Newsletter, Omaggi, Area acquisti e molto altro. Scopri MyMacro: Registrati Entra Scopri MyMacro: Registrati Entra
Benessere e conoscenza dal 1987
Home / Blog / Alimentazione e Diete

Consigli per un cenone vegan e feste cruelty free

Alimentazione e Diete

Consigli per un cenone vegan e feste cruelty free

Alimentazione e Diete

Consigli per un cenone vegan e feste cruelty free

Festività natalizie all'insegna della consapevolezza e del rispetto degli animali e dell'ambiente: le ricette e i consigli dello chef Stefano Momenté.


Stefano Momenté

Cenone vegan e feste cruelty free?

Le festività natalizie sono il momento ideale per realizzare il desiderio di un modo di vivere più gentile, armonico e coerente.

Per questo propongo a tutti un menu all’insegna del gusto, della fantasia e della non violenza.

Piatti a base vegetale, che liberano il palato da crudeli tradizioni alimentari, ampliano gli orizzonti della sensibilità individuale e consentono di celebrare nel modo migliore, sul serio, estendendo consapevolezza e rispetto a tutti gli esseri viventi.

 

Gli effetti positivi di un'alimentazione senza prodotti animali

Ricordo che un'alimentazione senza prodotti animali:

  • è più salutare e meno violenta
  • riduce il rischio di contrarre molte malattie
  • aiuta a conservare i terreni agricoli, l'acqua ed altre fonti di produzione di cibo indispensabili per la sopravvivenza dei nostri figli e dei loro figli
  • rende i cereali, che ora vengono utilizzati per nutrire gli animali "da carne" e "da latte", disponibili per chi nel mondo soffre la fame
  • contribuisce a preservare le foreste, i prati e altri ambienti naturali; scopri La Vita Segreta degli Alberi
  • risparmia a tanti animali (35 l'anno e 2700 a testa nel corso di una vita umana di lunghezza media - [fonte dati Farm USA ] ) il destino di essere imprigionati ed ammassati in gabbie, privati di tutto, mutilati, manipolati, trasportati e infine macellati senza (o con insufficiente) considerazione per la loro capacità di provare dolore e sofferenza.

Scopri 7 importanti motivi per diventare vegano!

Latte: Franco Berrino e l'inchiesta su Rai3

 

Happy New Vegan 

Insomma, l’occasione delle festività, il Natale, ma anche il cenone dell’ultimo dell’anno, possono diventare un ottimo punto di partenza, offrire l’occasione per provare uno stile di vita etico e salutare, ancora in controtendenza con le masse, ma gratificante e senza controindicazioni.

Vi propongo un paio di ricette:

Falafel, ricetta originale vegan

Ingredienti:

  • 400 gr di ceci
  • 1 cipolla tritata 
  • 1 mazzetto di prezzemolo tritato
  • 2 spicchi d'aglio 
  • 2 cucchiaini di cumino
  • 1 cucchiaino di coriandolo macinato 
  • olio extravergine d'oliva
  • 1 pizzico di pepe
  • sale.

Scolare e togliere le bucce ai ceci dopo averli lasciati in ammollo per 24 ore. Mettere nel frullatore i ceci, la cipolla, l'aglio, il prezzemolo, il coriandolo macinato, il cumino, un pizzico di pepe e il sale.

Frullare fino ad ottenere un impasto fine ed omogeneo. Lasciare riposare in frigo per 1 ora. Con il composto formare quindi, delle polpette medie e dorarle nell'olio bollente, girandole dolcemente, per 4 minuti circa. Quando le polpette sono ben colorite toglierle e asciugarle con la carta assorbente.

Chili di fagioli

Ingredienti:

  • 2 tazze di fagioli pinto secchi 
  • 1 lattina di pomodori pelati a pezzi 
  • 2 tazze di cipolle rosse sminuzzate 
  • 2 tazze di peperoni rossi o verdi tagliati a cubetti 
  • 1 tazza di carote tritate 
  • 1 tazza di sedano tritato 
  • 4 spicchi di aglio tritati finemente 
  • 1 cucchiaino di origano 
  • 1 cucchiaino di basilico 
  • 1 cucchiaino di chili habanero in polvere 
  • 1/2 cucchiaino di cumino 
  • 1 cucchiaino di aceto di vino rosso 
  • 1 cucchiaio di uvetta o datteri tritati.

Lavare i fagioli e lasciarli in ammollo tutta la notte. Cuocerli a fuoco basso per 2 ore. Togliere l’acqua in eccesso, versare tutti gli altri ingredienti e cuocere ancora a fuoco basso per un'ora. Il chili può essere versato su un piatto di lattuga sminuzzata, su verdure cotte al vapore (come ad esempio spinaci), o può essere mangiato da solo.

 

9 consigli per una Festa consapevole

  1. Abbigliamento: i regali consapevoli e cruelty free comprendono: magliette e felpe in cotone ecologico, indumenti di pile, lorica, velluto e viscosa. Da evitare: piume, seta, lana, pelle, cuoio e pellicce poiché significano sfruttamento e morte di animali.
  2. Albero di Natale: l'albero ovviamente deve essere artificiale. Sarà meno bello ma è riutilizzabile all'infinito e non saccheggia la natura.
  3. Alimentazione: le feste natalizie sono il trionfo dell'industria dei macelli. È una tradizione quasi ironica, e senz'altro incoerente quella di celebrare la vita facendo la festa a decine di milioni di animali. Per questo l’invito è a scegliere dei menù senza prodotti animali.
  4. Animali d'affezione: non regalate animali, se non siete sicurissimi che chi li riceve ne sarà felice e disposto a prendersene la dovuta cura. E, naturalmente, non incoraggiate il commercio di cuccioli e di gattini (e di tante altre specie), ma recatevi ai canili e ai rifugi: migliaia di animali abbandonati aspettano degli amici.
  5. Animali nello spettacolo: il circo, al contrario di quanto sembra, è un luogo di pena e di torture per gli animali che sono costretti a lavorarvi. Scegliete circhi senza animali o altri spettacoli.
  6. Cosmetici e profumi: la maggior parte dei cosmetici e dei profumi in circolazione contiene ingredienti di origine animale. I cosmetici sono di solito testati su animali. Ma oggi sono disponibili prodotti cruelty free le cui liste sono facilmente reperibili. Leggi anche: Cosmesi eco-bio per la nostra salute e contro l’inquinamento.
  7. Donazioni: le feste natalizie sono il momento ideale per ricordarsi di chi ha bisogno. Food for Life è un’associazione presente in moltissime localita. Prepara pasti da distribuire a popolazioni colpite da catastrofi o comunque in stato di necessità. I pasti sono veg.
  8. Giocattoli: per i vostri figli acquistate giochi che non siano il risultato dello sfruttamento di altri bambini, né di ogni altro essere vivente. Assicuratevi che si tratti di prodotti fabbricati in paesi dove viene rispettata la legislazione di controllo del lavoro minorile.
  9. Pellicce: che le pellicce grondino sangue non è certo una novità, ma il filmato Nonlosapevo è la testimonianza della crudeltà comune nei confronti degli animali allevati per ricavarne capi d’abbigliamento. La campagna, che ha riscosso fortunatamente un’ampia copertura stampa, permette di firmare la petizione anche dal sito LAV, senza dover vedere il filmato.

Regali cruelty free, donazioni mirate, tavole senza brandelli di animali, perché è con la vita che si festeggia la vita.

LEGGI anche gli altri articoli di Stefano Momentè. 

Il Natale per i più piccoli

giochi e favole a natale colora il benessere colora natale

E tante altre ricette natalizie buone sane!

omaggio-cenone-mipiacemifabene

Le tue Ricette per un Natale Perfetto

Cenone vegan da leccarsi i baffi - Idee per regali autoprodotti - Articolo speciale: dieta barf per cani e gatti

ricette natale perfetto


Stefano Momenté
Illuminato sulla strada del vegetarismo nel febbraio 1985, attualmente Momentè è l'autore più prolifico in Italia in tema di vegetarismo e... Leggi la biografia
Illuminato sulla strada del vegetarismo nel febbraio 1985, attualmente Momentè è l'autore più prolifico in Italia in tema di vegetarismo e veganismo. Nel 2001 ha fondato Vegan Italia (associazione nazionale per una corretta informazione sul veganismo/vegetarismo), in seguito sito informativo, ora nuovamente associazione. Ha pubblicato il... Leggi la biografia

Potrebbero interessarti altri articoli del blog



Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto
Omaggio Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto

Iscriviti a My Macro e ricevi questo omaggio!

Voglio ricevere Vivere Macro n. 18 - Chi non si ferma è perduto