Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Vivere Ecologico

Come fare il compost: compostare con successo

Vivere Ecologico

Come fare il compost: compostare con successo

Vivere Ecologico

Come fare il compost: compostare con successo

Fare il compost è semplice, divertente e vantaggioso: nutre la terra in maniera sana, che a sua volte nutre le piante, fa risparmiare denaro e riduce la possibilità di utilizzare fertilizzanti e pesticidi tossici. Scopri come compostare con successo!


Redazione Web Macro

Fare il compost è semplice, divertente e vantaggioso: nutre la terra in maniera sana, che a sua volte nutre le piante, fa risparmiare denaro e riduce la possibilità di utilizzare fertilizzanti e pesticidi tossici. Scopri come compostare con successo!

La raccolta dei materiali

Per fare un buon compost, la raccolta dei materiali da miscelare è una fase fondamentale. È meglio evitare, se si è alle prime armi, gli scarti alimentari cotti, pesce, carne e latticini. Tra i materiali compostabili possiamo includere:

  • Materiali lignei secchi: residui di potature, pezzetti e trucioli di legno, cartoni, gambi secchi di piante, fieno e paglia, foglie secche e simili.
  • Tutto ciò che è verde e fresco. Se aspettate la stagione primaverile, quando tutto è in fase di sviluppo, potete trovare facilmente dei luoghi in cui crescono le ortiche, materiale verde eccellente per i cumuli; altre erbacce e l’erba tagliata.
  • Tutti gli scarti di cucina, il che non sarà in grandi quantità; ragion per cui sarà meglio procurarsi ortiche e altri vegetali ricchi di linfa.
  • Qualsiasi tipo di letame fresco per aumentare il volume del cumulo.
  • Calce agricola o cenere di legna: da utilizzare soprattutto se il cumulo contiene frutta acida e materiali derivati da legno di conifere; è sufficiente aggiungerne uno strato leggero.

In genere, più si mescolano i vari tipi di materiali e meglio è. Accertatevi sempre che quello che state aggiungendo sia portatore di aria e assorba l’umidità. Cercate di evitare il troppo di ogni cosa.

Come costruire il cumulo e riempire la compostiera

Non dovete far altro che aggiungere uno strato verde a uno bruno, in maniera alternata. La creazione degli strati è un modo efficace per amalgamare i due tipi di materiali. Non è necessario miscelare i materiali prima di metterli nella compostiera. Sarà, invece, sufficiente alternare i due strati ed è questo, probabilmente, il metodo migliore e più semplice. La densità e l’umidità dei materiali determineranno lo spessore degli strati.

La giusta miscela

Se i materiali sono troppo asciutti, potete annaffiare il cumulo. L’acqua piovana è la migliore soluzione; utilizzate un annaffiatoio con il boccaglio o l’erogatore, per distribuire bene l’acqua. Finché avrete materiali duri e strutturanti che permettono il drenaggio dell’acqua in esubero, l’acqua non sarà mai troppa.

Come riempire la compostiera

  • Iniziate con uno strato di materiali grossolani e duri.
  • Fate attenzione ai materiali che ammucchiate, alternandone gli strati.
  • In breve tempo sarete in grado di capire cosa serve al vostro cumulo: se bisogna aggiungere materiali densi e verdi per diminuire l’afflusso d’aria o, viceversa, se è meglio che i materiali più densi siano rimescolati con una maggiore quantità di materiali strutturanti.
  • Nel caso siate sprovvisti di sufficienti materiali verdi, fermatevi e mettete da parte i materiali scuri fino a quando avrete nuovamente dispo¬nibilità di materiali freschi da aggiungere.
  • Nel caso non bastino gli scuri, non lasciatevi tentare dal fare uno spesso strato verde, denso e umido. Dovete sempre trovare qualcosa che si amalgami. Se non potete inserire materiali strutturanti, sarà necessario mantenere l’aerazione rivoltando il cumulo.

Un modo per valutare la secchezza del cumulo è quello di prenderne un campione, pesarlo, tenerlo per una notte intera in un forno riscaldato e poi pesarlo nuovamente: se è duro come un osso e ha perso metà del suo peso iniziale, significa che il cumulo contiene acqua al cinquanta per cento, ossia è come deve essere. In alternativa, potete prendere una manciata di compost, strizzarlo e, se la percentuale di umidità è giusta, dovreste vedere fuoriuscire al massimo una o due gocce d’acqua.

Troppo umido?

È molto facile che il cumulo di compost sia troppo umido, soprattutto quando contiene molti scarti di verdure fresche o erba tagliata. Questi cumuli tendono a essere maleodoranti e pieni di mosche. Per evitare il più possibile questa situazione è sempre meglio aggiungere materiali assorbenti e strutturanti volta per volta, piuttosto che cercare di rettificare il problema in un secondo tempo.

Ecco come comportarsi di volta in volta:

  • Invece di mettere nel cumulo materiali con un alto contenuto di umidità, mischiateli prima con materiali assorbenti o strutturanti; oppure spargetene uno strato sottile che poi coprirete con uno strato di materiale di tipo opposto.
  • Nel caso abbiate grosse quantità di agrumi, la migliore soluzione sarà quella di alternarli o mescolarli con materiali assorbenti e strutturanti e fare così in modo che il processo di compostaggio si metta in moto velocemente.
  • Gli scarti freschi di cucina sono ricchi di azoto e marciscono rapidamente, quindi svuotate frequentemente il secchio per la raccolta differenziata dell’umido.
  • Il cartone e la carta accartocciata possono assorbire liquidi e dare struttura nel breve periodo.

Il terriccio di foglie

Con l’avvicinarsi della stagione invernale, gli alberi a foglia caduca si preparano a cedere al terreno le loro foglie. Una volta cadute, le foglie si trasformeranno in terriccio, una stupenda e ricca fonte di humus. Il terriccio di foglie è un materiale davvero utile, che si può mischiare al terriccio per seminare e trapiantare piante e piantine. Se le foglie che avete non sono sufficienti per fare il terriccio di foglie, allora aggiungetele semplicemente al vostro cumulo.

Quanto tempo ci vuole?

Generalmente, il compost impiega dai sei ai dodici mesi per raggiungere la piena maturità; la durata dipende in gran parte dal periodo dell’anno in cui si comincia: quando si inizia con la temperatura calda necessita di meno tempo. Muovere e rivoltare i materiali può velocizzare il compostaggio.


Redazione Web Macro
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli... Leggi la biografia
La Redazione Web Macro si occupa di tutte le ultime novità, anticipazioni, curiosità, approfondimenti che riguardano il mondo Macro. Gli articoli spaziano su tutti i principali argomenti che Macro divulga con passione dal 1987. Il meglio per il benessere di Corpo, Mente e Spirito raccontato da coloro che vedono nascere quotidianamente i... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Macro Almanacco - Aprile 2024
Omaggio Macro Almanacco - Aprile 2024

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Macro Almanacco - Aprile 2024