto può anche significare “spazio”.

Spazio! Qualcosa che tutti potremmo usare meglio! Spazio nei cassetti, spazio in garage, spazio in agenda, spazio per pensare, giocare, creare e divertirci con la nostra famiglia… ecco svelata la vera natura del minimalismo.

Vuoi diventare minimalista? Vuoi dei consigli su come eliminare il superfluo nella tua vita? Cerchi una via per ritrovare la felicità? Oppure sei solo curioso?

Leggi questi 9 suggerimenti per avvicinarti al minimalismo

1. Essere non è avere

La pubblicità ci spinge a costruirci un’immagine basata su ciò che indossiamo, identificandoci possibilmente con un brand di tendenza. Dobbiamo ricordare sempre che i nostri ricordi, i nostri sogni e le nostre ambizioni non sono contenute negli oggetti ma sono dentro di noi.

2. Meno cose = Più libertà

Quando non siamo incatenati ai nostri oggetti, possiamo finalmente assaporare la vita, entrare in relazione con gli altri, partecipare attivamente alla vita della comunità.

3. Essere buoni guardiani

Per essere buoni custodi di noi stessi, dobbiamo pensare alla nostra casa come a uno spazio sacro, non a un magazzino.

4. Riscoprire lo spazio

È proprio questo il bello dello spazio: mette al centro dell’attenzione le cose (e le persone) che contano di più.

5. Fruitori, non proprietari

Abbattere il muro degli oggetti che ci circondano ci permette di uscire nel mondo e provare nuove esperienze, più dirette e sicuramente più gratificanti.

6. La gioia dell’abbastanza

La competizione tra consumatori, in definitiva, è come il gioco delle tre carte: l’unico vincitore è chi le serve, ovvero chi ci vende il prodotto.

7. Come diventare minimalisti

Dobbiamo assumerci la responsabilità dell’intero ciclo di vita di ogni oggetto che acquistiamo, smaltimento compreso. Un posto per ogni cosa e ogni cosa al suo posto. Memorizzate questo mantra: si tratta di uno dei più importanti principi del minimalismo.

Essere minimalisti significa qualcosa di più che rassettare e organizzare la casa. Siate creativi. Consideratela una sfida personale per fare di più con meno e divertitevi a esplorare tutte le possibilità. A volte basta spostare qualcosa per vederlo sotto una prospettiva più realistica.

I pavimenti degli studi sono terreni molto fertili: producono montagne di libri, giornali e documenti che crescono fino a diventare foreste. Grazie alle pressioni del mercato, non c’è ricorrenza, compleanno, trasloco, matrimonio o anniversario senza scambio di regali.

I vostri ricordi sono infinitamente più preziosi di qualsiasi altra “cosa” una persona scomparsa abbia lasciato in eredità.

8. La famiglia minimalista

Se siete stati dei buoni genitori si vede dall’uomo o dalla donna che sono oggi i vostri figli, non dal loro quaderno di matematica della terza elementare.

Se il riordino viene vissuto come qualcosa di positivo e divertente (anziché una seccatura), la vostra famiglia sarà più incline a fare di più. Sarete sorpresi di scoprire il lato minimalista che emerge nei vostri figli, una volta concessa l’autorizzazione incondizionata a liberarsi di tutto ciò che vogliono.

9. Minimalismo uno stile di vita

Quando diventiamo minimalisti, succede qualcosa di meraviglioso: i nostri sforzi generano piccoli cambiamenti che incidono positivamente sul mondo che ci circonda. È la forma di attivismo più facile che si possa immaginare, eppure ha il potere di trasformare la nostra vita, la nostra società e il nostro pianeta. Usciamo dalla nostra larva di consumismo e apriamo finalmente le ali da poeti, filosofi, artisti, attivisti, madri, padri, compagni, amici.

Vuoi diventare minimalista e capire come includere la tua famiglia in questo processo?
Questo è il libro per te!


Redazione Web Macro
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli... Leggi la biografia
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli spaziano su tutti i principali argomenti che Macro divulga con passione dal 1987. Il meglio per il benessere di Corpo, Mente e Spirito raccontato da coloro che vedono nascere quotidianamente i... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto